martedì 15 agosto 2017

Google: lo state usando malissimo

Cosa cercare su Google? è una cosa che avete cercato anche voi, su Google appunto, almeno una volta nella vita, vero?
Io non l'ho mai cercato in realtà, ma ieri sera, a cena con le amiche, è nata una simpatica discussione su cosa cerca la gente su Google e io, dispensatrice di risposte ai dubbi delle persone, ho fornito la soluzione ai dubbi amletici delle amiche.
Praticamente loro mi danno da mangiare e io dissipo ogni loro dubbio.
Si lo so, sono una grande amica.

Praticamente, esistono un paio di strumentini che mi permettono di sapere come la gente finisce sul mio blog che non saranno indicativi di tutto quello che viene cercato ogni giorno, ma un'idea ve la potete fare. Oltre a farvi un'idea, in alcuni casi, potete anche farvi grasse risate, eh.


Tra le ricerche top spiccano, appunto, cosa cerca la gente su Google e non so cosa cercare e io non vorrei essere la solita polemica odiosa, ma se non sapete cosa cercare, spegnere il pc o il cellulare e andare al mare potrebbe essere un'idea.

Sempre tra le top ten -almeno per quanto riguarda le ricerche che potrebbero avere un senso- troviamo:
-Non può essere vero (scritto staccato, ma io vi perdono) e non può essere vero blog, quindi qualcuno che cerca proprio me. E io gongolo.
-Spiaggia di San Teodoro Marsala che cercano ogni giorno centinaia di persone, cosa che probabilmente avrei dovuto fare anche io.
La ricerca -questo lo so- vi porta a questo post che resta -e resterà sempre- il post più letto di sempre, oltre a quello per cui ho litigato con le redazioni di diversi giornali che me lo hanno copiato.
Mia madre, al pranzo di Ferragosto, ha conosciuto una ragazza a cui ha parlato del mio blog che, per dire, da Mantova con furore, aveva letto questo post. E di storie simili dell'ultimo mese ve ne potrei raccontare a decine.
-Ikea più grande d'Italia che, ve lo dico, è quello di Carugate (MI) che io sappia, ma la ricerca vi porta qui, visto che io le cose o le faccio bene o non le faccio, quindi sono andata direttamente all'Ikea più grande del mondo, cosa che capisco -per me- è stato molto più semplice che per altri.
-Lavorare a Stoccolma e lavorare in Svezia: la ricerca vi porta qui, ma vi anticipo che non è tutto oro quello che luccica. E lo dice una che ama Stoccolma -e in generale la Svezia- profondamente.
-Gamba ingessatagamba rotta e quanto pesa il gesso alla gamba? spopolano e io che pensavo di essere tra le poche cretine in grado di rompersi un ginocchio a caso. La ricerca vi porta qui o qui mi sa, ma ecco, a me di sapere quanto potesse pesare il mio gesso invadente che partiva dalla caviglia e arrivava all'inguine non è mai venuto in mente.
-Gilda è un bel nome? e Gilda nome bimba sono query molto diffuse. A questi dubbi posso rispondere senza problemi: Gilda è un nome bellissimo, il più bello che esista secondo me, ma non chiamateci le vostre figlie che io ci rimango male quando incontro altre Gilda nel mondo perché il mio nome lo voglio avere solo io. Al massimo posso accettare che ce lo avesse mia nonna.
La ricerca comunque vi porta qui.
-Figlio unico triste, figlio unico depresso, figlio unico sbandato sono parole chiave troppo cercate per i miei gusti.
I figli unici sono persone normali, anche piuttosto felici.
Buona parte delle mie amiche sono figlie uniche, quasi quasi sembra che le scelga apposta, e nessuna di loro (o meglio, forse dovrei dire nessuna di noi visto che figlia unica lo sono anche io) ha mostrato segni di squilibrio. Nel mio caso, non troppi.
La ricerca vi porta qui, dove potrete trovare un elenco di risposte ai vostri dubbi sulla natura sub-umana dei figli unici.
-Quanto costa la vita a due? e quanto spende una coppia al mese? sono  ricerche altrettanto diffuse. Tanto, costa tanto. Non vi regala niente nessuno. La ricerca porta qui, ma nel frattempo siamo diventati più spendaccioni quindi forse dovrei scrivere un altro post.

A queste ricerche si aggiungono, in numero più o meno variabile, una serie di ricerche su località di vacanza (su cui, ovviamente, ho scritto qualcosa), sulle allergie (su cui ho scritto più io che un medico praticamente), su ginnaste varie (e la ginnastica artistica è il mio grande amore, quindi ne ho parlato tantissimo) e su Te lo regalo se vieni a prenderlo.
Lo capisco: sono tutte query di ricerca abbastanza noiose, ce ne sarebbero infinite altre, ma ve le risparmio.

Arriviamo però alla parte divertente, ovvero a tutte quelle query di ricerca che io non ho la più pallida idea di come vi vengano in mente.
Alcune chiavi di ricerca non so neanche dove portino all'interno del mio blog. E mi piacerebbe saperlo, eh. Eccome se mi piacerebbe saperlo.
-Cinesi fighe. E va bè, sono gusti.
-Porno ragazzine e porno bambine che, ve lo dico, non sono legali. E mi fate anche abbastanza schifo.
-Figli tra fratelli e sorelle. Si chiama incesto, cercate la parola incesto su Google così vi fate un'idea.
-Ho scopato mia nonna sul bus. Cosa cerchi esattamente? Qualcuno che abbia fatto la tua stessa esperienza?
-Ho scopato mia mamma che spero non sia lo stesso di prima, insomma.
-Piselli finti che non so a che vi servono, ma questa ricerca in realtà so dove porta, ovvero qui.
-Me la sono fatta sotto. Cosa? La pipì? La cacca? Quanti anni hai? Ho bisogno di maggiori informazioni per dare una risposta.
-Spacco bottiglia ammazzo famiglia. Ah.
-Barbie brutte. Non ci sono Barbie brutte, le Barbie sono tutte belle, però credo che la ricerca porti qui.
-Di averti. Questa è ripetuta più volte e non l'ho capita, se qualcuno me la spiega, gli offro una birra.
-Insulti intelligenti. Non esistono insulti intelligenti e, nel caso foste intelligenti non avreste bisogno di cercarli, parola di una che trolla la gente.
-Il signor parroco ha dato di matto. Succede, eccome se succede. Una buona soluzione può essere quella di chiamare l'esorcista.
-Mamma è scema. Sempre meglio di andarci a letto con la mamma, ma devo dirvi che una mamma non è mai scema, fatta eccezione per le mammine pancine amorose cuoriciose ovviamente.
-Ponte scritta 3msc. É un ponte a Roma nord -e io appartengo alla fazione Roma sud- verso Tor di Quinto, sopra ci passa Corso Francia, però devo darvi una tremenda notizia: la scritta ovviamente non c'è. 
-Come rompersi una gamba. Fa un male cane, porca miseria, ma come vi viene in mente? Io comunque mi sono rotta il ginocchio camminando. Per dire, eh.

Ce ne sarebbero almeno altre cinquecento da trascrivere, ma magari ne facciamo a meno e, per stavolta, direi che queste bastano e avanzano.
Un paio di anni fa, avevo scritto due post sull'argomento, indubbiamente molto meno precisi di questo, ma se siete curiosi li trovate qui e qui.

14 commenti:

  1. Sono decisamente out.Non ci ho capito niente

    RispondiElimina
  2. Mi e' venuto il mal di testa a cliccare qui..qui...qui...qui...������������������������������...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prossima volta metto qua e quo 😁😁😁😁😁

      Elimina
  3. Cara Gilda, spero che il tempo abbia fatto il bravo e che avete potuto fare festa.
    Ciao e buon ferragosto con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ferragosto lo abbiamo passato lavorando, ma va bene così.

      Un abbraccio grande 😘

      Elimina
  4. Un tempo le elencavo anche io, e davvero ci si fa un bel po' di risate.
    Ce n'è una che mi ha sempre lasciato di stucco, e rientra nell'ampio genere porno: cinesine inculate che piangono. Scusa la volgarità ma dovevo riportarla XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti prego adesso devi dirmi, se lo sai, a che post portava quella chiave di ricerca 😂😂😂😂😂

      Elimina
  5. Post davvero carino! Cosa utilizzi per vedere le chiavi di ricerca?

    RispondiElimina
  6. Articolo troppo carino e simpatico :) Aiuto, ma che si fuma la gente?

    RispondiElimina