venerdì 3 aprile 2015

Quanto costa la vita a due?

Lo so, è un argomento trito e ritrito. Ma volete forse che io non dica la mia sulla questione?
E poi, questa è una questione che mi sta particolarmente a cuore e che mi fa ribollire il sangue nelle vene.
Ho sentito persone giurare di vivere con 500€ in due e togliersi innumerevoli sfizi. INNUMEREVOLI.
Ne ho sentite altre dire che con 1000€ al mese erano praticamente ricchi e non solo si concedevano gli innumerevoli sfizi di cui sopra, ma addirittura mettevano centinaia di euro da parte. CENTINAIA.
E poi ho sentito gente credere alle innumerevoli cretinate di cui sopra, andare a convivere o sposarsi e lasciarsi dopo due mesi.
“Ah, litigavate tanto? Mi spiace moltissimo. Ma come mai? Eravate così uniti!!”
“Sai, i 400€ del suo stipendio non bastavano per arrivare alla fine del mese e discutevamo continuamente per i soldi”
“Ah, capisco!”

Sia chiaro eh, io non dico che non si possa completamente fare e che non ci siano persone costrette dagli eventi a vivere davvero con poco, ma da qui a dire che con pochissimi soldi si vive bene e ci si tolgono davvero numerosi sfizi...beh, dai ne passa!!!
Ora, per dire: noi viviamo a Roma che è una delle città dove il costo della vita è più alto.
Ma Roma è anche una delle città a più alta densità di popolazione, quindi credo che il costo della vita a Roma sia una cosa che non riguarda solo me.
Mettiamo caso che io debba pagare un affitto: almeno sono 800€ al mese per un bilocale ALMENO.
Poi ci sono le eccezioni:
600€ per un bilocale. In mezzo alle fratte, senza nessun essere umano nel giro di 35 km, nessun mezzo di trasporto pubblico (che poi, ok, i mezzi a Roma non sono esattamente funzionali, ma sempre meglio averli vicino).
Oppure si può scegliere di fare un mutuo. Se te lo danno. E anche lì non è che la rata del mutuo si paga da sola (o almeno, se conoscete un modo per farla pagare da sola, fatemi un fischio). Il costo è sugli 800€ al mese per un bilocale, più o meno quanto l'affitto. E in più si aggiungono tutte le tasse sulla casa.
Conosco gente che per risparmiare è andata davvero ad abitare in posti sperduti a 80 km da Roma. Ma sperduti davvero, eh. Con i mezzi pubblici a 30 km, con il primo supermercato a 20, con nemmeno un panificio o un' edicola o un ufficio postale nel raggio di chilometri.
“Eh ma sai io ho la villetta a due piani”
“O bello. E come mai non esci più di casa?”
“Perchè per raggiungere Roma per andare a lavoro ci metto cinque ore e per tornare a casa altre cinque. Sono troppo stanca e non riesco più a uscire”.
E comunque se si abita fuori Roma, cosa che puà risultare una scelta validissima, bisogna mettere in conto che quello che non si spende in affitto/mutuo si spende in benzina o abbonamenti vari ai mezzi. Quindi bisogna fare bene i conti.
E poi ci sono le bollette: gas, luce, acqua, telefono.
Vogliamo fare una media di 60€ al mese per due persone? Dai, diciamo che sono 60€ al mese.
Poi, per carità: dipende da quanto uno sta in casa, da quanto consuma, se è inverno o estate, se fa freddo o caldo, se si ci lava molto o poco, ma più o meno quello è.
E poi c'è il condominio. Facciamo altri 50€ al mese? E' sempre una media eh, dipende da un milione di cose.
Quindi sono già 110€ per queste cose.
Oh, si lo so, del telefono fisso se ne può fare a meno. Io e Fidanzato, però, non possiamo farne a meno, ma se proprio uno vuole togliere quello, facciamo che sono 40€ al mese di utenze in media.
E la ricarica/abbonamento del cellulare? Mettiamo altri 30€ al mese per due persone. Sempre in media eh, lo so che c'è chi si spara 30€ al mese da solo per avere il cellulare, 92 giga di internet, 388378748 minuti al mese di chiamate verso tutti, compresi numeri di Marte e Venere.
E poi si mangia. Ho sentito gente dire che la spesa settimanale comprendeva patate, cipolle e bastoncini di pesce. BASTONCINI DI PESCE. Buoni eh, il Capitan Findus era in lizza per diventare il mio fidanzato insieme al Tizio che non mangia salame, ma ecco, mangiarli tutti i giorni forse no. E poi non è che i bastoncini te li regalano.
Sono circa 250€ al mese se si vuole mangiare un minimo variegato e salutare: latte, formaggi, carne, pesce, legumi, pasta, frutta e verdura, biscotti e torte (o meglio, gli ingredienti per farli, ma, ebbene si, anche quelli si pagano).
Nel nostro caso, si aggiungono altri soldi perchè deve mangiare anche Cane Gnappo. E quanco c'era Cane Nero ovviamente spendevamo ancora di più in cibo per cani, anche perchè, in realtà, Cane Gnappo non mangia: lui spilucca. Mangiare sarebbe chiedere troppo.
Una volta accertato che comunque non morirà di stenti e privazioni, si è stabilito con il veterinario che se vuole mangiare poco, mangerà poco. Tanto non lo convinci: lui è troppo impegnato a correre, giocare, distruggere qualcosa per mangiare.
E sempre in tema di cani (o gatti o criceti o uccellini, ma vi prego non serpenti che mi fanno paura) ci sono le spese veterinarie e altre spese accessorie. Capisco che del cane o del gatto che sia se ne può fare a meno (non io però), ma se si decide di averne uno o due o dieci bisogna tenere in mente che si spende anche per loro.
E poi bisogna pur spostarsi, quindi c'è la macchina da mantenere, nel nostro caso due. Benzina, assicurazione, bollo e la manutenzione. Di recente, abbiamo dovuto cambiare gomme a batteria alla macchina di Fidanzato e sistemare una cosa che un allegro vandalo aveva distrutto nella mia. Costo totale: uno stipendio.
Ma della macchina se ne può fare a meno: non se come noi, fai turni che iniziano la mattina prima del sorgere del sole o la notte e finiscono la sera tardi.
E poi non esci mai? Se vuoi andare, che ne so, a cena fuori o al lago, la macchina non la prendi?
Ok, ci sono gli amici automuniti, ma che fai? Scrocchi passaggi da qui all'eternità? Dubito che ci sia qualcuno disposto a venirti a prendere e a lasciare a casa per anni. Anche perchè, almeno qui a Roma, le distanze sono immense e nessuno si farà 50 km per venirti a prendere, altri 50 per andare dove dovete andare e ancora altri 50 per riaccompagnarti. Lo farà una volta, forse due, ma poi basta.
Io sono fortunata: a casa di una delle mie più care amiche ci posso andare a piedi, ma di fatto la macchina la prendiamo una volta a testa quando usciamo. E ci mancherebbe che così non fosse.
E comunque, se pure a lavoro ci si può andare con i mezzi, l'abbonamento si paga.
E le spese mediche? Facendo i dovuti scongiuri, siamo abbastanza in salute, ma c'è stato un tempo in cui abbiamo spese tantissimi soldi per la salute. Spese non rimandabili e non dilazionabili nel tempo.
E le spese accessorie: un'uscita, un cinema, una maglietta o un paio di scarpe da comprare.
Eh, lo so, si può anche non uscire e le scarpe si possono anche non comprare. Ma non per sempre.
A stare chiusi in casa si impazzisce e comunque credo che sia un sacrosanto diritto quando si lavora sempre, poter spendere qualcosa per una pizza o una birra con gli amici.
E le scarpe nuove prima o poi serviranno perchè non è che un paio di scarpe ti dura tutta la vita. Idem le magliette, i maglioni, i jeans o qualsiasi altra cosa. E nel mio caso, le borse: a me serve sempre una borsa.
E gli imprevisti: la caldaia che si rompe, il frigorifero da cambiare o qualsiasi altra cosa. E gli imprevisti in una casa sono all'ordine del giorno. In realtà, non capisco nemmeno perchè li chiamino imprevisti visto che ce n'è sempre una.
Nel nostro caso, poi, ci sono anche le spese di viaggio. No, non andiamo in Messico ogni due mesi, ma vado quanto più spesso possibile dai miei genitori, da sola o con tutta la combriccola.
L'ultima volta che siamo andati eravamo in quattro con macchina al seguito e abbiamo speso una fortuna. La prossima volta saremo in tre, ma comunque non credo che il totale sia poi tanto più basso.
Spese non necessarie forse, ma per quanto mi riguarda vedere i miei genitori rientra nelle lista delle cose prioritarie. E anzi, se avessi più tempo, andrei ogni settimana.
Potrei andare da sola -cosa che effettivamente qualche volta faccio- ma provate voi a dire a Fidanzato:”Amore, vado a Palermo per tre giorni”
“E io non vengo?”
“Ehm, Amore tu non hai le ferie e poi vado solo tre giorni, Puoi sopravvivere anche senza di me”
“Non è giusto! Ci abbandoni, vogliamo venire anche noi”.
Cane Gnappo non mi considera per una settimana, quando c'era Cane Nero non mi considerava per due. E al mio ritorno, subisco l'ispezione della valigia.
“Non ci hai portato niente?”
In pratica, non metto vestiti in valigia per portare cibo in quantità al Fidanzato e ossi ai cani.
L'ultima volta che sono andata da sola, quando sono tornata a casa, Cane Gnappo ha aperto la valigia e Cane Nero ha spostato a suon di musate il contenuto per cercare il loro regalo. Che, per la cronaca, hanno trovato.
“Cane Nero, Cane Gnappo, potete aspettare che vi apro io gli snack che vi hanno mandato i nonni?”
“Bauuuuu. Muuuu. Bauuu. Muuu”
“Va beh, fate voi, mangiate anche i vestiti”.
C'è però da dire che quando andiamo dai miei, poi non facciamo la spesa per sei mesi.
Ho perso il conto del totale, ma a occhio direi che 500€ per due non bastano. Con tutta la buona volontà, le cose da pagare ci sono.
E ok, Roma è una delle città più care, è vero. Ma vi assicuro che i miei genitori vivono a Palermo e anche loro spendono soldi. L'affitto o il mutuo si pagano anche a Palermo, le bollette arrivano anche a loro, la spesa la fanno pure loro. Spendono meno di noi, ma comunque spendono.
E lo stesso vale in qualsiasi altra città d'Italia.
Per quanto riguarda l'estero, cercasi volontari disposti a farsi intervistare sul costo della vita in altri paesi.

25 commenti:

  1. Ecco la volontaria dall'estero! Per quanto mi riguarda, i conti sono gli stessi. Viviamo in una grande città francese, gli affitti sono cari se si vuole abitare in una casa decente. Per un bilocale sui 60/70 mq, pagare meno di 800/850 euro è difficile. Certo, ci si può spostare in periferia e risparmiare quei 100/150 euro, ma le case moderne hanno i muri di cartongesso e se il vicino starnutisce tu puoi dirgli "salute" senza muoverti dal divano. E poi, dai, le banlieu francesi non sono il top in quanto a sicurezza, qualità di vita e relazioni sociali. Par contre, in centro i palazzi sono bellissimi ma spesso gli appartamenti sono in pessime condizioni. La manutenzione costa e chi affitta non ha voglia di spendere per gli altri. Per trovare appartamenti tenuti meglio, devi pagare. Per quanto riguarda le bollette, anche noi siamo sui 100 euro in due al mese, di media. Cibo: dipende ovviamente da cosa mangi, la soupe à l'oignon è buonissima ma mica puoi mangiarla ogni giorno!Secondo me a 200 euro al mese si arriva facilmente. Poi ci sono telefono/internet e mezzi pubblici, qualche vestito ogni tanto, un cinema, una cena al ristorante. Ovviamente, gli svaghi sono soggettivi, è difficile quantificarli. Ma, lo sai bene, sono assolutamente convinta che con 1000 euro in due non si viva bene: se hai solo quelli te li fai bastare, ma tranquilla non sei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente convinta anche io che se hai solo quelli ovviamente te li fai bastare,ma la qualità della vita,altrettanto ovviamente,scende moltissimo.
      Quelli che dicono di vivere benissimo con due lire...beh,non sono convinta che dicano la verità!!!

      Ma davvero alla manutenzione straordinaria,in Francia,i padroni di casa non ci pensano? (Anche qui fanno fatica,per carità,ma sono sempre stata dell' idea,magari sbagliata,che x quanto in quella casa ci vivano altri,è pur sempre casa tua e dovrebbe essere tuo interesse pensarci).

      Elimina
    2. Ci pensano poco. Nell'iper-centro molti degli appartamenti sono dati in affitto agli studenti e ne ho visti tanti ridotti abbastanza male: buchi nel pavimento, infissi marci e scrostati, armadi a muro che non si chiudono più. Inoltre qua c'è un po' l'abitudine di far passare i fili e i tubi esterni, quindi spesso tra muro e tubi ci sono dei buchi enormi. Una delle prime cose da chiedere quando visiti una casa in centro è se ci sono topi!

      Elimina
    3. Trovassi un topo penso che potrei morire!!!
      Cmq la situazione era molto simile in molte case di Bologna destinate agli studenti... a quanto pare,tutto il mondo è paese...

      Elimina
  2. quando studiavo a Londra, una sera ho trovato un topo in camera. troppo stanca per fare qualcosa ho lasciato il topo dov'era.La mattina dopo, aprendo la porta ho coinvolto il topo che bivaccava sulle scale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo so che schifo. Ma che facevo.... dormivo per strada

      Elimina
    2. Non so oggi, ma quando c'ero io, non era un fatto anomalo.

      Elimina
    3. a Londra ho avuto anche io i topi in casa per un periodo (breve perché li ho inondati di veleno, porelli). E non era un caso isolato, tutti i miei amici che vivevano in case vecchie presto o tardi ne vedevano uno. Quando andai in farmacia a comprare un disinfettante spiegando la situazione mi dissero testualmente "se i topi portassero malattie serie la popolazione di londra sarebbe decimata. Stai tranquilla non corri rischi". Vacci a credere... :D

      Elimina
  3. Al di là del fatto che mi sono ribaltata dalla sedia a leggere dei bastoncini.....
    Io come sai vivo in Grecia, ma non faccio molto testo perché vivo in un paesino dove la vita è decisamente meno cara e non ho né affitto né mutuo......ma con tutto ciò solo adesso che lo studio di Marito è avviato per bene e la mattina lavora pure in clinica riusciamo a mettere qualcosa da parte...prima no! Perché le spese le abbiamo anche noi ovviamente, perché la nostra alimentazione è quanto meno varia, perché 1 litro di latte non ci dura 1 settimana ma 4 giorni quando va bene, perché abbiamo 2 macchine che abbiamo finito di pagare da poco e che sono necessarie per muoverci, perché ci piace vivere e anche se non usciamo di certo tutte le sere vogliamo poterlo fare se ne abbiamo voglia.
    La situazione nelle città qui comunque è del tutto assimilabile a quella da te descritta....quindi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me un litro di latte dura due giorni, quando sono dai miei con Fidanzato un litro di latte dura al massimo una mattinata e spesso bisogna aprirne un'altra confezione :P

      Cmq, assolutamente sacrosanto voler VIVERE. Devo capire se chi dice che non ha bisogno di determinate cose lo dice perchè lo pensa o per altro...

      Elimina
  4. Mi sto leggendo tutto il tuo blog, e sto morendo ^_^ In particolare, cane Gnappo lo adoro per due motivi, uno perché è un cane, e due perché ha lo stesso nome (soprannome) di una mia cara amica!! (La Gnappa).
    Per il resto pienamente d'accordo con tutto, sarebbe bello se potessero bastare due cuori e una capanna, ma purtroppo non si vive d'aria!
    Simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      anche da parte di Cane Gnappo che dice che per lui basterebbero due cuori e un sacco di croccantini :p

      Elimina
  5. Volontaria dalla Germania! Noi siamo fortunati perché viviamo in una città dove il costo della vita e degli affitti è basso (530 di affitto, trilocale in pieno centro) e quasimarito che ha un ottimo stipendio che mi permette di cercarmi un lavoro con calma o di non trovarlo mai (diononvoglia). Però 1000 euro ti bastano solo se hai la casa tua. S
    Forse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho qualche dubbio pure se hai la casa tua, tra tasse, manutenzione, ecc XD

      Elimina
  6. Negli USA la vita e` cara, non si possono fare paragoni con l'Italia, a partire dai costi delle bollette, del cibo e di tutto il resto..come molte altre expat in USA direi che la media per vivere benino in una citta` media ( non NY ne` LA ne` SF) e potersi cominciare a permettersi qualcosa, e` con uno stipendio di 2500/3000 $ al mese almeno per la mia esperienza. Vorrei ricordare che qui non c'e` neanche Ryan Air ed un semplice viaggio aereo, non e` mai sotto i 350$

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa cosa dei voli aerei molto costosi, soprattutto se paragonati ai prezzi delle compagnie low cost che ci sono qui, me l'ha detta anche una mia amica che viveva in Texas e adesso è in Virginia.
      Pensa che io, che ai tempi guardavo Sex&The City e le vedevo salire e scendere dall'aereo con grande facilità, ero convintissima che volare negli USa fosse super economico....

      Elimina
    2. no purtroppo non lo e`...sex and the city: ahaha! per quello neanche vestirsi come loro e avere l'armadio pieno di scarpe di Manolo B o jimmy Choo e` molto normale

      Elimina
    3. Quindi negli usa non portate solo scarpe Jimmy Choo? :P

      Elimina
  7. Io da sola con 500 euro affitto compreso non ci ho vissuto da nessuna parte, e sono stata in 6 paesi europei diversi negli ultimi 10 anni. Forse in una città molto piccola condividendo l'appartamento e con i mezzi che funzionano molto bene.... certo e' che all'estero alcune cose possono costare meno che da noi (i mezzi pubblici a volte, o il cellulare, o alcune bollette, o magari non serve la macchina), ma condivido in pieno quello che dici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli che dicono di vivere con 500 Euro in due non so se mentono o se vivono in condizioni tremende...

      Elimina
  8. E pensa quando Marito ha una ex moglie da mantenere per l'eternità.... Altro che 500 euro! P.S. Adoro anch'io cane Gnappo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cane Gnappo ringrazia :)
      Comunque, ho letto spesso di padri che si "rovinano" per mantenere le ex mogli... non oso immaginare come le spese aumentino in questo caso!

      Elimina