Perchè NonPuòEssereVero?

Non può essere vero è una frase che ho pronunciato a lungo in un periodo non esattamente felice della mia vita.
Perché, ecco, io facevo fatica a credere che tutte quelle cose orrende stavano succedendo proprio a me. E non sembravano neanche tanto vere quelle cose che succedevano o quanto meno non potevano essere vere.

E allora una notte ho deciso che io tutte quelle cose che non potevano essere vere le volevo scrivere, ma non avevo certo la pretesa che qualcuno le leggesse e invece, piano piano, qualcuno ha iniziato a leggere le mie storie in cui racconto, giorno dopo giorno, la mia vita.

Da non può essere vero, che scritto così mi sembrava tanto banale, sono arrivata a NonPuòEssereVero e guai a scriverlo nel modo sbagliato che ci rimango male.

Adesso NonPuòEssereVero è felicità, è gioia, è ironia ed è divertimento.
Non sono più soltanto racconti di vita quotidiana inverosimili, ma è la mia parte migliore, la mia creatura. E ne vado tanto fiera, tantissimo.

Quando è nato, NonPuòEssereVero, era così: 

Poi è diventato così:


Per un periodo, provvisoriamente, è stato così:

E oggi, è così:

Dentro NonPuòEssereVero, oggi c'è tutta la mia vita: i miei due cani, Fuffi e Milly, e poco importa se la Milly non è più con noi; la televisione e la ginnastica artistica.
Ci sarebbe anche un Marito, ma è timido, quindi non è nell'immagine.

2 commenti: