venerdì 25 maggio 2018

Cosa fare se si infila un pezzo di vegetale in un occhio

Cosa fare se si infila un pezzo di vegetale in un occhio? è una domanda che vi siete posti tutti almeno una volta nella vita, vero?
Perché in fondo chi non immagina che prima o poi gli si possa infilare un pezzo di vegetale in occhio?
Se state pensando che è impossibile e che sono completamente impazzita, lasciatemi prima spiegare.

Ieri avevo un fastidio incredibile all'occhio destro, un enorme fastidio all'occhio destro.
Ad onore del vero, inizialmente era un fastidio sopportabile, ma piano piano è iniziato a peggiorare.
E sempre ad onore del vero, giusto per confermare quanto io sia cretina, un lieve fastidio lo avevo anche due giorni fa, ma chiaramente avevo ignorato la cosa.
In fondo, chi è che si preoccupa se ha un fastidio all'occhio?
Ho evitato accuratamente di cercare su Google i sintomi del fastidio, visto che come minimo avrebbe detto che era assolutamente necessario asportare la cornea o roba del genere.
E io ho anche gli occhi operati (qui per saperne di più), quindi meglio non sapere.
Che poi, l'occhio non era gonfio, non era arrosato e, a occhio nudo, non si vedeva un tubo, quindi immagino che il marito -che ha scrupolosamente analizzato il mio bulbo oculare- abbia pensato che fossi pazza.
Sono anche andata in farmacia accompagnata dal marito e il farmacista mi ha dato delle goccine lenitive per cercare di fare passare questo fastidio misto a dolore: goccine che ovviamente non solo non hanno alleviato un bel niente, ma secondo me hanno anche peggiorato la situazione.
Mi sono messa a letto scoprendo di non riuscire neanche a chiudere gli occhi, così ho deciso di andare all'Oftalmico che altro non è che un ospedale -munito di pronto soccorso- che si occupa solo di occhi.
Ovviamente, l'ospedale Oftalmico è dalla parte opposta di Roma rispetto a casa mia, si trova a Piazzale degli Eroi e adesso comprendo che mai nome fu più azzeccato visto che riuscire ad arrivarci, considerate le condizioni del mio occhio, è stata un'impresa eroica.
Ora analizziamo la questione fortuna della vicenda: sono arrivata e ho trovato parcheggio praticamente davanti l'ingresso del pronto soccorso (e no, non è così scontato) e per di più non c'era quasi nessuno, solo due donne, presumibilmente madre e figlia. Giustamente ma chi è che va al pronto soccorso oftalmico di giovedì sera?
Mi hanno dato un numero scritto su un pezzo di carta, il 666, e ho aspettato ben tre minuti seduta in sala d'aspetto.
Dopo questa brevissima attesa mi sono presentata al cospetto di un medico (che ho poi rinominato "il salvatore") che, dopo accurata visita (giuro, sono seria) ha sentenziato: "c'è un corpo estraneo, ha un vegetale dentro l'occhio".
"Un vegetale dentro l'occhio?"
"Si, un vegetale"
"E ora?"
"Lo togliamo".
Mi hanno anestetizzato l'occhio (tant'è che io il bruto pezzo di vegetale mica lo sentivo più) e poi ho visto un attrezzo che immagino in passato servisse a torturare la gente che volevano infilarmi dentro l'occhio.
Ora, tutto bellissimo, ma l'attrezzo dentro l'occhio anche no.
Il vegetale però si stava cicatrizzando dentro l'occhio (o qualcosa del genere) e quindi non poteva più stare lì, il vegetale andava sfrattato con l'attrezzo della tortura.
"Stia ferma"
Io non sto ferma mai e quando dico mai intendo davvero mai.
"Feeeermaaaaa"
Sono stata ferma, o almeno credo, e il bruto vegetale è stato rimosso.
"Scusi, ma che vegetale era?"
"È microscopico impossibile saperlo, potrebbe essere un pezzo di foglia".
Un pezzo di foglia. O un pezzo di zucchina. O un pezzo d'erba. O di qualsiasi altra cosa vegetale. Il tutto dentro il mio occhio destro.



Considerate comunque che un corpo estraneo di tipo vegetale (e non solo) può creare seri danni all'occhio se non viene rimosso, cosa che onestamente non credevo.

La gentile infermiera mi ha poi messo un unguento malefico e appiccicoso e mi hanno bendata. Si, tipo Capitan Uncino. Sono uscita da lì in meno di mezzora con la benda (bianca e non nera, ci sono rimasta un po' male) e il referto in mano, referto che credo conserverò per i miei eventuali figli di modo che sappiano di avere una madre a cui succedono cose improbabili.
Il cane, al rientro a casa, si è spaventato e dopo aver provato ad annusare la benda, avvicinandosi, ma fuggendo quando era troppo vicino, si è nascosto sotto una coperta e non l'ho rivisto fino a stamattina.
Stamattina mi sono sbendata (me l'hanno detto loro, eh, non ho fatto di testa mia) e ho notato che lì dove c'era il pezzo di vegetale l'occhio è arrossato di brutto, giustamente la rimozione del corpo estraneo che stava per cicatrizzarsi (mi viene il dubbio che la parola usata dal medico non fosse questa, ma il senso è questo, quindi ce la faremo andare bene) dentro il mio occhio ha causato un trauma all'occhietto, povero caro.
Mi aspettano adesso cinque giorni di unguento sull'occhio e questa credo sia una punizione del karma visto che il cane mi ha lanciato gli anatemi quando gli ho spalmato la pomata antibiotica per giorni sull'occhio causa congiuntivite.
L'unico che mi ha preso sul serio, per la cronaca, è stato mio padre che mi ha riferito che da giovane gli si era infilata una scheggia di ferro dentro l'occhio e che l'episodio gli era passato di mente, ma grazie alla sua unica figlia a cui si infilano pezzi di vegetale in un occhio se n'è ricordato.
Gli altri, giustamente, hanno riso fino alle lacrime.
Mia madre e il marito ci hanno provato ad essere seri e a compatirmi, ma non erano molto credibili.
C'è da dire che io sono la stessa che si è rotta un ginocchio camminando (qui per saperne di più), quindi il fatto che mi si sia infilato un pezzo di vegetale in un occhio non dovrebbe stupire nessuno. Che poi eh, io sono allergica anche a buona parte dei vegetali, quindi mi ha anche detto bene: direi anche che possiamo affermare con certezza che non fosse, che so, un pezzo di pisello.

Quindi cosa bisogna fare se si infila un pezzo di vegetale in un occhio? 
A naso mi viene da dire che tocca andare in pronto soccorso, farselo togliere subito perché potrebbe causare danni e poi adattarsi al fatto che si verrà presi in giro per almeno sei anni, com'è giusto che sia.
E, scherzi a parte, nel caso in cui ci sia il sospetto (che io non avevo, ma tant'è) di un corpo estraneo (magari non un pezzo di vegetale) dentro l'occhio l'unica cosa saggia da fare è sempre e comunque andare in pronto soccorso o dall'oculista. Subito.


Ps. Sempre perché il karma esiste: stamattina al cane si è incastrato un filo d'erba tra i denti e ha fatto una tragedia. Così impara a trattarmi da appestata per una benda sull'occhio.

18 commenti:

  1. Risposte
    1. Adesso capisci perché ho chiamato così il blog? :D

      Elimina
  2. Non avevo mai sentito nessuno che avesse avuto un vegetale in un occhio ma schegge di legno o di ferro sì, non si scherza con la vista meglio farsi vedere subito da un medico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Testimonianze di schegge di ferro me ne stanno arrivano un sacco, ma di pezzi di vegetali onestamente anche per me è la prima volta :D

      Elimina
  3. Ho letto ieri su FB! XD
    Beh, posso immaginare il fastidio: un mio amico ha appena dovuto togliere una scheggetta micromicromicro di quelle che scintillano via dalla saldatrice.
    Insomma, un macello. Almeno a te era una questione bio-veg XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi? Sono anche eco-sostenibile!

      Ps. Hai visto come sono bella con la benda da pirata? :D

      Elimina
  4. Caspita, io mi sono tagliata dentro l'occhio (la cornea?) con un filo d'erba da ragazzina, rotolandomi su un prato, ed è stata una rottura, ma anche tu non scherzi, eh?
    Guarisci presto
    Chiara

    RispondiElimina
  5. Povera te! Che bizzarria che ti è capitata però complimenti per il modo che hai di sdrammatizzare, non è da tutti!

    RispondiElimina
  6. Si stava incistando?
    No ma voglio capire come ci è finito! Portato dal vento? E ti ha detto veramente culo all'Oftalmico, il mio ex 4 ore di attesa ha fatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente Livia, praticamente stava diventando un tutt'uno con la pupilla :D
      Non ho idea di come ci sia entrato, ma so che sono stata molto fortunata all'Oftalmico, mi hanno detto diverse persone che di solito c'è da aspettare ore... forse non c'era molto gente perché era giovedì sera, chi lo sa!

      Elimina
  7. Ti faccio pat pat sulla spalla, ti capisco bene... L'altro giorno, nel pieno del mio malumore, ho detto una cosa cattiva e non vera al mio fidanzato, due giorni dopo sono stata karmicamente trafitta al piede da una asticella di ferro che si trovava sul marciapiede. In pratica l'asticella mi ha bucato la scarpa e il piede. Antitetanica (che ho il terrore delle siringhe, giustamente il karma ha "calato l'asso") e una settimana di antibiotici. con effetti collaterali.
    Però che coppia faremmo, tu con la benda all'occhio e io che zoppico come se avessi la gamba di legno xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maya però tu mi batti, all'asticella di ferro che trafigge il piede non ci arrivo manco io :D

      Elimina
    2. Fareste il gatto e la volpe. ahahahah
      Ma piuttosto non è che per affettare le verdurine fini-fini hai usato le lame rotanti e ti è partita una scheggia?

      Elimina
    3. Mira a naso direi di no perché di solito non affetto verdure molto fini, al massimo taglio le zucchine a pezzi con il coltello normale...

      Elimina