domenica 27 maggio 2018

Come arrivare in Sicilia in macchina (partendo da Roma)

Dove andate in vacanza quest'estate? hanno già cominciato a chiederci.
E come ci andate? hanno aggiunto dopo.

Le nostre vacanze estive sono sempre e comunque in Sicilia, per scelta.
Base a Palermo, dove abitano i miei genitori e dove c'è abbastanza spazio per tutti (anche troppo, adesso mi spiego perché i miei genitori hanno una casa così grande: per accogliere me, il marito e il cane ovviamente), con intenso programma da me redatto -con enorme anticipo- per girare quanti più posti possibili. 
Per la cronaca, il programma non lo rispettiamo mai visto che a me vengono le folgoranti illuminazioni su dove andare e cosa fare. Tipo quando mi sono fissata con la gita a Gibellina Nuova per andare a vedere le sculture di Arnaldo Pomodoro e la Montagna di Sale di Mimmo Paladino.
Mio padre, mia madre e l'amato marito me lo rinfacciano ancora e, dopo avermici portata mi hanno caldamente consigliato di non nominare mai più Pomodoro pena l'abbandono in autostrada.

Come andiamo in Sicilia da Roma? In macchina, senza se e senza ma.
Noi ci portiamo dietro il cane (qui per saperne di più) perché le vacanze non sarebbero vacanze senza di lui. Quando i cani erano due ce li portavamo dietro entrambi, quindi la macchina è sempre stata la scelta più sensata. Se volessimo andare in aereo, dovremmo far viaggiare il nano a pois in stiva e sinceramente, anche no.
E poi c'è da dire che noi giriamo tantissimo, andiamo da una parte all'altra della Sicilia senza mai fermarci e anche se restiamo a Palermo, usciamo tantissimo: entrambe le cose sarebbero impossibili senza macchina.
Certo, mio padre potrebbe prestarci la sua, ma un conto è togliergli l'auto per una sera, un altro conto è togliergliela per un mese intero (si, facciamo ferie lunghe noi, ne avevo parlato qui). Credo che mio padre, per quanto mi ami immensamente, ne morirebbe o, piuttosto, preferirebbe farmi da taxi (cosa che, per la cronaca, fa comunque).

Abbiamo due alternative per andare da Roma a Palermo in macchina: prendere la nave o fare il viaggio via terra (che tanto un pezzetto di mare da attraversare c'è comunque).
In entrambi i casi servono due cose: la patente (meglio se più di una se non si viaggia da soli) e la macchina. Se non avete un'auto si può sempre pensare di noleggiarla, prima di partire o una volta arrivati.
Noi preferiamo fare il viaggio via terra, ma ogni tanto cediamo al fascino della cabina amici a quattro zampe che costa quanto un rene manco ci fosse un gatto siamese che pettina il pelo di Fuffi tutta la notte, ma tant'è.
Da casa mia a casa dei miei genitori ci sono esattamente 932 km (compresi quelli dello Stretto di Messina), il tempo di percorrenza è di circa 10 ore senza soste e senza intoppi.
Considerate però che io faccio pipì di continuo e, soprattutto, mi ricordo di doverla fare quando si è appena partiti dall'area di servizio, quindi è un fermarsi continuo e poi ecco, pensare di non trovare intoppi quando si percorre la Salerno-Reggio Calabria mi pare un tantinello eccessivo.
La scorsa estate abbiamo scoperto, provando un misto di gioia e commozione, che avevano finito i lavori. Io guidavo e immaginavo di trovare un cantiere da lì a poco, ma niente: arrivati a Salerno non avevamo trovato una deviazione, un pezzo ad una sola corsia, niente di niente. Ed effettivamente ci avevamo messo poco più di dieci ore.
In altri casi, ci è capitato di dover uscire dall'autostrada e percorrere km e km di strada statale o, nella peggiore delle ipotesi, di arrampicarci su una strada tutta curve che faceva venire la tachicardia solo a guardarla. Però eh, c'erano i cartelli che indicavano che quella deviazione era la strada giusta, quindi ci siamo fidati.

Quanto spendiamo per andare via terra o in nave? (Lo so che è la cosa che vi interessa di più, mica sono scema).
Via terra noi consideriamo circa 130€ di benzina, a volte meno, a cui si aggiunge il pedaggio autostradale di circa 30€. Se vi sembra poco considerate che l'autostrada si paga da Roma a Salerno e poi da Messina a Cefalù. La Salerno- Reggio Calabria è gratis e ci mancherebbe pure visto che ci hanno messo trent'anni a finirla (ma io lo so che prima o poi si pagherà anche quella).
Poi c'è il traghetto: Villa San Giovanni-Messina costa 38€, ma io usufruisco dello sconto residenti o per nascita e quindi paghiamo 37€. Si, avete capito bene: addirittura 1€ di sconto.
Di recente ho scoperto che facendo il biglietto online paghiamo 35€, ma non viene applicato l'enorme sconto residenti (penso di potermene fare una ragione, eh).
In teoria il traghetto ha degli orari, in pratica arrivate lì e scoprirete quanto dovete aspettare: io ho fatto anche quattro ore di fila, così come mi è capitato di arrivare e salire al volo.
A questi aggiungeteci i caffè e tutti i soldi spesi nelle varie soste che se viaggiate con un marito come il mio sono tanti.
Via nave la questione diventa un attimo più costosa: facendo il biglietto molto prima credo non si spenda poi così tanto, idem se si viaggia in periodi dell'anno con minore affluenza.
Noi di solito paghiamo una cifra che va dai 250€ quando ci dice molto bene ai 450€ quando ci dice molto male. Ovviamente a tratta, eh.
Io ho lo sconto residenti o per nascita che però è un misero 10%: per usufruirne nella carta d'identità ci deve essere scritto che siete nati o risiedete in Sicilia, quindi non ci provate se siete nati a Bagnacavallo e siete residenti a Vicenza.
Prendiamo la cabina amici a quattro zampe e imbarchiamo la macchina, dormendo sul ponte e senza macchina immagino costi molto meno, ma non ho idea.
A questa cifra va aggiunta benzina e pedaggio per arrivare a Civitavecchia o a Napoli (nel nostro caso, è quasi sempre Napoli).
Noi comunque non abbiamo esattamente un rapporto idilliaco con la nave, ve l'ho detto (qui potete anche leggere un mio lamentosissimo post al riguardo).
Se doveste decidere di noleggiare l'auto a questi costi dovete aggiungere quelli del noleggio, quindi meglio fare un'accurata ricerca prima (noleggiare un auto).
A questi costi bisogna aggiungere un eventuale hotel, il cibo e tutto quello che serve durante la permanenza in Sicilia, costi che non sono uguali ai nostri perché abbiamo casa e no, i miei genitori non ci fanno pagare l'affitto.


Il viaggio sembra lungo, ma in realtà si arriva in un attimo e la Sicilia merita davvero tantissimo: ogni volta che facciamo il viaggio via terra e scorgo la costa della mia amata isola mi vengono le lacrime.
"Amore guarda si vede, si vede, si vedeeeeeeee"
"Hai visto amore mio?"
"Si che bello, siamo arrivati!"
"Amò, ci stanno ancora più di 200 km e prima tocca passare lo stretto"
"Ah già".


La foto del post è di Samira El Bouchtaoui.

12 commenti:

  1. Da casa mia sono 1509km, quindi no, in macchina credo mai. Con altro mezzo, forse, prima o poi ce la farò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà è fattibile, però credo sia il caso di spezzare il viaggio :D

      Elimina
  2. Non capisco perché non provate in treno ;-)
    (ho un marito francese che sogna di prendere il treno che sale sul traghetto, o un giorno cambia idea o mi sa che la sicilia non la vedremo mai, almeno non insieme)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In primis perché è scomodo, io ho viaggiato per anni in treno da Bologna a Palermo quando ero studentessa fuori sede e questo tipo di treni sono spesso scomodi, il cane non potrebbe viaggiare in cuccetta con noi e poi, una volta arrivati a destinazione, resterebbe il problema auto (affittare un auto per un mese costa almeno il triplo che utilizzare la propria) :)

      Elimina
  3. Che poi i viaggi in auto sono anche piacevoli e se guidate tutti e due pesa molto meno! Credevo si spendesse un po' di più via terra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi di solito ci alterniamo, in particolare se viaggiamo di notte. Se viaggiamo di giorno spesso il marito non vuole il cambio.

      Comunque si, in realtà non si spende moltissimo!

      Elimina
  4. Noi la scorsa estate ci siamo andati partendo da Bologna ma facendo tappa all'andata a Pompei e al ritorno a Caserta. E' stata una vera avventura, specie per le due bambine, ma ne è valsa la pena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io da Bologna l'ho fatto un paio di volte quando ero ggggiovane 😍
      Comunque si, secondo me ne vale la pena perché si vedono tante cose!

      Elimina
  5. Io in macchina faccio fatica ad arrivare a Roma, passate le 4 ore mi viene male d'appertutto.No non è l'età sono sempre stata così anche a vent'anni...quest'anno però Paelrmo è la capitale della cultura quindi sto ricevendo diversi inviti e devo dire che cercherò di organizzarmi per andarci con una collega...noi però aereo più macchina a noleggio...siamo vecchie dentro e fuori��

    RispondiElimina