venerdì 15 giugno 2018

Perché leggete il mio blog se non vi piace?

Stamattina mi hanno detto, cito testualmente, che "non sono nessuno", "non sono la Ferragni", che i miei post "sono una lamentela continua e sto sempre a piangermi addosso" e che "ho manie di persecuzione".
E pensate che non ho ancora scritto niente riguardo una spiacevole situazione lavorativa che mi ha colpito parecchio (e di cui, prima che qualcuno lo chieda, non è attualmente il caso di parlare). Lì si che potrei davvero essere pesante e fastidiosa.
Io non ho mai avuto questa sensazione visto che ho sempre affrontato la vita con estrema serenità, nonostante tutto, ma ecco, la vera domanda è: perché leggete il mio blog se non vi piace?
Non si può piacere a tutti, parola di una che a 13 anni era oggettivamente bruttina, non so se erano gli occhiali da vista o il culo che è sempre stato un tantino esteso. Giusto un tantino, eh. Mica che mi servivano due sedie unite per sedermi.
Certo eh, confesso che mi piacerebbe camminare per strada su un tappeto rosso mentre tutti i presenti spargono petali e sventolano palloncini rigorosamente gialli, ma no, non si può. 

Io non leggo blog che non mi piacciono, non vado al cinema a vedere film che presumo mi facciano cagare, non guardo il badminton in tv, non ho un marito che ritengo un cesso fotonico, non mangio la trippa e il fegato alla veneziana, non compro vestiti che non metterei manco al mio cane, non ho arredato casa mia in stile vittoriano per lo stesso motivo per cui non compro magliette che non metterei manco al mio cane. Potrei continuare all'infinito, ma mi sa che avete capito cosa intendo.
Se una cosa la trovo noiosa, brutta e triste non la considero.
Se trovo che un blog sia una lamentela continua non lo leggo.

A me questo blog piace, è la mia creatura, il mio pargoletto.
Non mi piacciono, invece, tutti i post: alcuni li trovo dei capolavori, altri invece ecco, ehm, non so neanche perché li ho scritti. O forse ero posseduta dal fantasma di qualcuno mentre scrivevo. Tipo Ghost quando Oda Mae cede gentilmente il suo corpo a Sam per parlare con Molly, presente, ve'?.
Ovviamente come ogni controsenso che si rispetti, tutti i post che piacciono meno a me piacciono da morire a chi li legge, mentre i miei capolavori, a cui sono anche affezionata, non li caga (quasi) nessuno.
Post a cui non avrei dato mezza lira hanno sbancato il botteghino di Analytics, post in cui credevo fermamente li ho letti io, mia madre, mio padre e forse -ma non ci metterei la mano sul fuoco- mio marito.


Detto questo: se un blog non vi piace perché cazzo lo leggete?
Se pensate che chi scrive un blog sia nessuno e che i contenuti siano un piagnisteo continuo perché vi ostinate a farvi frantumare le gonadi?
Leggete Il fatto quotidiano, no? O Repubblica. O Topolino che a me, per la cronaca, piace da morire.
Vi giustifico solo se mi leggete perché è Google a portarvi qui quando cercate cose tipo "calore polpaccio" o "porno vero": ovviamente in questi casi non è colpa vostra se mi state leggendo, ma colpa di Google, quel birbante che non capisce che se cercate porno dovrebbe indirizzarvi su YouPorn e non su NonPuòEssereVero, ma tant'è.
Se invece tornato qui a leggere in modo recidivo nonostante il frantumamento di palle provocato siete scemi, eh. Ve lo dico.

Devo però anche aggiungere delle cose.
Io, ad esempio, non ho mai pensato di essere qualcuno, in realtà devo confessarvi -qualora non lo sappiate già- che ho un lavoro che non è scrivere su questo blog. Un lavoro di quelli che il 27 del mese ti accreditano lo stipendio in banca, così come a Giugno a Dicembre ti accreditano quattordicesima e tredicesima. E anche i buoni pasto. Per dire, eh.
Mangio con quello e con il lavoro del marito. Non con le cagate le cose altamente intelligenti che scrivo.
Poi ecco, il fatto che i miei post vengano copiati mi fa girare le palle (qui vi fate un'idea al riguardo) e devo confessare che penso proprio che se nessuno li leggesse non ci sarebbe nessuno che li copierebbe, ma tant'è.

E poi Fedez non mi piace, quindi ecco, non so se mi piacerebbe essere la Ferragni.
Non credo neanche che mi piacerebbe essere criticata ovunque per la forma dei miei piedi o di qualsiasi altra parte del mio corpo, motivo per cui sono abbastanza furba -ma io posso farlo, lei no dato il lavoro che fa- da non mettere foto del culo esteso di cui sopra.
Poi ecco, magari sui suoi soldi un pensierino ce lo farei, ma visto che non le piovono dal cielo e mi sa che tocca prendersi il pacchetto completo, mi tengo la mia vita. E mio marito che io trovo bellissimo, forse perché gli dicono che somiglia a Tiziano Ferro, cosa che secondo me non è vera e, ve lo dico, quando si tratta di mio marito il mio parere conta più di quello di chiunque altro, anche se a sostenere questa cosa siete in mille e io sono una.
Al massimo, potrei considerare il parere del cane, ma lui non parla, quindi pace.

E infine devo confessarvi una cosa: la vita non è solo bella, ci sono anche cose brutte, terribili, ci sono cose per cui piangersi addosso -anche se io non sono convinta di farlo- va fatto eccome.
Ecco, ad esempio c'è chi è incastrato in un lavoro di merda e non può licenziarsi perché deve pagare il mutuo.
C'è chi un lavoro non ce l'ha proprio e non sa come arrivare a fine mese.
C'è chi non ha una casa e dorme in macchina o per strada.
C'è gente a cui vengono diagnosticati mali incurabili e l'unica cosa che può fare è aspettare la morte.
C'è gente a cui muore un figlio, cosa a cui onestamente non so se sarei in grado di sopravvivere.
C'è gente che ha, letteralmente, famiglie di merda.
C'è gente che sposa o si fidanza con qualcuno che pensa bene di sfregiarlo con l'acido. O che, se non arriva all'acido, pensa che picchiare e violentare psicologicamente chi si dovrebbe amare è cosa buona e giusta.

E senza arrivare a casi limite, ci sono situazioni in cui si sta con un uomo o una donna che magari è una persona eccezionale, ma che non si ama più, perché non si sa cosa fare e dove andare.
C'è per chi è un problema se arriva una bolletta della luce più alta del solito e contemporaneamente si rompe la lavatrice e va sostituita, magari a fine anno quando c'è pure il conguaglio delle tasse.
C'è chi non parla da anni con un genitore o un fratello e ne soffre.
C'è chi assiste un genitore disabile al 100% e non ha il supporto del servizio sanitario nazionale, magari deve lasciare il lavoro o deve trovare il modo di avere giornate da 72 ore. O magari vive a Milano e il genitore disabile è a Roma e lì tutto si complica.
Tutte cose che, scusate, non ritengo semplici. E l'elenco potrebbe andare avanti all'infinito.

Ecco, io ad esempio sono una che ha una vita felice, ma che -siccome sono un essere umano e come tale anche io ho dei problemi, più o meno gravi- non riesco (e non voglio) fare finta che la mia vita sia tutta rose e fiori, anche perché boh, non so manco com'è fatta una vita tutte rose e fiori.
Se voi lo sapete datemi due dritte, ma ho idea che se avete superato i sei anni sia difficile che lo sappiate.
Quindi ecco, se non cercate una vita tutta rose e fiori, piena solo di cose belle, questo è il posto sbagliato. 
Se cercate culi magri e sodi questo è il posto sbagliato.
Se cercate una che non abbia l'apparecchi ai denti questo è il posto sbagliato.
Se cercate una che guadagna un milione di euro al mese questo è il posto sbagliato.
Se cercare la Ferragni e Fedez, manco a dirlo, questo è il posto sbagliato.

Se invece cercate una persona con una vita normale con tante cose belle, ma anche con le cose brutte, della vita siete nel posto giusto.


Ogni esempio citato in questo blog è realmente accaduto. Magari non a me, ma a qualcuno che conosco.
Ci sono frasi, condizioni di vita, fatti che mi sono stati raccontati e che ho fatto in modo di riportare rendendo non identificabili le persone in questione.
So però che i diretti interessati sanno cosa mi hanno detto, quindi qualora sia un problema, avvisatemi e rimuoverò le frasi che vi infastidiscono.

44 commenti:

  1. Volevo salutare il tizio con molto affetto e dirgli che attendiamo con ansia tutte le sue mosse per fargli causa e organizzare un bel viaggio a Dubai e Maldive. Di gruppo. Perché la cifra che otterremo permetterebbe. Poi i cento euro glieli diamo come ringraziamento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potremmo anche portarlo con noi per portarci le valigie.
      Mi piacerebbe comunque andare anche a Capo Verde!

      Elimina
  2. Oh, io non leggo il tuo blog da tantissimo ma l'ho spulciato in lungo e in largo e dire che ti lamenti sempre mi sembra falso. E comunque a me piace

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tanto mi basta :D Finché piace anche solo ad una persona sarò felice :D

      Elimina
  3. Maremma, io vengo qui per cercare culi sodi e solo ora mi dici che non ce l'hai! Porca miseria... mesi persi, ora mi lamento io per davvero!

    Scherzi a parte, sono d'accordo con te e lo penso da sempre ed indipendentemente dai blog. Se una cosa non ti piace la eviti e basta. A me per esempio non piace il caffè. Non lo bevo, lo compro per gli altri e non per me, non lo uso. Ma che faccio, vado a rompere le balle a mia mamma che ne beve a litri?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo la logica di certuni si: a te non piace? Bene, devi parlare col signor Lavazza e i suoi amici e insultarli perché, cribbio, come si permettono di produrre caffè se a te non piace?

      Io comunque giuro che sul culo sodo ci sto lavorando, ma penso che non mi basteranno neanche venti milioni di squat. Ti tengo aggiornata!

      Elimina
  4. non ti voglio incensare: ma il tuo blog è bello, divertente, belle foto e scritto bene. A me piace assai.
    e concordo con te: i blog brutti semplicemente non si leggono. Cosa diversa se fossero brutti e pieni di cattiverie o schifezze offensive. In questo caso ci starebbe criticare, secondo me.
    dicevamo a proposito dell'empatia? oramai protetti da uno schermo o dal volante si dà addosso agli altri in modo inutile e gratuito. Non tutti sono così, prendi il meglio da questo blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò, se io scrivo un post in cui esprimo un parere su qualcosa e tu vieni a dirmi che non sei d'accordo con quello che io penso per un qualsiasi motivo, io accetto la critica eccome perché sarebbe sciocco pensare che tutti possiamo essere d'accordo su qualcosa, ma ecco: se mi dici "io ti leggo ogni giorno, ma fai cagare" allora due domande sulla tua intelligenza me le farei.... :D

      Fortunatamente comunque si, non sono tutti così scemi!

      Elimina
    2. ma infatti "non condividere" e "criticare" sono due cose diverse. E rimane il fatto che se si critica un'idea perché si è diversi è un conto, dire è brutto o insultare è sintomo solo di grave problema mentale, altro che stupidità

      Elimina
    3. Quando dici brutto secondo me è perché sei un cafone in primis e poi perché non sapevi che dire e hai cercato di ferire l'altra persona. Non vale solo per il blog, ma per tutto.
      A me però non mi tange (anzi, come vedi, mi da spunto per scrivere post).

      Elimina
  5. Pure io avevo un troll ad una certa! Che cercava di confutare quello che scrivevo io. Allora, visto che di solito scrivo di cose che ho visto/vissuto, ero piuttosto sicura che fossero vere. Costui si era anche fatto mille account e io puntualmente lo bloccavo. Insomma, non capisco la tenacia di certi poracci...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io troll ne ho avuti, anzi direi più haters che troll e quelli in fondo mi divertono anche.
      Qui parliamo di uno che si è preso la briga di comunicarmi cotanto schifo tramite Whatsapp, persona con cui non avevo a che fare da mesi e con cui, in tutta onestà, preferisco non avere a che fare perché ecco non è esattamente che vive la sua vita in modo etico secondo i miei standard. E quelli così mi fanno girare le palle.

      Elimina
    2. Vabbè ma allora questo tizio è proprio un poraccio!

      Elimina
  6. Risposte
    1. Quello si, ma vuoi che prima di fottermene non ci scriva un post? :D

      Elimina
  7. Cara Gilda, non badare a coloro che credono di sapere tutto, io penso che siano solo maleducati!!! Non ce nessun obbligo ma se leggono il tuo blog, se non le piace è semplice fanno a mene di entrare senza giudicare, e pensino solo ai fatti loro!!!
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con ogni singola parola mio caro Tomaso.

      Ti mando un abbraccio!

      Elimina
  8. Cosa pensava di ottenere? Che li sole girasse al contrario?
    Comunque mi dispiace che tunabbia problemi al lavoro e non ce ne possa parlare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, mi sa che pensava di farmi rimanere male. Fossero questi i problemi della vita 😅

      Comunque prima o poi arriverà il momento di parlarne, dovessi anche attendere due anni e mezzo come per la storia di Mtv, ma prima o poi ne parlerò eccome.

      Elimina
  9. a me piace un sacco leggerti. passa a trovarmi, che mi sono dimenticata di mandarti il nuovo indirizzo ma forse appare se clicchi sul nome :)

    RispondiElimina
  10. Io ti leggo perché mi va di farlo e basta ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi è la cosa più sensata 😁
      Se mi va ti leggo; se non mi piaci e non mi va no 😂

      Elimina
  11. Non so... "non sei la Ferragni" io lo vedrei più come un complimento... :)
    Non conosco il tuo blog per poter dire se è davvero così lamentoso, comunque Charlie Chaplin diceva: "Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile incontrare qualcuno che ti accetti così come sei. Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore. La vita é come un'opera teatrale senza prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita, prima che l'opera finisca senza applausi."
    Credo poi che capiti a tutti che il post a cui tenevi tantissimo viene snobbato e quello a cui non avresti dato due lire ottiene un successone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Marco, capita a tutti (una mia amica fotografa mi dice lo stesso delle sue foto), ma io sono un'inguaribile scema e ci resto sempre un pochino male 😅

      Detto questo: quando è vero che la gente critica sempre, beati loro che hanno tutto questo tempo per farlo. Io li invidio un pochino 😅

      Elimina
  12. a me non sembri mica lamentosa!
    il vero problema è che l'invidia è una brutta bestia, probabilmente
    comunque ora non ricordo chi fosse a dirlo ma "nel bene e nel male, purchè se ne parli" è sempre una massima da non sottovalutare.
    Certo a te non fa la differenza alla fine del mese, non avendo duecentoventisette banner nel blog, ma vuoi mettere la soddisfazione di avere tanti lettori?
    :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena confermo che la soddisfazione quando un post (e più in generale il blog) viene letto molto è tantissima. Io gongolo proprio 😅

      Elimina
  13. Non so perché ma a volta sembra più facile esprimere una critica che un complimento.
    A me il tuo blog piace.
    Non lo seguo da moltissimo, non lo commento sempre. Ma lo leggo assai volentieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tenar ma grazie. Leggere queste cose mi piace proprio 😘

      Elimina
  14. C'è un enorme vantaggio qui rispetto alla vita reale: se una persona ti annoia o non ti piace basta cambiare pagina. Nessuno che si infastidisce perché non ritieni interessanti i loro discorsi, nessuno che ci rimane male perché non lo caghi; è la pace dei sensi!
    Ma a quanto pare certe persone amano lamentarsi e sminuire gli altri.
    Dove è finito il detto "chi mi ama mi segua"? xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È la pace dei sensi, hai proprio ragione.
      Almeno finché qualcuno non sente la necessità di farti sapere che passa il suo tempo a leggerti, ma gli fai cagare :D

      Elimina
  15. Oh! Mi piace! Ma poi a uno che cacchio gli frega? Io per esempio ho appena scritto un post "sfogo", pieno di lamentele, ma se non lo faccio sul blog esplodo perché di persona è meglio che mi mantenga calma. Pensa che ho persone molto vicine a me che leggono il blog ma fingono di non sapere che ne ho uno eppure si lanciano in critiche che mi vengono riportate da altre persone ancora. Ok la cosa può sembrare criptica ma non posso esplicitare ulteriormente.
    E anche io ogni volta mi chiedo come mai tornino a leggermi, non vi piace quel che scrivo? Passate al prossimo blog. Vi sentite "piccate" da quel che scrivo? Probabilmente non siete poi così pulite...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara concordo con ogni singola parola.
      Per altro io sono "vecchia scuola" e concepisco ancora molto il blog come diario, quindi siccome è mio, ci scrivo quello che dico io. E se non piace, ci mancherebbe, basta passare al prossimo blog come dici tu!

      Elimina
  16. Come abbiamo detto in altre occasioni in giro è pieno di idioti. Cioè, non è che se a uno non piace il tuo blog è automaticamente un idiota, ma se non gli piace e continua a leggerlo e si lamenta pure... beh...
    Comunque a me verrebbe da dire: "ma chi cazzo è la Ferragni? e perchè la gente la idolatra?" Posso ancora capire adorare cantanti, attori e calciatori...almeno hanno un talento particolare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente Mira: non è che sei idiota perché non ti piace quello che scrivo, sei idiota perché sprechi il tuo tempo leggendo una cosa che non ti piace e, non contento, ne sprechi altri per farmelo sapere. Io boh.

      Sulla Ferragni: le riconosco il merito di essere stata in grado di diventare ricca in un modo in cui, di base, tutti avremmo potuto farlo (ma non lo abbiamo fatto).

      Elimina
  17. Ti ho trovata da Moz, e sono felice di essermi affacciata, perché il tuo blog mi piace. E basta con tutto questo finto buonismo. Se una cosa ci sta sulle palle abbiamo tutto il diritto di scriverlo, almeno "in casa nostra".
    Non trovo l'indicazione dei lettori fissi, e mi dispiace.
    Farò in modo di non perderti di vista! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia, grazie 😙

      Il template non prevede quel widget, ma puoi copia/incollare il link sull'elenco blog di Blogger o, in alternativa, cercare la pagina Fb 😚

      Elimina
    2. Seguirò la pagina.
      Questo copia-incolla non mi convince. Sono troppo inetta per certe cose.. ❤

      Elimina
    3. Ehehehe non pensare di essere l'unica: a me hanno dovuto spiegarlo dieci volte 😂

      Elimina
  18. Francamente io scrivo il mio blog più per me stessa che per gli altri per cui la penso esattamente come te: se non ti piace puoi anche fare a meno di leggere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem, il blog mi è utilissimo per me stessa in primis, poi ovviamente sono contenta se qualcuno lo legge e interagisce, ma se a qualcuno non mi piace mi sta benissimo che non lo legga, ci mancherebbe.

      Elimina