sabato 14 aprile 2018

Non sono io che devo adattarmi alla dieta, ma la dieta che deve adattarsi a me

Ho trovato una dietologa
E ci sono anche già andata.
E mi è piaciuta tantissimo, me ne sono praticamente innamorata.

Qualche giorno fa avevo scritto questo post lamentandomi perché non riuscivo a trovare qualcuno in grado di seguirmi che mi desse, per altro, una dieta sensata.
Ho ricevuto decine di messaggi, consigli, nomi che se avessi saputo che bastava scrivere qualcosa qui sul blog per trovare un medico competente e preparato, lo avrei fatto prima.
Alla fine ho scelto una dietologa (no, non una biologa nutrizionista) consigliata dalla mamma di una mia amica. 
L'input me lo ha dato il fatto che l'amica in questione ha perso moltissimo chili con questa dietologa e lo ha fatto mangiando, senza modificare completamente la sua vita in funzione della dieta.

Ed è così che ho preso appuntamento, ho preparato la mia cartella sanitaria e sono andata.
Ho passato una buona mezzora a raccontarle tutti i miei problemi con le allergie alimentari e quello che hanno causato soprattutto negli ultimi due anni (qui per saperne di più).
Mentre parlavo mi sono resa conto di una cosa: oggi sono diciassette anni. Diaciassette lunghissimi anni da allergica, diciassette lunghissimi anni in cui le cose sono solo peggiorate, diciassette lunghissimi anni in cui alcune volte non ho retto la situazione e sono scoppiata.

La dottoressa mi ha ascoltato, mi ha capito, ha voluto vedere tutti i farmaci che mi porto dietro (oltre alla cartella clinica composta da centinaia e centinai di fogli) con una me in versione  informatore scientifico spiegandole in base a cosa sceglievo uno piuttosto che un altro.
Poi mi ha pesata, misurata, fatto un esame del quale ovviamente non ricordo assolutamente il nome.
Quello che è venuto fuori è che si, c'è un po' di grasso, ma ho una buonissima massa muscolare.
Ovviamente mi sono gasata da morire che ecco, a qualcosa servira andare in palestra e in piscina, no?
Così come è evidente che i 10 km minimo che mi faccio ogni giorno al lavoro correndo da una parte all'altra servono anche loro a qualcosa.
E ho anche un metabolismo che lavora bene.
Ho anche un pessimo rapporto con il cibo, ma questo si sa.  È brutto da dire, ma io ho sempre fatto un'associazione tremenda tra cibo e morte (qui per saperne di più) che negli anni si è cercato di arginare, ma che a volte torna prepotente.



Tra qualche giorno sarà pronta la dieta e si potrà iniziare.
Quello che mi è piaciuto è che mi ha chiesto quali sono le mie abitudini, cosa mangio di solito, che orari ho, così come ho amato che mi ha detto che non sono io che devo adattarmi alla dieta, ma la dieta che deve adattarsi a me, cosa che a quanto pare non significa che potrò mangiare sushi sei volte a settimana, ma è comunque un buon inizio.
Scherzi a parte: la dieta deve adattarsi alle mie allergie (e mi pare il minimo), al mio lavoro, ai miei orari, alle mie abitudini. Certo qualche sacrificio bisogna pur farlo, ma stravolgere tutta la propria vita è assolutamente controproducente.
Lei ha memorizzato informazioni tipo: non metto lo zucchero nel caffè, non metto il sale quasi da nessuna parte (no, neanche nella pasta, al massimo un pizzichino), non mangio la mollica del pane (che lancio al Marito che finisce sempre per mangiare solo mollica) e via dicendo. Ognuno ha le sue fisime.
Quindi ecco, sono soddisfatta, molto soddisfatta. Soddisfattissima.

Il Marito e il cane hanno fornito tutto il loro supporto morale per la dieta, il che sarebbe bellissimo se non fosse che dovrei avercela con loro perché mangiano e non mettono su un etto.
Se io mangiassi quello che mangiano loro, diventerei un bue, ma tant'è.
E adesso non ci tocca che attendere la dieta e vedere che succederà.

20 commenti:

  1. Fai la dieta ma che non sia ossessione

    RispondiElimina
  2. Cara Gilda, mi è veramente piaciuta la tua definizione della dieta!!!
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. e se poi ti ha detto, come spero, che non devi morire di fame...allora ti chiedo il suo numero che ci voglio fare una chiaccherata.
    grazie. bellissimo post letto tutto di un fiato.
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, la dieta non è morire di fame, è mangiare bene senza farsi mancare nulla :)

      Se serve il numero scrivimi!

      Elimina
  4. Neanche io mangio la mollica del pane, ma non avrei mai pensato di dirlo alla dietologa. Anche se in effetti è giusto, dopotutto se si parla di cibo. Io piuttosto le direi che l'erba fondamentalmente non mi piace, tanto che la chiamo erba e non verdura. Forse è per questo che non so se andrei mai da una dietologa/nutrizionista. Per fortuna non sono grassa, ma non perché mangio bene... anzi tutt'altro. Solo culo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica nella dieta ci sono solo verdure :)
      A me piacciono moltissimo eh, soprattutto alcune (tipo i broccoli), ma per esempio l'amica di cui parlavo le odia!

      Elimina
  5. Spero così risolverai, se non in tutto almeno in larga parte ;)

    RispondiElimina
  6. Questo è che è un buon punto di partenza. Evvai

    RispondiElimina
  7. Meraviglioso! Voglio sapere gli sviluppi, leggeró volentieri gli aggiornamenti !!

    RispondiElimina
  8. Non so perché ma il fatto di lanciare la mollica al marito mi ha fatto venire in mente la scena al ristorante dei Blues Brothers.

    RispondiElimina
  9. Mi sono immaginata una ipotetica dottoressa con le espressioni di Fantozzi e colleghi, costretti a vedere la corazzata Kotiomkin xD
    Mi fa ben sperare il fatto che ha preso nota delle tue abitudini e preferenze... ci sono dottori che si credono chissà chi e costringono i pazienti a mangiare cosa e come dicono loro.
    Incrocio le dita per te, intanto mi vado a leggere i post che mi sono persa durante la mia assenza virtuale 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maya, mi chiedevo proprio che fine avessi fatto 😅 tutto bene???
      Comunque ecco, apprezzo le dita incrociata, speriamo bene 😘

      Elimina
    2. Come hai potuto leggere, ho passato qualche guaio e qualche gioia inattesa...
      Tienici informati 😉

      Elimina