giovedì 18 giugno 2020

Visitare la Basilica di San Pietro e il Cupolone : come, quando e perché

La Basilica di San Pietro e il Cupolone vanno viste almeno una volta nella vita. O almeno così mi hanno sempre detto, anche se -a dire il vero- la stessa cosa mi é stata detta per un milione di altre cose: dal Colosseo all'Empire State Building, passando per la Tour Eiffel e il Partenone.
Io vivo a Roma da dieci anni, non mi sono mai spostata da qui se non per trasferte -più o meno lunghe- di lavoro ed oggettivamente é doveroso visitare cose per cui vengono turisti da ogni parte del mondo.
In ogni caso, ho visto la Basilica di San Pietro tre giorni fa per la prima volta in vita mia. Oh da fuori ovviamente avevo visto la Basilica un milione di volte e il Cupolone altrettante, considerato che si vede più o meno da ovunque, ma dentro non c'ero mai stata.
Quello che mi aveva fatto desistere é sempre stato il fatto di dover fare file chilometriche.
Tre giorni fa eravamo in sei, non abbiamo fatto la fila e presumo che questo stato di cose durerà ancora a lungo.


Per accedere alla Basilica e al Cupolone é necessario avere un abbigliamento decoroso, quindi vestitevi. Poco importa se é estate, se fa caldo, se sudate pure stando fermi. Vestitevi, copritevi le spalle ed evitate pantaloncini o gonne troppo corte. Ci sono cartelli ovunque che precisano che se non avete un abbigliamento decorso non vi faranno entrare e, in ogni caso, fanno davvero storie.
Io che sono previdente avevo jeans e maglietta a maniche corte, nonostante abbia deciso di andarci l'unico giorno di questo Giugno in cui non pioveva, non tirava vento e non faceva freddo, ma tant'é.

L'accesso alla Basilica é gratuito, d'altronde è una chiesa e pagare per entrare in chiesa pare brutto (anche se sono certa di avere pagato per entrare in diverse chiese, ma tant'è), mentre salire sulla Cupola costa 10€ con l' ascensore, 8€ a piedi.
I gradini totali sono 551, mentre prendendo l'ascensore fino al terrazzo ne dovrete fare solo 320.
Ora, io ho deciso di pagare 10€ e salire con l'ascensore, pensando fosse una cosa furba e considerato che la mattina avevo lasciato i miei quadricipiti -e probabilmente anche la mia anima- in palestra, ma mi hanno poi detto che i 320 gradini sono comunque quelli peggiori: sono effettivamente in buona parte molto stretti e, ad un certo punto, bisogna piegarsi di lato perché la cupola ti viene letteralmente addosso.
L'ultimo pezzo é una strettissima scala a chiocciola.




Ho idea che una persona sovrappeso non riuscirebbe a salire i gradini perché in alcuni punti sono davvero troppo stretti, ma tant'é.
Nonostante il 1918 sia passato da un pezzo, é possibile pagare il biglietto solo in contanti. Niente bancomat o carta di credito, anche se la signora del negozio di souvenir e articoli sacri presente poco prima della biglietteria vi da i contanti se fate una transazione con il bancomat. Sto ancora cercando di capire se questa cosa sia o meno legale, se qualcuno lo sa ditemelo.


Arrivati in cima vedrete tutta Roma e anche oltre ed é bellissimo. Dico davvero, eh.
Ho visto Roma dall'alto da un sacco di posti, ma nessuna vista vale quella dal Cupolone.




È possibile anche scorgere lo stadio del nuoto, quello costruito per i Mondiali di nuoto del 2009 e che non é mai stato finito.
Si vede persino casa mia che non é esattamente attaccata al Vaticano (qui vi fate un'idea).
E si vedono (ovviamente, visto che sono sotto) i giardini Vaticani che sono bellissimi.
Dopo aver ammirato Roma da tutte le angolazioni e per un tempo abbastanza lungo (tanto sulla Cupola non c'era nessuno) é iniziata la discesa che, per me, é sempre più difficile della salita.
Mi sono fermata sui tetti che sono molto belli e poi sono entrata in Basilica.



La Basilica di San Pietro é maestosa, é enorme, é la cosa più grande che io abbia mai visto.
Si può girare liberamente e si possono scattare foto, l'unica parte in cui é richiesto silenzio ed é vietato fare foto é la parte sotterranea in cui ci sono le tombe dei Papi.
In alcune zone si può accedere solo per pregare e, ad onore del vero, all'interno di queste aree ho visto solo suore che -appunto- pregavano.





Qualora ve lo stiate chiedendo, la tomba di Giovanni Paolo II é all'interno della Basilica e non nel sotterraneo, più o meno accanto alla Pietà di Michelangelo.


Quando sono uscita, mi sono seduta sui gradini della Basilica ad osservare le Guardie Svizzere e ho anche assistito -per caso- al cambio della Guardia.
Ho scoperto che le guardie svizzere sono 135 in totale, tutti ragazzi tra i 19 e i 30 anni (il limite d'età non é contemplato per i gradi più alti), tutti cittadini svizzeri (ma questo era abbastanza ovvio) appartenenti alla media e all'alta borghesia, celibi e alti almeno 1.74.
Prendono uno stipendio di circa 1500€ e hanno vitto e alloggio gratuito, vivono in caserma all'interno della Stato del Vaticano e le suore cucinano per loro. Non so voi, ma io pensavo che avessero uno stipendio molto più alto.

Consiglio di andarci? Si, assolutamente si, soprattutto in questo periodo in cui non ci sono turisti.
Ho letto dei cartelli in cui alcuni commercianti stimavano il ritorno dei turisti per la Pasqua del prossimo anno, onestamente non so se sarà vero o no, ma questo é un ottimo periodo per visitare cose in cui normalmente ci fanno ore ed ore di fila.

20 commenti:

  1. Ottimo reportage, complimenti
    Preciso e perfetto
    Il mio abbraccio
    Maurizio

    RispondiElimina
  2. sono stato due volte sul cupolone. la prima volta benchè fosse gennaio si stava benissimo e la vista stupenda. la seconda volta era novembre e c'era un vento che sembrava di essere sull'atlantico durante le mareggiate. e pioveva. più di due minuti non sono riuscito a stare.

    entrambe le volte con donne

    RispondiElimina
  3. Sono sull'orlo della commozione.. Ho visitato Roma molti anni fa da sola. Non ho fatto molti viaggi ne vacanze nella mia vita ma quello resterà il migliore per sempre. Leggere il tuo post mi ha fatto tornare indietro a quell'estate e credimi se ti dico che avrei bisogno di un viaggio così, da sola, proprio ora. Però un'idea mi è venuta. Ci penso. Grazie di questo post, proprio grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta ❤
      E se decidi di tornare, io sono qui 😘

      Elimina
  4. Cara Gilda, nel 1992 ci son stato e ho dei ricordi che non dimenticherò mai. Un grazie delle bellissime foto.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso 

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, come stai? Ti sei ripreso?

      Un abbraccio grande anche a te ❤

      Elimina
  5. Cioè NonPuòEssereVero che non c'eri mai andata, e invece, comunque dai, meglio tardi che mai ;)
    Io una volta a Roma, però ricordo solo il Colosseo, ma solo perché ho una foto a dimostrazione, ed ero molto piccolo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio vero che NonPuòEssereVero! E pensa che ancora mi mancano i Musei Vaticani, ma conto di rimediare a breve!

      Tocca che anche tu torni a Roma però!

      Elimina
  6. Ma che meraviglia!! Sono stata in San Pietro due volte: gita di quinta superiore ( una vita fa ) e qualche anno fa con la famiglia.
    Se le congiunzioni astrali quadreranno potrebbe essere un appuntamento per una visita in agosto ma, considerando il periodo, i programmi si fanno oggi per domani!
    Mi aggrego pure io alla visita ai musei Vaticani: sconto comitiva!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sto facendo programmi per le vacanze giorno per giorno, non riesco a programmare a lungo termine 😅
      Considera che conosco già il periodo di ferie estive, ma continuo a dire "chissà vedremo" perché temo un ulteriore lockdown 😅

      Ps. Per i Musei Vaticani per me va bene!!

      Elimina
  7. La visita al cupolone mia risale a quasi 30 anni fa, e non ricordo l'ascensore. Il ricordo è della morte del mio fiato e di una vista mozzafiato (sempre fiato che se ne va). Due anni fa in pieno agosto dico alla mia famiglia (con 2 figli abbastanza piccoli) "dai andiamo ai musei Vaticani!"...risultato 4 ore di fila sotto il sole e alla fine dopo la visita non avevo il cuore di chiedere loro di salire anche sul cupolone, e ci siamo limitati alla visita della basilica. Quindi se si riesce ad approfittare di questo periodo con meno capienza, ovviamente di turisti stranieri, è l'ideale. Comunque anche io salita al cupolone pur vivendo a Roma solo una volta per portare amico straniero in visita...e ora che vivo in Lombardia non mi rimangono che le vacanze per approfittare. I principali monumenti visti solo per esame di storia dell'arte e per accompagnare amici...una vergogna
    barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ci ho provato diverse volte ad andare ai Musei Vaticani e c'erano sempre file lunghissime che non mi andava di fare 😅
      Questo periodo, per chi vive a Roma e vuole visitare qualcosa, è ottimo perchè davvero non ci sono file da nessuna parte. Diciamo però che è un po' meno ottimo per chi di turismo ci vive 😅

      Elimina
  8. Nonpuóesserevero che sotto questo post non ci sia ancora un commento cazzone 😂
    Roma è la città più bella del mondo ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È il primo post in cui nessuno ha provato a scrivere commenti idioti: niente in spam, niente in approvazione, niente di niente.
      Ho un paio di amiche che ci sono rimaste malissimo 😅

      Concordo assolutamente su Roma ❤

      Elimina
  9. Al di là dei monumenti meravigliosi e dei colori dei palazzi ciò che a Roma incanta è la luce, che non è così brillante in nessuna delle grandi capitali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La luce di Roma non ha eguali.
      Non so se la definirei brillante, ma di sicuro è speciale e diversa.

      Elimina