lunedì 6 aprile 2020

Un mese dopo l'inizio della quarantena

Questo, per me, tutto sommato non é un brutto periodo.
Attenzione: quello che sta accadendo in Italia -e nel mondo- é indubbiamente una tragedia, sotto un milione di punti di vista, non credo ci sia bisogna di sottolinearlo, né di spiegare quali sono gli aspetti -personali e collettivi- più tragici, mi affido all'intelligenza delle persone.
Io però sono abbastanza serena
Sto a casa e non mi lamento.
Riesco più o meno a fare tutto da casa, lavoro compreso, quindi va bene così.
L'unica cosa che non sono riuscita a fare é la spesa online, non so da voi, ma qui trovare una consegna disponibile é impossibile. Oh, a dire il vero qualche giorno fa avevo trovato una disponibilità di consegna per due giorni dopo, ho riempito il carrello, ero felicissima all'idea di non dover mettere il naso fuori per almeno tre settimane, salvo poi accorgermi, in fase di pagamento, che di default era rimasto salvato un indirizzo che avevo utilizzato per la consegna della spesa a Milano qualche anno fa. Su Roma, ovviamente, non c'era alcuna disponibilità (e presumo che chi la disponibilità la cercava su Milano, non l'abbia trovata, ma tant'è), ringrazio comunque di essermene accorta prima del pagamento e non dopo considerato che a quel punto non avrei saputo cosa fare.

Le strade qui intorno sono tornate ad essere vuote solo oggi, negli ultimi giorni non era così.
Abbiamo avuto il piacere di vedere al parco sotto casa (abito in una zona molto verde di Roma e il mio terrazzo affaccia su un parco molto carino) persino i ragazzini con lo slittino che, ve lo giuro, non li avevo mai visti neanche quando ha nevicato un paio di anni fa (ma magari sono tonta io, il che potrebbe essere molto probabile).
Credo si sia generata un po' di confusione con la storia che era consentito fare due passi con i bambini che, almeno sotto casa mia, é stato interpretato con "andate e assembratevi tutti", salvo poi tornare all'ordine quando sono fioccate le multe.

Ho perso un paio di kg, riesco a mangiare bene e a seguire il mio piano alimentare, riesco ad allenarmi. Si, mi manca la palestra e mi manca il mio preparatore, mi manca avere un obiettivo (avrei dovuto fare la Spartan Race e un paio di altre gare che ovviamente sono saltate), ma prima o poi si tornerà alla normalità.
Probabilmente la cosa che mi manca di più della mia routine é il centro estetico dove vado a fare le mani, non solo per le mani in sé, ma perché mi è sempre piaciuto uscire dal lavoro e andare a fare due chiacchiere con le ragazze mentre sceglievo l'ennesimo smalto improponibile da mettere, ma torneranno anche loro.
Gli amici sono sempre presenti, io e la mia amica del cuore (scusate, é tanto romantico dire così) siamo tornate ad avere tempo per fare le cretine insieme, seppur tramite telefono, visto che -di solito- i nostri orari di lavoro non combaciano mai. E quando dico mai intendo davvero mai.
In generale, mi sono accorta che non é sufficiente una pandemia per allontanarci dalle persone a cui vogliamo e che ci vogliono bene. 

Cosa succederà dopo? Ah boh.
Chissà quando torneremo alla normalità e se questa normalità sarà la stessa di prima.
Io non so come sarà, quando finirà, se finirà.


Ho fatto qualche progetto, di quelli che non hanno una data per essere realizzati, anche perché di certezze ce ne sono ben poche.
Qualcuno chiede "quale sarà la prima cosa che farete quando si potrà uscire di nuovo?" e io boh, non so rispondere a questa domanda, non mi viene in mente nulla. Al momento, l'unica cosa che ho deciso in modo preciso é come festeggiare il mio compleanno in quarantena. Quest'anno ho scelto una torta colorata e diversa dal solito.


18 commenti:

  1. Praticamente tu vivi il covid19 da 19 anni. Anche io provo a vivere questo periodo nel modo più positivo possibile. Non c'è alternativa e distruggersi d'ansie non ha senso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente con meno restrizioni, ma di sicuro sono abituata a rinunciare a mille cose.
      Io la penso come te: distruggersi d'ansia non ha senso, sicuramente è difficile, soprattutto quando intorno a te cominciano ad esserci positivi o morti, ma purtroppo farsi prendere dal panico o dall'isteria non aiuta a gestire una situazione di cui non si conosce la data di fine 😘

      Elimina
    2. Vorrei specificare che le ansie e il panico non ci "prendono" ma vengono perché si è predisposti.Sono patologin. È impossibile governarle. Oltretutto come si diceva che se si hanno sintomi e le persone che conosci iniziano a morire hai voglia a "governare" l'ansia. Sicuramente chi ci riesce è fortunato. Non credo che però si possa parlare di ciò che ha senso o meno. Sono emozioni

      Elimina
    3. Non ho capito cosa vuoi dirci 😅

      Elimina
  2. io ho appena fatto una lunga conversazione via whatsapp riguardante il mio AD che ha da poco lasciato la moglie e sta passando la quarantena con una 30enne gnocca da paura. credo sia l'uomo più felice del mondo. poi ne ho fatta un'altra in cui ho ipotizzato una società con un mio collega se ci buttano fuori dall'azienda. tanto per adesso di tempo per pensare ce n'è.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finchè la 30enne gnocca non inizia a rompere le palle 😂
      Scherzi a parte, io se fallisce tutto ho già preparato il piano B e anche quello C tanto, come dici tu, di tempo per pensare ce ne sta eccome!

      Elimina
    2. sarà, ma preferirei correre il rischio di rompermi le palle

      Elimina
  3. Quando è iniziata la quarantena ho pensato anch'io di farmi portare la spesa a casa ma ho capito fin da subito che fino alla fine del lockdown non se ne parla minimamente.
    Per quanto riguarda il dopo non voglio esprimermi più di tanto ma temo che le conseguenze di tutto ciò le vedremo noi, i nostri figli e i figli dei nostri figli...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io devo dire che inizialmente che il servizio di spesa online sarebbe stato preso d'assalto non lo avevo preso minimamente in considerazione 😅

      Concordo sulle conseguenze purtroppo. E purtroppo non saranno, a mio avvio, solo conseguenze in termini di vite umane :(

      Elimina
  4. Cara Gilda, le parole sono come il vento, oggi scompaiono ma il resto romane!!!
    Ciao e buona giornata con un forte e sentito abbraccio e pure il sorriso:-)
    Tomaso 

    RispondiElimina
  5. Stiamo vivendo una nuova normalità, adattarsi è la via, si spera comunque che quando finirà qualcosa migliori, in tutto e per tutti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so Pietro, ero molto ottimista su un miglioramento a 360°, ma quello che leggo in giro mi fa sperare poco in un miglioramento 😅

      Elimina
  6. Io ero riuscita a trovare una consegna due domeniche fa perché dieci giorni prima ero sveglia alle 3 cop nano piccolo e sono riuscita ad entrare nel sito...
    Anche a me mancano le ragazze del centro estetico le parrucchiere ma ho trovato il colore da fare a casa e le colazioni con.le amiche...mi mancano famiglia e amici e ip.lavoro ma pensavo peggio! Sono stati più duri i primi giorni...nonostante sua esplosa la primavera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente non ho provato in piena notte per la spesa online, ormai sto a posto per tutto il mese (e per frutta e verdura non ho problemi con il domicilio) :(

      Io il colore lo facevo spesso pure prima a casa, tranne quando dovevo fare le meches (che fortunatamente devo rifare tra un bel po') e ho risolto anche per il semipermanente, main questo ultimo caso proprio mi mancano. Pazienza, passerà anche questa.
      In generale, al di là che uno poi decida di andare o meno, leggevo che volevano riaprire dal 14 con turni e prenotazioni rigorosissime, ma dubito vivamente accada.

      Elimina
  7. Io mi auguro che il 14 (mio compleanno tra le altre) non riapra proprio niente perché sono strasicura che manderemmo alle ortiche quanto fatto fino ad ora.
    Per il resto il migliorare o meno è responsabilità di ognuno di noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che nel 90% dei casi manderemo tutto alle ortiche, qualora qualcosa riapra, ne sono abbastanza convinta anche io, visto che abbiamo ampiamente dimostrato di non avere idea di cosa sia il buon senso 😅
      Non so cmq se sarà il 14 o il 20 o il 25 (sparo date a caso), ma è fisiologico che le cose comincino a riaprire (non sto dicendo di essere più o meno d'accordo, é solo una constatazione). Speriamo bene

      Elimina