domenica 1 ottobre 2017

Perché non si copiano i post: cosa c'è dietro le parole di un blog

Qualche mese fa ho scritto un post (questo) che, non so neanche bene come, è diventato virale.
Nel giro di un paio di giorni alcune sedicenti testate giornalistiche hanno fatto copia e incolla e hanno appiccicato sul loro sito le mie parole per prendersi quei dieci minuti di gloria che solo un post virale può regalare.
Quando ho fatto presente che copiare non è esattamente una cosa lecita, sono stata definita un'ingrata che non apprezzava la pubblicità gratuita che mi veniva fatta copiando un mio post e che cercava solo notorietà.
Io mi sto ancora chiedendo come possa essere in cerca di notorietà un'ingrata che non apprezza la pubblicità, ma non posso probabilmente aspettarmi frasi di senso compiuto da chi copia testi altrui, no?
Un'amica del copiatore mi aveva dato della pazza, voleva venire a casa mia a Roma (io ero a Palermo per altro) e continuava a sostenere che rubare un contenuto era lecito e lei lo sapeva perché è il suo lavoro. Ancora oggi non ho capito quale fosse la professione di questa tizia visto che mi sembra inverosimile che copiare da blog trovati a caso in rete possa essere il suo lavoro.
Alla fine, grazie all'intervento della mia preziosissima amica avvocato, che secondo me si diverte a stare dietro alle cose assurde che mi succedono e che ha segnalato all'Agcom il furto, queste testate hanno rimosso i miei contenuti dai loro siti.
La cosa divertente è che se si fossero presi la briga di scrivermi due parole per chiedermi se potevano citare quattro o cinque righe del post gli avrei dato il permesso e avrei anche ringraziato.

Non era la prima volta che un mio contenuto veniva copiato e incollato da qualche parte invece di essere condiviso e, neanche nei casi precedenti avevo lasciato fare.
Un altro post molto copiato è stata la lettera ad Ignazio Marino (qui per leggerla) di un paio di anni fa che per altro, a rileggerla ora, mi pare anche un po' bruttina, ma ai tempi andò forte, forse perché Marino, che all'epoca era il sindaco di Roma, aveva appena cambiato la viabilità intorno al Colosseo e i romani -di nascita e d'adozione che fossero- non l'avevano presa benissimo.


Partendo dal presupposto che il furto di proprietà intellettuale è reato, ora vi spiego perché non si copiano i post di un blog o quanto meno perché io non voglio che si copino i miei post
In questo blog c'è la mia vita, le mie esperienze, il sudore delle mie dita che battono sulla tastiera.
C'è il modo di scrivere che è solo mio perché ognuno, quando scrive, ha un proprio stile che può piacere agli altri come no, e che è una cosa innata.
Io aspetto l'ispirazione per scrivere, le parole si posizionano una accanto all'altra nella mia testa e io mi limito a metterle giù, ma a volte per metterle giù ci metto anche tre o quattro ore.
Esiste un post (questo) per cui ho impiegato una giornata intera, rischiando un esaurimento perché sembrava non finissi mai di scriverlo.
Ci vuole ispirazione, ma ci vuole anche tempo
E io tempo ne ho poco, come credo tutte le persone che hanno una casa, una famiglia, un lavoro e magari anche un paio di passioni a cui stare dietro.
Eppure al blog non rinuncio: mi piace scrivere e mi piace anche essere letta, sarei ipocrita a non dirlo.
Mi piace ricevere messaggi e mail di perfetti sconosciuti che mi chiedono qualcosa sui post che ho scritto, mi piace -se sono in grado di farlo- dare due dritte su un posto da visitare o su come organizzare un matrimonio in poco tempo, consigliando magari -a chi me lo chiede- un fornitore con cui io mi sono trovata bene.
Mi porta via tempo, ma mi piace farlo.
Quindi quando copiate un post state rubando non solo  parole ed esperienze, ma anche il tempo che è stato investito per creare quel contenuto da buttare in rete.

Oltre all'ispirazione e al tempo, posso dirvi che io, per questo blog, ho anche speso qualche soldo: ho comprato uno smartphone che fa delle foto fighe perché ecco, ad esempio i post sui luoghi che visitiamo, non hanno molto senso senza foto.
Certo, avrei voluto la reflex, ma non solo sono troppo povera per comprarmela, sono anche assolutamente incapace di usarla. Dovreste farvi raccontare dai miei amici i miei tentativi (vani, molto vani, vanissimi) di scattare con le loro reflex super belle.
A dire il vero, credo abbiano addirittura paura a farmele toccare queste benedette reflex, ma che non  me lo dicano perché sanno che sono una persona sensibile.
Ad un certo punto, per altro, il mio MacBook classe 2010 con tanto di morsi di cane per decorazione ha deciso di farmi ciao ciao con la manina ed andarsene -meritatamente anche- in pensione.
Io, nel frattempo, avevo deciso di iniziare a smanettare con l'html e con qualche altro programma pesantissimo e, non potendo utilizzare per queste cose il pc aziendale, ho deciso di prendere un nuovo Mac che uso praticamente solo per il blog e tutti gli annessi e connessi (che sono tanti).
Aggiungo anche che, riconoscendo i miei (molti) limiti, ho spesso e volentieri pagato dei professionisti per alcune cose che riguardano il blog.
Certo, è stata una mia libera scelta, ma il senso di quello che ho scritto è che se fare copia e incolla è gratis e richiede circa dieci secondi, scrivere un post e avere i mezzi per lavorare su un blog spesso e volentieri richiede qualcosa in più di quei dieci secondi gratis.
Che poi eh, ognuno ha i propri vizi per cui spende soldi: c'è chi fuma, chi beve, chi mangia macarons e chi ha un blog.
Quindi, ecco, quando copiate un post, state rubando parole, esperienze personali, tempo e soldi

E infine: io sono molto gelosa di quello che scrivo.
Vedere pubblicare le mie parole, le mie sensazioni, le mie storie da altri che le spacciano per proprie mi fa soffrire e lo dico senza vergogna.

Lo so, lo so: questo può sembrare un post arrogante, ma chi mi legge sa bene che non è così.
É capitato spesso di parlare con altre persone che hanno un blog -più o meno letto e conosciuto- e tutte si arrabbiano quando vengono copiate, ma non solo: tutte, quando dicono a chi le ha copiate che quel contenuto è loro, si vedono insultate perché "il web è di tutti e io sul web faccio come mi pare, anche rubare quello che tu hai scritto".
Esiste anche chi ha un blog per lavoro e per cui essere copiato può essere un danno.
Che poi pensateci: perché copiare parole ed emozioni altrui quando magari potremmo scrivere noi stessi qualcosa di più bello, più emozionante, più interessante o, semplicemente, più nostro?

Se un post vi piace, lo trovato utile o interessante, potete condividerlo invece di copiarlo e avrete la gratitudine di chi li ha scritto. Che dite?


24 commenti:

  1. a me qualche anno fa hanno copiato delle foto di un lavoretto a punto croce e poi le ho trovate su un sito dove si spacciava il lavoro come proprio e si offriva pure quella cosa in vendita (non quella ma una uguale a quella) dicendo una roba il cui succo era "questa l'ho fatta io, se la vuoi la faccio anche a te"
    Ho fatto rimuovere la foto, ma ho fatto parecchio fatica.
    Come hai detto tu se avessero scritto che io avevo fatto quello e loro l'avrebbero rifatto uguale avrei pure apprezzato, ma la gente spesso non è solo ignorante, è anche parecchio poco furba.
    Hai fatto bene ad arrabbiarti. Io condivido!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è proprio che per fare rimuovere quello che rubano bisogna pure fare fatica perchè mica si rendono conto che dovrebbero solo vergognarsi e scusarsi. Che fastidio!

      Elimina
  2. Ecco io al blog ci dedico poco e niente. E' più un modo per ricordarmi quello che faccio o per sfogarmi, poi fa piacere che qualcuno legga e soprattutto dica la sua, ma non ci spendo troppo tempo, e infatti la differenza tra il mio e il tuo si vede ;D.Il tuo è un bellissimo blog probabilmente perché tu sei una bellissima persona e quindi ecco, che gli venga la caccarella ai ladri di parole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso arrossisco, altro che bella persona, sono un piccolo mostro 😁
      A parte gli scherzi, a me piace molto avere questo blog e curarlo, un po' come se fossr un figlio :)

      Elimina
  3. Cara Gilda, sono pure io arrabbiato se qualcuno copia qualcosa senza chiedere il permesso, il blog è una cosa personale, e non si può copiare senza il permesso del proprietario, purtroppo con troppo facilità lo fanno tanti!!!
    Ciao e buon inizio delle settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, purtroppo lo fanno in tanti.
      Un abbraccio anche a te :(

      Elimina
  4. io non ho un blog quindi tendenzialmente non saprei di cosa parli, ma mi domando, non esiste un modo per sputtanare i copioni, che magari potrebbero essere in buona fede ma se lo pubblicano su un blog personale non credo proprio che non sappiano che NON si fa?
    domanda retorica.
    certamente se il blog è "potente" risulta difficile ma credo che il tam tam della rete qualcosa faccia.
    non puoi semplicemente fare così?
    il post è mio ed è evidente perché lo trovi qui...qui...qui ed è datato prima del tuo, per cui CANCELLALO ?
    Io non credo che avrei le energie per gestire un blog anche se nella mia mente c'è la voglia di condividere, in particolare nel mondo dell'arredo consigli e chiacchiere. Però non sono in grado di viverla in maniera serena...quindi ciao
    barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando mi copiano io scrivo direttamente sulla pagina Fb nome del sito/giornale e tutti i riferimenti per fare vedere che hanno copiato.
      Poi ci pensa l'avvocato se non capiscono che devono rimuovere.

      Poi alla fine me la prendo lì per lì e poi mi passa, ma che rabbia!

      Elimina
  5. Accidenti, ma ti credo che te la prendi e t'infervori! e ci mancherebbe altro! Idem come Barbara - possibile non esista un mezzo, pubblico come è diventato pubblico il testo rubato, per mostrare nero su bianco di che pasat sono fatti certi pennivendoli (che chiamarli "giornalisti" è offendere la categoria, quella vera)?
    Copiare sì, smascherare no?
    Mah...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Smascherare assolutamente si, personalmente credo che vadano svergognati pubblicamente i copioni :)

      Elimina
  6. Chi copia è senza vergogna e spera sempre di farla franca, se viene scoperto diventa arrogante. Che persone pessime.

    RispondiElimina
  7. Che poi ormai è semplicissimo scoprire chi copia... dovrebbero aspettarselo!

    RispondiElimina
  8. A me pare abbastanza ovvio... un conto è citare, un conto è rimandare al tuo blog, ma copiare proprio no. Eccheccavolaccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per i copiatori non è così ovvio... o forse fanno semplicemente finta che non lo sia :D

      Elimina
  9. A me, anni fa quando ancora stavo su Splider, accusarono di aver copiato un post da un blog mandando, per altro, un messaggio privato a tutti i miei follower per avvisarli di quanto fossi disonesta. Peccato che il post era datato qualche mese prima rispetto all'altro e grazie a questa cosa venni a scoprire di essere stata io vittima di "furto".
    La rete ha fatto impazzire le persone.

    Quando ci tenevo di più al blog (leggi quando: avevo tanto tempo, i ladri non mi avevano rubato il Mac e avevo qualcosa sa dire) anche io avevo speso qualche soldino per renderlo accogliente. Ma agli altri questo frega nulla: post copiati, html copiati, idem così per le foto.
    Bah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No vabbè, non ci credo. Ma davvero chi ti aveva accusato di aver copiato non si era preso la briga di guardare almeno le date?
      A me due anni fa è successo che un tizio scrisse un post sul mio blog (regalandomi decine di visualizzazioni) sostenendo che aveva lasciato un commento per segnalarmi che un mio amico lo aveva copiato e io avevo rimosso il commento.
      Peccato che non si trattava di un mio amico (ma di un blog che di tanto in tanto leggevo) e che il commento era finito in spam perché pieno di porcate.

      A parte questo, io come ho scritto, ogni tanto spendo dei soldi per il blog; chiaramente non lo faccio per avere un tornaconto, ma è una passione come, ad esempio, la ginnastica e finché è possibile lo faccio volentieri. Però se mi rubano il Mac nuovo mi sparo!

      Elimina
    2. Guarda la gente non ce la fa!
      Il mio MacBook era del 2011, per carità, i ladri non hanno fatto chissà che affare. Però funzionava ancora :(

      Elimina
    3. Il mio vecchio è del 2010. Consolati pensando che presto non avrebbe più ricevuto gli aggiornamenti!

      Elimina
  10. Hai perfettamente ragione.
    Speriamo che non capiti più...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono così ottimista, ma speriamo...

      Elimina
  11. Ciao, non ero mai capitata sul tuo blog, innanzitutto... hai stile! Leggerti è stato un piacere, meno piacevole è stato leggere di quello che ti è successo...Comunque sono capitata sul tuo post perchè ero in cerca di post empatici, io bloggo da 10 anni e di situazioni simili ne ho viste parecchie, ma oggi ho scoperto che un mio testo è stato utilizzato per una rappresentazione teatrale, e quando te ne accorgi per caso... beh non è bello!
    Di solito mi copiano gli insegnanti (ho un blog che tratta argomenti scolastici per bambini) ma una compagnia teatrale beh non mi era mai successo! Sapere che le mie parole saranno usate per una rappresentazione teatrale non è la stessa cosa di sapere che le mie parole sono state usate per una rappresentazione teatrale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma hai scritto alla compagna teatrale? Sono curiosa di sapere cosa hanno eventualmente risposto 😅

      Elimina
  12. Si ho scritto, e oggi mi hanno già risposto, dicendo che è stata una leggerezza in quanto hanno utilizzato un testo cartaceo dato loro da un insegnante. Ho replicato spiegando cosa significa gestire un blog, curare i contenuti e poi vederli ben piazzati sul web... su altri siti. E poi ovviamente ho ribadito che se vogliono utilizzare il testo (che non fa parte della rappresentazione vera e propria ma è stato utilizzato solo come presentazione, mi hanno detto) deve essere seguito dal link perchè se un testo è degno di citazione lo deve essere anche il suo autore. Comunque credo che loro fossero davvero in buona fede e abbiano peccato di ingenuità, il mio problema più ricorrente sono gli insegnanti che inseriscono le mie pagine sui loro siti, e sui siti delle scuole (con estensioni .gov, che agli occhi di google sembrano sicuramente più autorevoli del mio blog...) mettendoci la loro firma. Io ho iniziato a scrivere, alcuni siti rimuovono i testi (il plagio è evidente e totale quando segnalo...), in altri casi non so come comunicare, mandi un messaggio? non lo pubblicano, non ti rispondono... quindi sto pensando anche io di fare una pagina tipo "Ammazza quanto sono brava" dove inserire in qualche modo chi mi copia, una sorta di portfolio, o meglio ancora, questo l'ho fatto io... senza i link ovviamente, con gli screenshot... anche se questo mi toglierà un sacco di tempo e il tempo è sempre un problema...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è una cattiva idea quella del portfolio dei copiatori 😂😂😂

      Comunque sicuramente esiste chi copia in buona fede: non si dovrebbe fare, ma io giustifico sempre chi si scusa e si vede che non lo ha fatto in malafede.
      Il problema sono tutti gli altri!

      Elimina