lunedì 4 settembre 2017

Dieci motivi per cui è valsa la pena andare ai Campionati Assoluti di Perugia

I Campionati Assoluti sono la gara di ginnastica che preferisco, dopo il Trofeo Internazionale di Jesolo che resta l'amore indiscusso della mia vita -almeno per quanto riguarda le gare di ginnastica- su suolo italiano.
Per onore di cronaca sappiate che gli Assoluti sono divisi in due giorni: il primo è dedicato al concorso generale, sia maschile che femminile, e serve anche per qualificarsi alle finali di specialità che ci sono, appunto, il secondo giorno. Il primo giorno, oltre alla ginnastica artistica, c'è anche il trampolino elastico.
Gli ultimi Assoluti si sono svolti lo scorso week-end (si, ieri e l'altro ieri) a Perugia.
Partiamo dalle basi: l'anno scorso ci sono state le Olimpiadi, quindi questo è l'anno post olimpico (si lo so, è ovvio, ma non si sa mai) che non è mai un bell'anno tra ritiri, ginnasti/e che si prendono un periodo di pausa o allentano la presa dopo le fatiche per qualificarsi e poi per farle ste benedette Olimpiadi, interventi chirurgici più o meno complicati a cui si sottopongono dopo aver stretto i denti che detta così, lo capisco, fa un po' senso, ma non è inusuale che si rimandi un intervento a dopo le Olimpiadi di modo da poter gareggiare all'evento sportivo del quadriennio (e per chi le fa, spesso l'evento della vita).
Non avevo grandi aspettative su questi Assoluti, avevo quasi pensato di non andare, ma poi non ho resistito, in fondo erano a soli 200 km da Roma e poi -cosa abbastanza nota- a me l'atmosfera della gara piace proprio tanto.

Devo dire però che ne è valsa la pena e vi spiego anche perché:

-Il nuovo campione assoluto nel concorso generale è bellissimo. Se è anche bravo non ve lo so dire perché io di maschile non capisco granché, ma se ha vinto ci sarà un motivo, no?
Comunque dicevo che è proprio bello ed è -questa è un'informazione per chi mi conosce bene- pure dell'Eur, quindi quando dico che all'Eur siamo tutti belli è vero, questa è la prova.
Poi certo, ho guardato per curiosità la data di nascita nella cartella stampa e il ragazzo è classe 1998.
Un tempo, quando dicevo che un ginnasta era un bel ragazzo sarebbe potuto essere mio fratello maggiore, poi i ginnasti erano miei coetanei, adesso biologicamente potrebbero essere i miei figli. Bene, ma non benissimo si può dire in questo caso, vero?
La nuova campionessa assoluta nel concorso generale, invece, è la più giovane di sempre ed è proprio tanta roba, tantissima.

-Il podio femminile del concorso generale era composto solo da ginnaste junior: il che significa che queste ragazzine seppur piccole sono già a livelli molto alti e questo, per il futuro, è una cosa bellissima.
Sull'immediato presente ci stiamo lavorando, ma è un piacere vedere delle piccoline così brave.

-Ci sono stati due rientri importanti, ovvero due olimpiche (che di Olimpiadi ne hanno fatte due a testa, mica pizza e fichi) che non si vedevano in gara, appunto, dalle Olimpiadi di Rio. E vederle in gara, dopo così tanto tempo, è stata una bella sensazione.
Ci sono stati anche altri rientri post infortunio e sono belli anche quelli perché, ecco, la paura quando qualcuno si fa male è che non riesca a tornare. Non dovrei dirlo, ma è la verità.
E quando tornano, è sempre bello.

-Abbiamo avuto la prova che il karma esiste: la nuova campionessa italiana al corpo libero meritava questa medaglia. Oh si lo so che tutti meritano una medaglia perché si impegnano e per un sacco di altri motivi, ma lei la meritava un po' di più perché la vita -almeno quella ginnica- non sempre le ha sorriso, ma lei ha sempre lavorato, non si è mai fermata e se c'è qualcuno a cui auguro di prendersi tutte le soddisfazioni di questo mondo è proprio lei.


-Il campione italiano al cavallo con maniglie è cambiato dopo tanti, ma tanti anni. Per diciotto anni consecutivi abbiamo avuto sempre lo stesso campione assoluto. E diciotto anni sono tanti, tantissimi.
A me personalmente dispiace molto, ma questo -sempre ginnasticamente parlando- è un evento perché quando cedi lo scettro dopo diciotto anni  non può non essere un evento. Non può neanche essere del tutto vero, se per questo.

-Il nuovo campione assoluto al corpo libero (stavolta maschile) è secondo me una delle più belle promesse (che però ha già fatto un Mondiale) della ginnastica artistica (o quanto meno, a me piace tanto, guardarlo eseguire gli esercizi è un piacere), quindi meritatissimo. Come ha scritto lui stesso, fino ad un anno fa -per un serie di motivi- non aveva un obiettivo e ieri era sul gradino più alto del podio.

-La nuova campionessa italiana al trampolino (che poi è sempre la stessa da quattro anni) è una persona a cui voglio molto bene e adoro vederla vincere perché, si sa, quando vuoi bene ad una persona è bello vederla vincere una medaglia d'oro. Se poi mentre la premiano tu la guardi (resistendo a farle le smorfie) e lei ride è ancora più bello.

-I media sono stati trattati bene e credetemi che non è così scontato. Certo, non era tutto perfetto, ci sono state delle falle nell'organizzazione generale -e io non mi tengo un cecio in bocca- ma bisogna sicuramente sottolineare l'impegno per cercare di fare stare tutti bene.
Da sottolineare il fatto che, per la società organizzatrice, era la prima volta, quindi che non sia tutto perfetto ci sta.

-Ho trovato una compagna di mangiate cafone che prima di una gara ha ceduto insieme a me al fascino di panino salsiccia, cipolla e maionese e birra ghiacciata che Fantozzi levati proprio.
Il fatto che il paninaro non abbia creduto che i panini fossero per due gentili donzelle e ce li abbia incartati per portarli non si sa bene a chi è, ovviamente, un'altra storia.

-Il nuovo campione assoluto agli anelli è Capitan America. E no, non sto scherzando.
Direi che non capita a tutti vedere un supereroe vincere una medaglia d'oro no?

-Il campione assoluto del concorso generale è bellissimo. L'avevo già detto, vero?
Che poi questo sarebbe l'undicesimo motivo, quindi fate finta di niente, mi raccomando.




La foto di Lara Mori è di Samira El Bouchtaoui (qui per l'album completo).
La foto di Lorenzo Galli è di Giorgia Urbani (qui per l'album completo).

4 commenti:

  1. Uno sport che meriterebbe più risalto, altro che sempre e solo il dannatissimo calcio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dillo a me... io sono innamorata dell'artistica 😅

      Elimina
  2. Cara Gilda, ho scoperto che ami così tanto la ginnastica artistica!!! Complimenti!!!
    Ciao e buona giornata caro amico con un forte abbraccio e cerchiamo di sorridere:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già: è proprio un grande amore il mio :)

      Elimina