giovedì 28 dicembre 2017

"Che facciamo a Capodanno?", la domanda che da secoli affligge l'umanità

"Che facciamo a Capodanno?" è la domanda che, da secoli, forse addirittura millenni, affligge l'umanità tutta a partire dal 16 Agosto in poi perché, si sa, a Capodanno bisogna divertirsi, spaccare il mondo, mettere le mutande rosse e il tacco 12, mangiare le lenticchie che portano soldi  e- volendo- farsi saltare due o tre dita  con i mini ciccioli.


A me Capodanno non piace, mai piaciuto e mai mi piacerà.
Anzi no: a quattordici anni, quando ho festeggiato il mio primo Capodanno con gli amici, senza nessun adulto che ci controllasse a vista, mi era anche piaciuto.
Considerate che era la casa della zia di un mio amico dell'epoca, non c'erano le sedie, non c'erano le luci, ma c'era l'immancabile vodka del discount. Si, proprio la vodka che costa 2€ a bottiglia e che è prodotta ovunque, ma non in Russia e che se ne bevi un sorso il fegato ti fa ciao ciao con la manina (cosa che allora non sapevo).

Comunque, a parte quella volta, Capodanno mi ha sempre fatto venire l'orticaria, anche perché è sempre la solita storia.
Si inizia con il quest'anno partiamo, andiamo da qualche parte magari al caldo salvo poi rendersi conto che partire sarebbe davvero una bella idea se solo si fosse prenotato a Natale di quattro anni prima perché non c'è posto e se c'è tocca prima farsi espiantare un paio di organi a caso, possibilmente non il fegato distrutto dalla vodka ignorante ingurgitata a quattordici anni e che ancora si fa sentire.

E allora prendiamo uno chalet in montagna, in mezzo alla neve, con il camino acceso che è tanto romantico e il maglione con le renne addosso che tanto in montagna fa freddo e l'importante è stare caldi, mica essere fighi. Solo che l'opzione chalet scatena le ire dei single che non possono mica abbordare i tronchi di legno con cui accendere il fuoco e, si sa, chi non tromba a Capodanno non tromba tutto l'anno (che tanto magari non tromberebbero comunque, ma tant'è).

E allora si può optare per il cenone da qualche parte, basta che non ci sono vecchi (anche se la vita è una ruota che gira, anche noi presunti giovani prima o poi saremmo i vecchi di qualcun altro), anche se effettivamente a Capodanno si mangia male quasi ovunque, il menù non convince del tutto e comunque 150€ per una cena sono troppi. E poi come dolce a Capodanno danno sempre quell'odioso panettone pieno di canditi e uvetta e scusate eh, ma mica si possono pagare tutti quei soldi per un panettone che magari è del discount come la vodka ignorante e poi non si digerisce.

A questo punto, possiamo mangiare una cosa veloce a casa tutti insieme e poi andare in discoteca o nell'immancabile villa affittata trasformata in discoteca per l'occasione, anche se una serata in discoteca costa quasi quanto il cenone e se è vero che l'open bar, poi bisogna fare file infinite per un cocktail annacquato. E poi c'è la gente, la confusione, per carità, meglio pochi, ma buoni che poi magari incontro qualcuno nella confusione mi vomita sul vestito nuovo la vodka (si, sempre lei, l'immancabile vodka ignorante) e Redbull, mi si spezza il tacco 12 immancabile a Capodanno e chissà quale altra tragedia potrebbe capitare

Possiamo organizzare una cena tra amici a casa di qualcuno, ognuno porta qualcosa e mangiamo e beviamo tra di noi che l'importante non è il posto ma la compagnia.
Solo che bisogna scegliere bene la casa perché se è quella della zia disabitata da sempre forse a quattordici anni poteva anche andare bene, ma a trenta uno ne fa anche a meno che poi, si sa, mancano sempre i bicchieri perché chi doveva portarli li ha dimenticati e quindi tutti a bere, a turno, dalla bottiglia che però non è igienico, quindi forse meglio morire di sete.
E se invece è casa di qualcuno sempre meglio che non sia la vostra di casa altrimenti vi passerà la serata a riempire sacchi neri di immondizia e a mettere a posto. E non vi dico cosa troverete il giorno dopo quando tutti saranno andati via.

E allora, onde evitare complicazioni, possiamo passare il Capodanno in piazza che ovunque c'è una piazza con un concerto, uno spettacolo, qualcosa. Solo che fa freddo e bisogna portarsi dietro da bere e, si sa, le borsette da abbinare agli scintillanti vestiti che si mettono in serate del genere sono piccole, molto piccole, piccolissime, quindi poi tocca tenere bottiglie di champagne -o spumante, fate voi- e bicchieri in mano che non sono neanche certa si possa andare in giro con bottiglie di vetro in tutte le città. E comunque non è neanche detto che ci sia il concerto in piazza e magari girare a vuoto per le strade non è una scelta saggia che poi ti becchi in testa una lavatrice o qualcosa del genere che, si sa, a Capodanno si butta via la roba vecchia dalla finestra.

Per salvare la situazione, serve un'ideona, di quelle davvero top, tipo quella di passare il Capodanno in un parco a tema, tipo Cinecittà World o Mirabilandia. Certo niente tacco 12, niente paillettes e magari niente mutande rosse che tanto chi vuoi che le veda se a mezzanotte siamo sulle montagne russe. 
Però, ecco potrebbe piovere. E poi c'è la gente, bisogna portarsi la bottiglia, fa freddo, costa troppo.

E allora sapete cosa? Meglio stare a casa con fidanzati, mogli, mariti o quello che è che tanto non abbiamo più l'età per fare serata e poi tutte le opzioni prevedono una dose di stress che è meglio evitare che già la vita è stressante tutti gli altri giorni dell'anno e magari, chi lo sa, chi non si stressa a Capodanno non si stressa tutto l'anno.
Esistono comunque pigiami con le paillettes e ciabatte con il tacco se proprio ci tenete, eh.
Al massimo puntiamo la sveglia, ci mettiamo in ghingheri e alle 7 di mattina andiamo a fare colazione con l'immancabile cornetto caldo e ci sentiamo giovani.
Ah no, se mangio il cornetto chimico alle 7 della mattina di Capodanno poi mi viene il cagotto.


E comunque sono allergica alle lenticchie, ai mini ciccioli preferisco le stelline e il tacco 12 l'ho messo l'ultima volta dieci anni fa.

20 commenti:

  1. Cara Gilda, questa domanda per me è facile, sto in casa con la mia dolce metà a gustarmi prima un bel film poi aspettando l'anno nuovo sempre guardando la TV...
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:_)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ehhhh!!! L'opzione casa ci piace assai. Sarò a cena da amici ma rimpiango divano e film da Ultimo dell'Anno (tipo Bud Spencer o La Lotteria di Capodanno)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Divano e film sono il mio programma di quest'anno 😅

      Elimina
  3. Divano e film sono anche il mio programma quest'anno. Drusilla

    RispondiElimina
  4. Come ho fatto a non pensarci prima??? La risposta ce l'avevo sotto il naso ma l'ho dovuta leggere per riuscire a comprenderla!!! Sono stressato tutto l'anno perchè mi stresso all'inizio dell'anno!!! Ovvio!!!

    RispondiElimina
  5. E pensa che stress quando a Capodanno ti viene da pensare, e giuro che è inevitabile, qualcosa tipo "Tra meno di una settimana sarà passato il mio compleanno. Sono sempre più anagraficamente adulta". Ansia.
    Tra l'altro non so se è una moda locale, ma da un paio di anni a questa parte è diventato impossibile per me trovare un vestito carino a maniche lunghe... è tutto smanicato e io sono super freddolosa!
    Comunque ho davvero svoltato la vita trovando un compagno più pantofolaio di me... poi sai che bello rimanere a casa in dolce compagnia sapendo che i vicini rompiscatole non ci sono xD
    Buon rinnovo di calendario ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che hai ragione a dire che non si trovano più vestiti a maniche lunghe? Io faccio un sacco fatica, pensavo fossi io a non sapere cercare 😅

      Ps. Buon anno anche a te!

      Elimina
  6. Mah, per me capodanno è solo una scusa per fare un po' di festa con gli amici. Tacco 12 anche no, ma paillettes obbligatorie! Che poi io arrivo dal cinema, il posto ha poca importanza, basta che ci sia da mangiare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le paillettes io le metterei sempre in effetti, mi piacciono da morire 😅

      Elimina
  7. Anche noi serata a casa, come sempre gli ultimi anni. Quest'anno però anche con i bimbi alzati, vediamo se resistono ;)
    Tanti auguri!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno resistito i bimbi alla fine?

      Buon anno anche a voi!

      Elimina
  8. per non sbagliare le lenticchie le ho mangiate

    RispondiElimina
  9. Tanti auguri di buon anno, comunque si sia deciso di festeggiare!

    RispondiElimina
  10. Non puoi capire quanto detesti il Capodanno! L'ansia di dover fare qualcosa per forza, di dover festeggiare a ogni costo, mi ha sempre dato fastidio! Spendere una follia, fare a botte con la folla... tutto solo perche' e' il 31 dicembre? Ma quando mai! L'unica cosa che salvo sono i fuochi d'artificio, che davvero adoro... ma tutto il resto lo passo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido ogni singola parola, anche a me piacciono un sacco i fuochi d'artificio, starei ore a guardarli in qualsiasi occasione...
      Tutto il resto invece lo abolirei serenamente!

      Elimina