domenica 28 gennaio 2018

Mio marito ha perso la fede

Mio marito ha perso la fede.
No, non la fede religiosa, quella credo che non ce l'abbia proprio mai avuta. 
Sto parlando della fede nuziale, quella che ci siamo scambiati neanche otto mesi fa e che, di fatto, era una delle due cose -marito a parte- a cui tenevamo di più quando ci siamo sposati.
L'altra cosa era la torta. Per dire, eh.


Ma facciamo un passo indietro: giovedì mi è arrivato un messaggio vocale su Whatsapp del marito che diceva "Amore, sono disperato".
Io ero a Milano (qui per saperne di più), stavo lavorando ed ero anche abbastanza oberata.
Cioè, se vogliamo essere sinceri quando ho sentito il messaggio ero in bagno, ma questo è solo un dettaglio.
La mia mente ha iniziato a viaggiare e già immaginavo il cane spappolato sotto ad una macchina, la casa allagata o qualche altra tragedia simile.
"Ho perso la fede" mi ha detto.
"Ma come hai perso la fede?"
Mi ha spiegato che era sicuro di averla messa, la notte prima appena rientrato di lavoro, sul piatto svuota tasche che abbiamo in salotto; lo stesso piatto in cui entrambi da ormai quasi otto mesi mettiamo ognuno la propria fede quando ce la togliamo la sera, insieme agli orologi.
É partita, a quel punto, la ricerca folle della fede con me che, da Milano, davo suggerimenti su dove cercare.
Dopo che il Marito ha spostato tutti i mobili di casa -per fortuna che abitiamo in una casa che è un buco- a me sono iniziate a venire le ideone con la i maiuscola.
"Ma non è che l'ha mangiata il cane? Prova ad esaminare la sua cacca che se l'ha mangiata l'avrà anche buttata fuori in qualche modo".
"Ma non è che per sbaglio è finita nell'immondizia? Prova a cercare nel sacchetto".
"Fai una cosa, magari è finita sul pavimento, passa l'aspirapolvere e dopo prova a cercare dentro al sacchetto".
"Ma non è che finita dentro il gabinetto? Prova a metterci una mano dentro".
Tutte soluzioni pulite e soprattutto igieniche, insomma.
Com'è che si dice? Che siamo tutti finocchi col sedere degli altri? Che io non lo so mica se avrei cercato tra la cacca del cane, eh. E non so neanche se avrei anche solo lontanamente pensato di infilare la mia mano santa dentro il gabinetto, ma tant'è.
Dopo aver smontato tutta casa per cercare sta benedetta fede e cercato ovunque, sono partiti i piani B, C e D.
Ha cercato in macchina, ha percorso a piedi tutta la strada fatta con il cane (tanto è sempre la stessa da anni), poi ha cercato al lavoro e ha anche interrogato i colleghi che magari potevano fornire indizi utili al ritrovamento della fede scomparsa.
"Ma voi avete fatto caso se avevo la fede?"
Perché ecco, lì la sua certezza di averla messa dentro il famoso piatto svuota tasche cominciava a vacillare.
Una collega però gli ha detto di avergliela vista al dito mentre era al pc, quindi è stata smontata anche la messa in onda (qui per saperne di più) dove lavora, ma della fede ancora nessuna traccia.

Le ricerche sono proseguite anche il giorno dopo, a quel punto le sue certezze non vacillavano più, ma erano proprio sparite.
"Ma se per caso quando sono andato a cena, qualcuno me l'ha rubata togliendomela dal dito?"
"Ehm, amore, credo che te ne saresti accorto"
"E se qualcuno è entrato in casa e l'ha presa mentre dormivo?"
"Ehm, ma la porta è chiusa dall'interno e poi, dai, quale ladro entrerebbe solo per una fede?"

Io nel frattempo ho anche avuto un paio di crisi di pianto pensando alla fede perduta.
Cercate di capirmi: io ero lontana, non potevo aiutarlo in nessun modo se non facendo da supporto morale al telefono (oltre a dare suggerimenti su dove cercare che forse avrebbe preferito non ricevere) e mi disperavo. Le mie amiche e le mie colleghe ringraziano intanto davano supporto morale a me.
Poi ho scritto al gioielliere per dirgli quello che era successo e comunicargli che avremmo dovuto rifare la fede perduta.
"Certo, non sarà mai la stessa cosa" ho detto al Marito.
Quando ho smesso di piangere, mi è partita la demenza e ho iniziato a mandare messaggi al Marito da parte del cane (si lo so, non mi fa onore): "Ehi papà ho trovato un tondino d'oro sul pavimento, posso mangiarlo?"
Insomma, nella vita bisogna anche prendersi in giro quando succedono queste cose, no?

Della fede comunque nessuna traccia (l'ho già detto, vero?), quindi ci siamo rassegnati, anche se dentro di me io pensavo che una volta tornata a Roma  avrei cercato io e magari sarebbe saltata fuori.
La prima cosa che ho fatto una volta arrivata a casa nostra infatti ho cominciato a spostare mobili, a guardare nei posti più impensabili, a chiedere al cane se per caso non l'avesse presa lui.
Dopo ore di ricerca mi sono completamente arresa anche io: la fede è sparita, il marito ha perso la fede e tocca ricomprarla.
Ad un certo punto sono anche partita con un discorso molto lungo e profondo sul fatto che se effettivamente l'avesse persa fuori casa se ne sarebbe accorto la sera, appena rientrato dal lavoro, perché lui di fatto ogni sera fa lo stesso gesto automatico e se facendolo non si fosse ritrovato la fede al dito si sarebbe allarmato subito, quindi -secondo me- l'aveva poggiata in un posto diverso dal solito e non si ricordava dove, ma la fede era sicuramente dentro casa.
É seguito trattato orale della sottoscritta sulla psicologia umana  -non so neanche da dove mi sia uscito- incentrato sul fatto che tutti noi facciamo dei gesti automatici di cui in realtà non ci rendiamo neanche conto e che, se per caso, facciamo qualcosa di diverso per una volta non ce lo ricordiamo neanche.
Comunque, a quel punto avevamo davvero cercato ovunque e quando dico ovunque intendo ovunque.
E ci siamo rassegnati davvero perché va bene che la speranza è l'ultima a morire, ma ecco più di quello che abbiamo fatto non potevamo fare. E lo dico davvero.

Mi sono alzata dal divano, con le lacrime agli occhi, ripensando alle parole di mio cugino che mi ha detto che in fondo è solo un oggetto, che si ricompra, che l'importante è il nostro amore.
Mi sono avvicinata alla scrivania dove il Marito tiene il suo pc, ho passato la mano sotto il coperchio del vassoio della carta della stampante e ho trovato la fede.
No, davvero, ho trovato la fede.
La stampante l'avevamo spostata dieci volte per cercarla, eh.
E lì, al Marito è partita la risata isterica, a me invece è partito l'insulto facile verso di lui.
"Amore, sai cosa? Effettivamente io quando sono rientrato dal lavoro, ho portato fuori il cane e poi ho messo il guinzaglio dietro la stampante perché mi sono messo al pc a fare delle cose".
"Ah".
Quindi possiamo affermare che abbiamo spostato mobili, rovistato nei rifiuti, analizzato la cacca del cane e la fede è sempre stata sotto il nostro naso. 


Cosa ci ha insegnato questa storia? Ovviamente che io ho sempre ragione, che sono una psicologa mancata e che dovrei passare il mio tempo ad analizzare la psiche umana.
No dai, facciamo la persone serie: ci ha insegnato che è proprio vero che la soluzione spesso ce l'abbiamo davanti agli occhi e non la vediamo, ma tant'è.

40 commenti:

  1. Cara Gilda rieccomi dopo la bella festa del mio 61° anniversario di matrimonio.
    Ora sono qui, e sento che tuo marito a perso la fede nuziale, se lui a persa a me invece me la avevano rubata dal sgabuzzino guarda roba dove la mettevo durante il lavoro che nella macchina che lavoravo era pericoloso averla!!!
    Ciao e buon inizio della settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto le vostre foto, eravate davvero bellissimi!

      Ma non l'hai poi più trovata quindi :(
      Un abbraccio anche a te!

      Elimina
  2. siete la prima coppia che conosco che toglie la fede! pensavo che non si togliesse mai (a meno di casi di necessità, ovviamente)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che me lo stanno dicendo anche su Facebook? Noi l'abbiamo sempre tolta per paura di perderla (pensa quanto siamo scemi :D ).

      Elimina
    2. io la tolgo tutte le sere per mettere la crema dopo la doccia e infatti spesso esco al mattino senza averla.
      non mi piace impastarla con la crema corpo o per le mani

      Elimina
    3. Visto che non siamo gli unici? :D

      Elimina
  3. io l'ho tolta perché la lasciavo in giro continuamente...
    quando l'ho tolta il mio matrimonio ha cominciato a vacillare, ma il mio ex marito non l'ha mai tolta... nemmeno un giorno, e poi mi ha mollata...
    la SuperMamma non l'ha mai messa, perché facendo l'estetista era per lei un grosso problema tenerla al dito... eppure è sposata, alquanto felicemente, da 33 anni... vedi tu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto di recente il tuo post sul tuo matrimonio e mi è venuto il magone, sai?
      Questo commento mi fa un sacco riflettere, grazie :)

      Elimina
    2. io l'ho tolta un minuto dopo che l'ha tolta lei

      Elimina
  4. Noi l'abbiamo perse PRIMA di sposarci. La mattina del matri era sparita dal cassetto, i parenti hanno rivoltato tutta casa e mandato in crisi mia suocera. Ci siamo sposati con quelle dei testimoni. Alla sera sono state trovate ovviamente sotto il mobile. In viaggio di nozze mio marito giocandoci gli è caduta in un negozio. Poi lasciata in un ristorante. Ora è ovviamente sotto chiave (la sua, io la mia la tengo sempre).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che perdere le fedi (Arrivate tre giorni prima del matrimonio) prima di sposarci era una mia grande paranoia? Penso mi sarebbe venuta l'ansia (che non ho avuto) in quel caso, meno male che le avete ritrovate!

      Elimina
    2. Io ero super zen quel giorno, l'ha presa peggio mia suocera.

      Elimina
    3. Oddio, ora che mi ci fai pensare, anche mia suocera probabilmente -se fosse successa una cosa simile- non l'avrebbe presa benissimo...

      Elimina
  5. Oddio che ansia
    L'unico anello che porto in inverno mi scivola continuamente dal dito...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio non dirmi così che l'ansia viene a me :D

      Elimina
  6. pensala così. potevate risposarvi

    RispondiElimina
  7. aaaaaaaaa allora non sono l'unica che ha sfasciato mezza casa, analizzato il contenuto del sacchetto dell'aspirapolvere, interrogato il cane per poi scoprire che era caduta nella pantofole accanto al comodino incastrandosi in una cucitura...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quasi quasi direi che batti il Marito 😂😂😂😂😂

      Elimina
  8. scusa la domanda personale, a cui puoi anche non rispondere, ovviamente, ma perchè la togliete la sera quando arrivate in casa???

    RispondiElimina
  9. Mio marito l'ha persa. La toglieva per il suo lavoro e la metteva nel portafoglio. E' andata. Ed è dura da buttar giù. Soprattutto quando non te lo dice e tu pensi le peggiori cose. Non l'abbiamo subito ricomprata. Solo 2 estati fa l'ho costretto ad acquistarne una in acciaio (le nostra erano oro bianco). Sono contenta così: si tratta di simboli e l'importante è che lui porti quel simbolo. Non so nemmeno perché esista questa usanza tenendo conto che al mondo ci sono persone precise come me ma anche delle teste completamente sulle nuvole come quelle di mio marito (e di mia figlia che ne ha ereditato il disordine).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo: si tratta di un simbolo, però è un simbolo importante, non saprei spiegarlo, ma ci tengo tantissimo!

      Elimina
  10. in risposta a chi si chiede perché qualcuno la tolga rispondo che semplicemente a qualcuno dà fastidio: c'è chi oramai ha le dita ingrossate e magari ha bisogno di tirarla via; chi non ama lavarsi con oggetti addosso come anelli o bracciali; chi al contrario ha paura di perderla facendo certi lavori. Insomma il punto è che tutti abbiamo abitudini diverse, e la fede è nata solo per un certo tipo di persone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che fastidio, noi abbiamo sempre avuto paura di perderla.
      Leggendo poi i vari commenti, ho riflettuto sul fatto che noi (sia che il Marito) quando arriviamo a casa, da sempre,togliamo orologio, bracciali, ecc quindi probabilmente inconsciamente ci viene da togliere anche quella :)

      Ps. Mio papà portava la fede come ciondolo perchè per lavoro non poteva portarla :)

      Elimina
  11. insomma è un anello, un simbolo...non il certificato di matrimonio. se si perde si sopravvive: garantito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è verissimo, però dispiacerebbe perderla :)

      Elimina
  12. Credo sia capitato a tutti una situazione del genere, di perdere qualcosa e di ritrovarla impensabilmente lì, e per fortuna è stato questo il tuo caso, altrimenti in effetti sarebbe stata dura, anche se in fin dei conti quello che conta è l'amore ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo: l'amore è assolutamente la cosa più importante 😘

      Elimina
  13. Non so come mi sentirei in verità, perché alla fine è un simbolo (che ha anche valore economico oltre che umano) però appunto un simbolo che resta indietro rispetto a ciò che indica. In effetti non conosco molte coppie che non la tengono sempre, o forse nessuno, salvo appunto problemi col lavoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi la teniamo sempre, eh, tranne quando rientriamo a casa e siamo solo noi, quindi in realtà magari potrebbe essere un'abitudine diffusa e non lo sapremo mai 😁

      Elimina
  14. La casa nasconde, ma non ruba, si dice dalle mie parti.
    E io lo so bene essendo sposato ad uno che coinvolge tutta la famiglia, almeno una volta a settimana, nella caccia la tesoro delle sue chiavi.
    Noi la fede la togliamo solo per fare giardinaggio.
    E' l'unica cosa che altrimenti non togliamo mai, sarà che lui le aveva perse, proprio in casa, il giorno del matrimonio e non l'ho presa bene quando mi ha chiamato insistendo che le avevo io. C'è un limite a quello che uno può dire per scaricarti addosso le sue responsabilità, non ti pare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si dice così anche dalle mie parti, ho ripetuto questa frase per 48 ore (anche per autoconvincermi che non poteva essere stata persa 😅).

      In effetti, se il Marito avesse cercato di dare a me la colpa lo avrei ucciso 😂

      Elimina
  15. Io non sono sposata ma convivente, però i primi anni di relazione (quando si è ancora molto romantici) ci siamo comparti una coppia di fedine a cui è seguito gioiellame vario. Per farla breve, io temendo i ladri che lo scorso anno svaligiavano appartamenti nella nostra zona ho nascosto tutto il malloppo compresi i regali del battesimo di entrambi i figli. Non li ho più trovati e mai più li troverò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La casa ruba, la casa da dicono, quindi dai, vedrai che li troverai!

      In realtà sai che anni fa anche io avevo perso la fedina che il marito mi aveva regalato? Però non l'avevo presa male, non so perché :D

      Elimina
  16. Io ero sposata da qualcosa come un mese, nuotavo con la maschera in acque alte e l'ho vista sfilarsi dal dito e andare a fondo!!! Poi l'ho rifatta, ma com'è come non è mi sono separata dopo 3 anni e mezzo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco perché io al mare la evito :D

      In generale spero di non perderla mai, che già una volta ci ha detto bene, la prossima chi lo sa!

      Elimina