lunedì 3 ottobre 2016

Essere ipocondriaci 2.0

Mi fa male un piede e sono ipocondriaca.
Non ho cercato da nessuna parte a quale atroce malattia appartenesse il sintomo del mal di piede e no, non perchè sono intelligente, ma perchè mi fa male una parte di piede che sta in mezzo tra la punta e il tallone e non ho la più pallida idea di come si chiami. 
Nel frattempo, non potendo cercare da nessuna parte, mi sono convinta che presto il mio piede andrà in cancrena. Chiaramente, dovranno tagliarmelo. Non avrò più un piede.
Mi fa male questo benedetto piede da quando ho iniziato a sfasciarmi di esercizi per tonificare, dimagrire, rassodare. Poi dicono che l'attività fisica fa bene, fin tanto che stavo sul mio divano non mi faceva male il piede.
Comunque, dicevo, sono ipocondriaca. E, in realtà, ci ho provato a non cercare nulla.


E' vero che se è un piede a fare male, non può essere nè un infarto nè la meningite nè un tumore che sono i mali più gettonati di qualsiasi ipocondriaco appena sente un qualsiasi dolore.
Funziona più o meno così: dolore al petto o al braccio uguale infarto, mal di testa uguale meningite, qualsiasi altro dolore sparso uguale tumore nel punto che fa male.
Dopo aver fatto ad alta voce questo ragionamento, chiaramente mi sono convinta di avere un tumore al piede. Non so nemmeno se esiste, ma nel dubbio mi sono aumentati i battiti cardiaci ed è stata subito autodiagnosi di infarto, oltre che di tumore.
Nel dubbio, quindi, sarei sicuramente morta, quindi tanto vale andare dal medico e, prima di andarci, fare una ricerchina veloce nei meandri del Web 2.0. Mai farsi cogliere impreparati quando si deve andare dal medico: studiare tutta la sintomatologia sul web e solo dopo, rivolgersi ad uno che ne sa perchè queste cose le ha studiate. La laurea, d'altronde, potrebbe essere finta. Sai mai.
Comunque, dicevo, breve ricerchina, omettendo il punto del piede che fa male.
Qualcuno prima di me deve già avere cercato "male al piede" perchè i suggerimenti erano infiniti.
ho provato con "male al piede sotto", come suggerito dal buon Google, e ho scoperto che la zoppìa era imminente a causa di una tendinite.
Bisogna approfondire e ho approfondito perchè sono una persona seria che si prende cura della propria persona.
Mi sono quindi convinta di avere la Sindrome di Marfan prima e il Neurone di Morton dopo. Che poi, abbiate pietà di me, ma i nomi a ste patologie chi glieli dà? 
Ho valutato anche l'ipotesi di aver contratto il virus Zika, il mal di piede è un sintomo e io conosco un sacco di gente tornata di recente dal Brasile.
Infine, ho capito che poteva essere una trombosi che nella mia testa è diventata subito cancrena. Ora il passaggio da trombosi e cancrena non me lo ricordo, abbiate pietà di me, ma credetemi che nella testa di un ipocondriaco tutto è possibile.
Ad ogni modo, sono andata dal medico. So che converrete con me che è disdicevole, ma non è nessuna delle patologie sopra citate. Non mi amputeranno il piede.
Oh, devo ridurre i carichi di lavoro, quello si, ma non sto morendo. 
E per un ipocondriaco, la diagnosi di averla sfangata anche stavolta, si trasforma subito nell'attesa fervente del prossimo dolore da vagliare attentamente.

Nb. Non contenta, ho cercato anche i sintomi dell'ipocondria e ho scoperto di non esserlo. Solo un tantino ansiosa forse. E ci sono rimasta malissimo.

8 commenti:

  1. Cara Gilda, se parliamo di male hai piedi, io sono un campione, dopo 5 anni di controlli s radiografie, risonanze magnetiche, e tre operazioni alla caviglia finalmente con due viti che mi bloccano un piccolo movimento alla caviglia il dolore è sparito!!!
    Sembra una favola ma è la verità. Ciao e buona serata cara amica, con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa sempre bene! Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo non serva mettere le viti ;)
      Sono contenta tu abbia risolto. Un bacio grande.

      Elimina
  2. Io ho avuto per settimane l'alluce insensibile, come succede con le braccia quando ci dormi sopra. Dopo lunga ricerca su Google ero indecisa tra sclerosi multipla e diabete. Ne ho parlato per telefono con un'amica, medico, che mi ha detto di avere lo stesso problema e volerne parlare con la neurologa. Il problema e' sparito in inverno e tornato puntuale in estate. La colpa era dell bellissime ballerine a righe che ci eravamo comprate, super trendy ma cosi' strette e scomode che dopo giorni l'alluce si auto-dichiarava morto per protesta :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho riso per mezzora, giuro.
      Con le ballerine succede anche a me, ma in effetti non ho mai pensato di cercare su Google XD

      Elimina
  3. Ahahaha google è il male. Ci si riconosce in ogni sintomo letto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In alcuni casi anche nei sintomi che non esistono Xd

      Elimina
  4. Io credo di soffrire di fascite plantare è un dolore della pianta del piede che si estende dal tallone a metà pianta. Non sono andata dal medico perché mi riservo lo spettacolo teatrale per casi più importanti (sinusite, strano dolore all'anca, diastasi). La chiamo spettacolo teatrale perché credo che faccia un provino a tutti i suoi pazienti (e forse lo ha fatto pure a me e non me ne sono resa conto!).
    Per il dolore basta fare un po' di stretching al piede e passa e mettere del ghiaccio, ma col cavolo che mi metto ferma col ghiaccio al piede. l'ho fatto una volta sola e poi... basta!
    Naturalmente ho scoperto di avere fascite plantare, sinusite e diastasi da Google ma se lo dico al mio medico diventa una belva (e diciamola tutta, ha ragione!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E si che ha ragione, ma pur sapendo di sbagliare, io persevero.
      Il mio dolore al piede cmq è passato così com'è venuto, in effetti potrebbe essere fascite plantare, chiederò lumi quando sarò costretta a passare dal mio medico di base per una ricetta.

      Elimina