martedì 22 settembre 2015

Salva una pianta, mangia un vegano. Perchè i vegani mi disturbano la digestione.

Io non ho niente contro i vegani, lo giuro sugli involtini di carne che ho appena mangiato.
Niente di personale, almeno.
Tu vuoi mangiare l'erbetta che cresce sui prati e il seitan che sa di cartone? Liberissimo di farlo. Ma non dire a me cosa devo mangiare io. O peggio, non dirmi che sono una mangia cadaveri perchè allora io potrei obiettare che tu mangi tutte le piante che servono per creare l'ossigeno -com'è che si chiamava? Fotosintesi clorofilliana?- e quindi stai cercando di uccidermi. E mangi anche il cartone aromatizzato, il che mi lascia delle perplessità sulla tua intelligenza.
E no, non ti stimerò solo perchè io mangio il wurstel di maiale o di pollo e tu quello di tofu. O l'hamburger di soia. O la bistecca di seitan. La bistecca è di carne chianina, l'hamburger di manzo, non di seitan o di soia.
Con tutto il rispetto, mio amico vegano, io potrei rispettare la tua scelta qualora tu iniziassi a rispettare la mia di mangiare quello che ritengo opportuno mangiare o, nel mio caso, quello che posso mangiare di cui, purtroppo, gran parte del regno vegetale non fa parte.
E se anche volessi mangiare ogni giorno quindici panini del Mc Donald's, visto che tu non mi conosci e io non conosco te, dubito davvero sia un tuo problema. Anzi, se lo facessi, probabilmente morirei dopo una settimana, quindi ci sarebbe una mangia cadaveri in meno.

Io, amici vegani, non ce l'ho con voi, anzi mi piacerebbe tanto approfondire la questione sul perchè siete diventati vegani, su cosa vi ha spinto e su quali sono le brillanti motivazioni che vi portano a fare questa scelta. Ma diciamoci la verità, la maggior parte di voi è vegana per moda, l'altra metà passa il proprio tempo a insultare il prossimo perchè ha altre abitudini alimentari, giuste o sbagliate che siano.
E io, per principio, con chi non sa affrontare un dialogo senza insultare, difficilmente intavolo un discorso. Proprio non mi va, ho già tanti pensieri.
Poi, sapete, a me date particolarmente fastidio quando magari uno cucina la polenta con la salsiccia e fa per voi qualcosa di squisitamente vegano e vi lamentate. Io rimango digiuna ovunque, da sempre, e non insulto nessuno.
E mi date anche fastidio quando vi paragonate agli allergici perchè, è evidente che non conoscente la differenza tra una scelta e una patologia. E mi urtate il sistema nervoso quando insistete perchè io dovrei mangiare la vostra zucchina se no sono un mostro perchè io la zucchina non la posso mangiare. Mi piacerebbe perchè le zucchine sono tra i vegetali più buoni, ma non posso. E non per questo, odio il mondo.
E, vedete, il mondo ce l'ha con voi non perchè non mangiate cadaveri, ma perchè vi ergete a mostri sacri della sapienza, criticando e sbeffeggiando chi non è come voi, manco foste una setta.
Se aveste due argomenti buoni per spiegare le vostre scelte, magari  toglieste  le scarpe di pelle (perchè, ebbene si, le scarpe di pelle di che pelle pensate che siano? Umana? O pensate che il Seitan abbia la pelle con cui ci si fanno le scarpe?) ed evitaste di dire cose tipo:"il moscerino è un essere senziente", io starei ore a parlare con voi perchè sono una persona molto curiosa. Ma voi no, sapete solo dire mangia cadaveri al prossimo, così per hobby.
e poi, lo ammetto, probabilmente non vi prendo troppo sul serio perchè ho conosciuto vegani che mangiano le acciughe, vegani che mangiano il tonno, vegani che mangiano le uova di quaglia.



Nb. Ho conosciuto vegani assolutamente rispettosi nei confronti del prossimo, intelligenti e che non passano il loro tempo a insultare chi segue un'alimentazione diversa dalla loro. A loro, va tutta la mia stima perchè è evidente che sono talmente convinti della loro scelta di vita che non sentono la necessità di sfogare le proprie frustrazioni sul prossimo.
A tutti gli altri invece, dedico questo post.

28 commenti:

  1. Se una persona fa una scelta consapevole non passa il suo tempo a denigrare gli altri. Certi vegani sono come i testimoni di Geova che per sottolineare la loro giusta acelta e religione passano il tempo a sputtanare i cattolici. Che senso ha? Stai sereno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordissimo con te.
      Hai detto in due righe quello che io nn son riuscita a dire in un post intero.

      Elimina
  2. Io ci ho provato a parlare con uno di loro, mi sono fermata quando mi ha detto che nutre i suoi cani e gatti adorati con la carne di tacchino. Perché il tacchino sia importante come l'umano e quindi non debba essere mangiato, ma meno importante del tuo cane o gatto...sfugge alla mia logica, mi dispiace

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La maggior parte dei vegani con cui ho avuto modo di discutere si contraddicono ogni 2×3 e questo fa riflettere...

      Elimina
    2. sono peggio i vegani che decidono di avere un gatto o un cane, carnivorisssssimi, con una dieta vegana :O non mi pare proprio rispettoso della natura degli animali, e credimi sono in tanti

      Elimina
    3. I gatti non sono onnivori come l'uomo. Per questo devono per forza nutrirli con la carne. Io comunque ci ho provato ma non ci riesco . Né a diventare vegana, né a parlare coi vegani.

      Elimina
    4. Che poi è pure cattiveria costringere un gatto/cane ad una dieta vegana...

      Elimina
    5. Giorgia io una vegana con cui parlare l'ho trovata, molto intelligente e soprattutto vegana per davvero e non per moda e robacce simili. UNA.

      Elimina
  3. Concordo! Certi vegani sembrano tipi da setta.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io fino adesso ne ho trovata solo una normale....

      Elimina
  4. Non hai capito niente.Essere vegani è chic , è alla moda, fa tendenza, come si dice ora.

    RispondiElimina
  5. Ma infatti! Io non la capisco sta gente che potendo scoparsi mezzo mondo si sposa ed è monogama, non è naturale. L'uomo non è monogamo per natura. È onnivoro e poligamo. Poi mi vengono a dire che io in realtà se mangio la mucca sto mangiando sia quella, che tutti i chili d'erba che s'è mangiata, vabbè, chissene, la mucca è più buona. Che poi vabbè, produce metano a go-go e si squagliano i poli e tutte ste cazzate, ma a me che me ne fotte? Io vivrò al massimo altri 40 anni, il pianeta il pianeta il pianeta, e che rottura di maroni. Poi mi vengono a dire che si rispettano gli animali, per rispettare se stessi, il pianeta e gli altri, ma certo, certo, io però vivo negli USA e c'ho la mia bella pistola, tu non la vuoi? Devi rispettare la MIA scelta. E la MIA vita, ed è legale. E se entri nel MIO ranch a cercare di rubarmi le MIE mucche io ti sparo. Che io i miei animali li amo. Sennò col cavolo che le inseminavo io le mucche, ci vuole coraggio. È tutto collegato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ho capito bene la tua ultima frase, spero che il suo significato non sia quello che si evince.Un'altra cosa : mi occupo di ambiente e animali attraverso delle guardie che si occupano di tutelare le leggi sull'ambiente e sugli animali e credimi sin dall'Arca di Noè gli animali ci hanno nutrito, perchè l'uomo nacse carnivoro, e poi l'equilibrio della natura si basa sul fatto che alcune specie animali ne eliminino altre.Io , ad onor del vero proibirei al leone di mangiare le gazzelle, sono tanto belle, ma credimi non sono ancora riuscita a convincere il leone

      Elimina
    2. Anonimo guarda che esistono anche le vie di mezzo. Il mondo non si divide in vendicatori del West da una parte e santi protettori del pianeta dall'altra. Che ci sia bisogno di rivedere le nostre cattivissime abitudini in tema di sostentamento, risorse e inquinamento è fuori dubbio,ma il veganismo non è l'unica via percorribile.

      Elimina
    3. Infatti, secondo me il veganismo andrebbe proibito. Gli uomini sono superiori, la razza superiore, non per altro DIO ci ha dato il dominio sugli animali. Io insemino le mucche nel mio ranch, perché per la produzione le devo inseminare io con lo sperma degli esemplari migliori, mica posso aspettare che le montano. È la legge della produzione e di natura. È un lavoraccio, sì, ma devo farlo, sennò non si produrrebbero tanti vitellini e la mucca non produrrebbe latte in continuazione. L'uomo nasce carnivoro dalla notte dei tempi, senza ammazzare i dinosauri saremmo rimasti scimmie. Che poi dicono che le scimmie sono fruttariane, ma chi ci crede. Dagli una bistecca e vedi come se la mangiano. Guarda, io non ne posso più, sempre a ripetermi che con tutta la terra che si usa per il foraggio degli animali ci nutrirebbero mezza Africa. Beh, vaccela tu a nutrire l'Africa, io pure nutro un sacco di gente. Poligamo, orgoglioso del mio ranch e di controllare l'equilibrio delle specie del mondo! Se vuoi venire a fare un giro nel ranch, io accolgo tutte le ragazze di buona forchetta, e se un po' in carne meglio ;-)

      Elimina
    4. Tony (o Anonimo, non capisco più), a parte che mescolare dinosauri e scimmie non mi sembra appropriato, credi che metà dell'Africa muoia di fame per via del foraggio degli allevamenti? E pensi che se smettessimo di coltivare foraggio e coltivassimo solo zucchine, quelle zucchine sarebbero inviate in Africa?
      Ti arrabbi per i luoghi comuni, ma rispondi usandone altrettanti.

      Elimina
    5. Ma mica sono io che lo dico, sono questi che mi rompono i maroni. Che dicono che avendo le mucche tolgo il cibo agli Africani e inquino. Ma inquinerete voi che prendete Ryanair. Ora va di moda sto documentario sulle mucche, Cow non so che, e tutti a mandarmelo e rimandarmelo, come se fossi Satana. Sì, una mucca mangia un sacco, beh, si riproducessero meno in Africa, che ti devo dire. Noi ci siamo evoluti. Beh, non mescolo scimmie e dinosauri, dico solo che le scimmie sono rimaste scimmie e noi siamo evoluti quando abbiamo cominciato a mangiare carne. Che senza carne SI MUORE. Guarda quell'articolo del neonato vegano morto. Li fanno morire di fame. Poi mi dicono che qua negli USA muoiono in tanti di tumore e io dico: preferisco morire giovane che mangiare cartone. Preferisco essere grasso e felice che stecco e mangia falsi hamburger - da che mondo è mondo il burger è nato DI CARNE, nasce così. La mucca soffre perché le levano il vitello? Siamo l'unica specie che beve il latte di un'altra specie? Questo perché siamo SUPERIORI. È così semplice. Tony

      Elimina
    6. Tony/Anonimo (un pò confuso sulla tua identità?) ti ringrazio perchè mi hai regalato un sorriso.
      Certo, l'idea di inseminare le mucche è un pò malsana, ma rispetto tutto (anche se, ti dirò, non lo condivido), almeno fin tanto che non si scade nelle offese.
      Tra l'altro, scusami se mi permetto, ma mangiare solo carne fa davvero male, una dieta equilibrata non lo prevede, dovresti rivedere le tue abitudini alimentari, magari includendo un pò di zucchine che quelle male non fanno mai ;)

      Elimina
    7. Io, tra l'altro sono una mucca e, in quanto essere senziente, tengo un blog. Pace e amore.

      Elimina
    8. Dal cellulare non mi fa selezionare il profilo con pagina web e nome. Le mucche vengono inseminate artificialmente in tutte le fattorie comunque, mica sono io che sono un pervertito. È la prassi. Artificiale (con braccio) o con mucca legata. Che mica siamo Heidi ti sorridono i monti. A me i vegani mi rompono i maroni (le scatole, vabbè, ma in fondo i maroni sono castagne, quindi son vegane, mica si offenderanno) perché c'hanno da ridire su tutto. Che pensano, che io non lo so come vivono le mucche avendocele? Però per me sono animali, creati per il nostro usufrutto. La mucca soffre con le macchine attaccate alle mammelle? Sì, come soffrirebbe una donna che si tira il latte ore e ore al giorno artificialmente. Però una donna è una donna e una mucca è una mucca. Non credo tu beva latte munto a mano, né che compri carne dal contadino che lascia libere le mucche di accoppiarsi con chi vogliono. È la legge di mercato, funziona così, si accetta così e così si vive. Quello che c'è dietro lo sappiamo tutti, le opzioni le conosciamo tutti. Ma a me il latte di soya fa schifo. A me della mucca mi importa che non si ammali e che produca. È un mezzo, come una piantagione di mais. Allora perché, il mais non soffre? Tony

      Elimina
    9. Il latte appena munto, molto grasso per carità, è buonissimo, ma avendo le mucche dovresti saperlo, no?

      Elimina
    10. Ma infatti io mi bevo quello di due delle mie mucche, quelle che teniamo per noi di famiglia e con cui mia moglie 1 fa formaggi ecc, mica mi bevo quello che mungiamo artificialmente dalle altre. Alle nostre diamo erba fresca, perché son nostre, non vengono gli ispettori a controllarle, invece alle altre quello che stabilisce la nostra cara sanità e il ministero dell'Agriculture. Ma che c'entra? Infatti la mia paura è che con tutti 'sti vegani e allergici qua, già i prezzi son bassissimi e ci guadagnam niente, e ora con tutta 'sta gente vendiamo molto meno, tutto un lavaggio del cervello! Guarda, sono inca$$ato nero. Vengono a scrivere commenti negativi sulla nostra pagina e tutto. In Italia non so com'è la situazione perché non ci vivo da anni, ma qua è così. Tony

      Elimina
    11. Paragonare i vegani con gli allergici, no Tony, ti prego.
      Comprendo l'essere vegantalebani, ma non saper distinguere una patologia da una scelta...beh, mancano le basi...

      Elimina
    12. Beh, prima tutte ste cavolo di allergie non esistevano, non mi vengano a dire. A me piacerebbe pure avere solo 40 mucche, trattarle bene, che bruchino l'erba e che il latte sia buono davvero (come quello delle mie due per uso personale). Invece no, prezzi al ribasso, ci obbligano a fare certe cose che voi umani (fistulazione, inseminazione ...). Sono mucche, non persone, lo ripeto, ma certo le allergie degli ultimi anni non vengono dal latte, Ma da sti cavolo di antibiotici e mangimi. Però certo, la gente vuole più carne, più latte e allora bom, si produce, mica posso morire di fame. Se mi bevessi io il latte delle altre sarei allergico pure io! hahaha ... ma non mi ci avvicino proprio! E intanto la gente lo sa, lo posso pure dichiarare ai 4 venti. Se vuoi il prodotto buono e fresco lo paghi, il latte del supermercato è veleno, ma chi è disposto a pagare 7-8 dollari un litro di latte vero? Nessuno. E allora sbobba. E la carne idem. È mercato, puro e semplice. E un lavoro come un altro. Ma non vedo buone prospettive per il futuro. Tony

      Elimina
    13. Tony davvero, stai facendo la pipì fuori dal vasetto.
      Io sono una persona allergica, da due decenni, quando voi vegantalebani dovevate ancora nascere.
      Comprendo davvero la tua frustrazione, ma scherzare con la vita della gente (perchè si, di allergie alimentari ci si muore) è assolutamente fuori luogo ;)

      Elimina
    14. Quindi - per curiosità - hai provato con la versione bio/senza pesticidi/no monsanto/ no ormoni degli alimenti che ti fanno male? Ho un figlio allergico a varie cose che gli danno a scuola (verdure), ma se sono del nostro orto (concimanto con lo stabbio delle due mucche buone) no. Quindi lui probabilmente non è allergico all'alimento in sé, ma a qualche pesticida. Anche se ovviamente l'allergologo non lo ammetterà mai, sennò lo fanno fuori! Tony

      Elimina
    15. Io sono allergica agli alimenti (molti), non ai pesticidi. Una forma molto grave, invalidante che mi crea non pochi problemi da anni (nel blog trovi anche un post al riguardo).
      E' una patologia molto seria (e frustrante, se vogliamo) che nulla a che vedere nè con le scelte alimentari (che, giuste o sbagliate che siano, rimangono delle scelte) nè con le intolleranze tanto di moda.
      L'allergologo va scelto in modo serio. Il nostro, che mi segue da quando ero poco più che bambina, è una persona competente che sapendo quello che ho passato e passo, anche a livello psicologico, pagherebbe oro per premettermi di mangiare anche solo una delle cento cose a cui sono allergica, figuriamoci se non ammetterebbe mai qualcosa (tra l'altro le mie reazione, oltre che dai test annuali, sono state "testate" disgraziatamente da diversi choc anafilattici da cui mi hanno salvata per i capelli).
      Informatevi comunque anche sulle reazioni combinate, è possibile che alcuni alimenti gli diano una reazione se combinati ad altri.

      Elimina