martedì 15 settembre 2015

Cosa non voglio fare

Mettiamo il caso che ci sia una donna ragazza in età da marito (fa molto Cinderella's story dire in età da marito) e, di conseguenza, in età da riproduzione. Nel senso, stando a quanto dice la biologia, in età da riproduzione lo ero anche a dieci anni e mezzo, ma mettiamo il caso che per età da riproduzione io intenda quell'età in cui ti sfrantano le gonadi chiedendoti:"Ma figli? Non ne fate? Non ne volete?"
Mettiamo il caso che persino un venditore alla bancarella del mercato sotto casa chieda:"ma tu non hai figli?" e alla risposta:"no" chieda:"hai fatto il controllo per la fertilità?", prendendosi una libertà che vi assicuro io non gli avevo dato.
Mettiamo infine il caso che siate circondate da colleghi con figli tutti bellissimi e non sto scherzando, almeno fin tanto che se li tengono a casa loro e si limitano a mostrarmi le foto. O al massimo, potrebbero portarli a lavoro un giorno -o meglio diciamo un'ora- per giocare un pò a tiriamo tutti i cavi che ci sono qui dentro e vediamo che succede, tanto poi ci pensa il papà a risolvere il problema.
Ok, adesso che abbiamo stabilito tutte queste cose, mettiamo infine il caso che mentre alla giovane Cinderella sfrantano le gonadi ogni santissimo giorno sul perchè e per come non si è ancora riprodotta, al buon caro Fidanzato nessuno lo chieda mai, dando per scontato che lui è ancora giovane e in età da compra pure i vestiti da Abercrombie che è risaputo che a trent'anni passati da un pezzo sono adatti.
Ecco, mettiamo tutti questi casi.
Mi chiedo perchè io, giovane Cinderella, con un lavoro da maschio  e anche un pò maschia (come direbbe la cara Costanza che è l'esponente capo del club delle maschie), sempre fuori casa, con turni H24 che mi piacciono pure così la mattina posso dormire posso organizzare al meglio le mie giornate, debba essere avvilita perchè ebbene si, non ho ancora figliato. E francamente, non ho nemmeno pensato a farlo.
A me piacciono i figli altrui, tantissimo, sono bellissimi, profumati e coccolosi. Basta che poi ve li riportate a casa vostra. I bambini mi amano, probabilmente mi vedono come un clown (o forse no, visto che i bambini hanno paura di clown), ma ecco, io di badare a un bambino non ho proprio voglia. Non adesso almeno, ma vi assicuro che, casomai mi venisse, sarete i primi a saperlo. Vi mando una raccomandata con ricevuta di ritorno per essere certa che la novella vi sia giunta.
"Dovresti pensare di cambiare lavoro, sai per quando avrete un bambino"
Chi ti ha detto che io voglio cambiare lavoro? Che lo cambi Fidanzato, nel caso. E comunque, Fidanzato non lo cambia il suo lavoro perchè, ebbene si, gli piace, tanto quanto a me piace il mio (che poi, è lo stesso).
"Dovresti pensare di lasciare il lavoro"
Chi ti ha detto che voglio lasciare il lavoro e non lavorare per badare ad un bambino (che, per altro, ma pare sia una cosa ininfluente, non ho)= Io voglio lavorare, mi piace. 
"Meglio un solo stipendio che un figlio abbandonato al nido o con la tata"
I miei genitori lavoravano entrambi e sono venuta su benissimo. E comunque, qualora dovessi avere un figlio, lavorerò per comprargli le tutine Alviero Martini e per avere una bellissima borsa porta pannolini, cambio e tutta quella roba che serve per un infante Louis Vitton (mia madre ce l'aveva davvero, da qualcuno devo pure avere preso).
"Dovresti fare una vita più regolare, sai in vista di un figlio"
Io dovrei fare una vita più regolare? E Fidanzato no? Lui potrà continuare in eterno a mangiare Pringles alla paprika svaccato sul divano bianco che io ho scelto perchè mi sembrava fighissimo e poi ho scoperto che no, non siamo in grado nemmeno di gestire un divano bianco?
"Dovresti sottoporti a degli esami per capire come mai, dopo tanti anni che stai con Fidanzato, non sei rimasta incinta"
Ti do una dritta: esistono i contraccettivi. Li butto giù a pacchi, come se non esistesse un domani. Sai mai che faccio un figlio e mi viene scemo come te che dai per scontato che, essendo io donna, debba fare tante, troppe cose in un momento in cui non sono pronta a/non mi va di/non credo sia il caso di fare, quanto meno non adesso. Così, per dire.


Le foto del post sono di Beata Lenkiewicz.

32 commenti:

  1. Tranquilla quando farai il primo ti scasseranno le pal....per il secondo!...Così per dire..."Anche no grazie", dovrai rispondere! :-) Take it easy enjoy your life xoxo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arriverà il momento in cui le persone smetteranno di chiedere,giudicare,imporsi?

      Elimina
    2. Ma tu fregati....Voi soli sapete le vostre cose, idee e scelte! Easy :-) Ogni cosa arriva quando è il momento giusto!
      xoxo

      Elimina
    3. Si, infatti me ne frego. E' che a volte, quando magari sono nervosa o stanca diventano proprio pesanti!

      Elimina
  2. A me ormai scassano per il terzo... perchè... dopo due bimbe il maschietto non lo fai???? O_o
    A parte che sia io che mio marito abbiamo due lavori impegnativi e nessuna voglia di lasciarli o cambiarli. A parte che se 1 figlia era scarsa 2 sono fin troppe. A parte che se mai impazzissimo e concepissimo di nuovo come minimo ci arrivano gemelli. Femmine. E mio marito espatria piuttosto che restare in una famiglia con 5 donne chiacchierone. A parte tutto... scommettiamo che se capita l'incidente megagalattico e resto incinta (sai mai, c'è sempre lo spirito santo no?) tutti a dire "ma sei matta? il terzo? ma come fate poi???". I cazzi propri non se li faranno mai. Su niente. Meglio non ascoltarli e vivere sereni. ;-)
    Bellissima la nuova veste del blog! :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi mi chiedevo: ma si decide di fare un maschietto? Pensavo che il sesso del bambin ofosse assolutamente casuale e non prevedibile :P

      Grazie Marta, non è ancora quella definitiva,ma mi sembrava più carina!

      Elimina
  3. Quando ero fidanzata la domanda era "ma non vi sposate?", quando ci siamo sposati "ma non fate figli?", appena partorirò il bambino già vedo a chiedermi "ma il secondo?" e se dovessi fare un secondo "ma il terzo?"...insomma non si finisce mai di sentire stronzate....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Strano che non te lo comincino a chiadere quando ancora non l'hai tirato fuori ;)

      Elimina
    2. a me del secondo l'hanno chiesto che la prima non aveva nemmeno 2 mesi :O "lo volete il secondo?"...ma non so, iniziamo a capire da che parte prendere questa, poi magari (magari!) ci penso... ma ti assicuro che quando tua figlia ha meno di 2 mesi tu sei cosi' stanca che piuttosto che farne altri ti faresti sterilizzare ahaha solo dopo dici "beh dai, in fondo passati i 2 mesi migliora, 2 mesi stremanti cosa sono in confronto a una vita intera..." :D quindi tu signora che me l'hai chiesto, forse ti eri gia' dimenticata come sono le prime settimane col figlio!

      Elimina
    3. O forse l'aveva affidato a qualcuno e gliel'avevano restituito a 18 anni :P

      Elimina
  4. ahhh post fantastico. Quante domande inutili ci vengono imposte e quante certezze hanno gli altri. Ti abbraccio.....

    RispondiElimina
  5. io sono stata fidanzata quasi sei anni. Mio marito viveva con la mamma e io da sola! Niente convivenza, non usava , partire insieme e altre robe, si, a noi piaceva così, ma tutti i santi girni la domanda di rito:"quando vi sposate, perchè non vi sposate?" Finalmente ci sposiamo. A me un mese prima del matrimonio si è chiusa la bocca dello stomaco. Stavo bene da single (ai miei tempi zitella).Io,34 anni e mio marito 39. Tutto tranquillo, no."Ma nienti figli?colazione, pranzo e cena sempre la stessa domanda. Che p...! Quando è nata mia figlia avevo 39 anni, ero felice e consapevole del mio ruolo, perchè ricordavo che quando ero nata io mia madre aveva 16 anni e a tutto pensava tranne che a me. Ma avevo nonni e bisnonni... Che bello!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passa il tempo,ma le persone non cambiano mai!

      Elimina
  6. Sono domande (stupide) che ti faranno da qui ai prossimi 10-15 anni!
    Io ho convissuto per 14 anni, non ho mai sentito il bisogno di sposarmi (devo dire sì davanti a due testimoni per dimostrare che ci amiamo? ) e mi sono sentita ripetere quasi quotidianamente "perché non vi sposate?" Poi colpo di testa, ci sposiamo davvero e adesso ti dirò, mi sembra quasi che alla gente scocci di non potermelo più dire!
    (Sulla questione figli hanno gettato la spugna per fortuna )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come hai fatto a fargli gettare la spugna? Mi servono spunti!!!

      Elimina
  7. Io ho due figli, ne avrei voluti tre, ma i primi mi sono bastati e avanzano tutt'ora!
    Ti levano 10 anni di vita, vero, ma poi, vivendo con loro e per loro, te ne restituiscono 20.
    VOCE FUORI DAL CORO! :)
    Scusa, ma ...perché non vuoi figli??
    (STO SCHERZANDO!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi, in realtà, ci credi che non ho mai detto di non volerne in modo assoluto?
      Ho sempre e solo detto che adesso no, non è il momento (e non per chissà quale motivo,semplicemente non ci è venuta la voglia),ma un domani chissà, eppure rompono le scatole comunque...

      Elimina
    2. Okay, prendi l'appunto: fra qualche anno tornare a leggere questo post! ;)

      Elimina
    3. Secondo me, cambierò idea intorno ai 33 anni. D'altronde si sa che i 33 anni sono cruciali in molti casi!

      Elimina
  8. Ho un figlio grande, rimasto figlio unico a lungo, nonne volevo un altro. Mi rompevano perché un solo figlio no, non va bene. Poi a distanza di tempo ho cambiato idea ed è nato Miciomao. Mi rompevano perché, lafemmiba non la fai. ? Si aspetta me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi vale come sopra: il sesso di un figlio mica si decide a comando!
      É proprio vero comunque,non sono mai contenti!

      Elimina
  9. aggiungo solo una cosa a tutto quello che di giusto e` stato gia` detto: ma tu al tipo della bancarella che ti ha chiesto se hai fatto il controllo della fertilita` ( ma chi e`: il tuo ginecologo?) lo hai mandato a fanc... o ti sei trattenuta ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono rimasta senza parole e,giuro,non mi sono uscite le parole. Ma come si fa a fare queste domande così personali?

      Elimina
  10. Splendido!! Il perche' la gente si permetta sempre di criticare la vita altrui rimane ancora un mistero per me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      Che poi, anche io faccio qualche considerazione sulle persone -com'è normale- ma a casa mia, con Fidanzato o al massimo con il cane.

      Elimina
  11. Quanto non sopporto le domande inutili della gente!
    Se non hai figli ti chiedono perché non li fai; quando fai il primo ti chiedono quando farai il secondo, se hai due maschi ti chiedono perché non fai la femmina.... Ma farsi i fatti propri mai?!!!!

    RispondiElimina
  12. Nessuno è programmato per fare figli. Siamo egocentrici sapiens sapiens. Gli animali ci battono di 10 lunghezze. É tutto un fatto di Amore e buona volontà. Se ammancano, astenersi perditempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io amo solo me stess Mastino. E chi mi portiai dolci. Ed è risaputo che i bambini non portano i dolci perchè non hanno un reddito per comprarli e non posso uscire da soli,quindi meglio non averne.

      Elimina
  13. Un tema trattato da tanti, e credo di sapere il motivo: tanta gente che rompe. A me rompono per il secondo ma mi ricordo che, quando ero appena sposata, mi ritrovai per lavoro in un quartiere dove di solito a 15 anni sei già mamma e a 40 nonna, e c'era questa signora che mi vide parlare con un bimbo, mi chiese se fosse mio figlio. Al no, vedendo un'altra bambina mi chiese se fosse quella mia figlia. Insomma dovevo per forza essere mamma. Appena capì che non avevo figli s'imbarazzò perché pensò che "poverina alla mia età ancora non ero madre"... Comunque mi mancava il "fatti controllare dato che ancora non sei rimasta incinta!"

    RispondiElimina