venerdì 3 novembre 2017

Heading to Amsterdam

Io e il Marito ci siamo regalati una vacanza ad Amsterdam.  
È da anni che non facciamo una vacanza io e lui, prendendo un aereo ed andandocene in una qualsiasi città europea.
Si, lo so so che state pensando che siamo sempre in giro ed effettivamente è vero, ma abbiamo sempre scelto mete raggiungibili in macchina per poter portare il cane con noi (qui per saperne di più). 
Cane che, per la cronaca, si è girato praticamente tutta l'Italia e si è fatto anche una vacanza in Svizzera, sempre elegantissimo con pettorina e guinzaglio sui toni dell'azzurro.
Stavolta, però, abbiamo deciso di chiedere ai nonni di fare da dog sitter al cane e farci questa benedetta vacanza, di cui abbiamo parecchio bisogno.

Ad Amsterdam ci si va, di norma, per drogarsi. O almeno così mi hanno sempre raccontato.
Noi siamo persone banali e ci andiamo perché io proponevo Barcelona, il marito Amsterdam e ha vinto lui.
E poi a me piacciono i posti con l'acqua e i canali. E i tulipani sono i miei fiori preferiti, insieme ai girasoli.
Abbiamo preso i biglietti aerei cinque mesi fa, approfittando di una super offerta e prenotato l'hotel tre mesi fa, dopo una ricerca che mi ha fatto diventare scema.
Volevamo un hotel centrale che possibilmente non implicasse la vendita di un organo a caso per essere pagato e, cosa che sembra scontata ma non lo è, con il bagno in camera.
Praticamente trovavo solo hotel con il bagno in comune e, sarà stata l'esperienza in ostello a Dublino di un decennio fa, preferisco evitare.
Alla fine abbiamo trovato un hotel in pieno centro, molto carino, con colazione inclusa, bagno in camera e quant'altro. E abbiamo di fatto venduto un rene e un polmone, ma tant'è. Non si può mica avere tutto.


Poi di questa vacanza me ne sono dimenticata, fino ad una settimana fa che è arrivato (quasi ) il momento di partire.
Ho iniziato a dare un'occhiata in giro per organizzare un po' la cosa, scoprendo che ci conveniva fare una card che si chiama I Amsterdam City Card che comprende i mezzi pubblici e tutta una serie di musei ed attrazioni varie in giro per la città e non solo.
Il momento di massima eccitazione del marito è arrivato quando, leggendo la brochure, è venuto fuori che questa card comprende anche un tour all'Amsterdam Arena, ovvero lo stadio in cui gioca l'Ajax.
Si, noi abbiamo visto gli stadi di tutta Italia e buona parte di quelli sparsi per l'Europa, ma stavolta è diverso. All'Amsterdam Arena sono custoditi i trofei vinti da Johan Crujff, mica pizza e fichi.
Se non sapete chi è Cruijff siete perdonati, eh. Lo capisco.

Tour dello Stadio a parte, nella card sono comprese tantissime cose, tra cui il tour in battello lungo i canali di Amsterdam e l'accesso ai mulini di Zansee Schans che sono le due cose che aspetto con più ansia.
Non sono invece compresi l' Heineken Experience e la casa di Anna Frank.
Per l'Heineken Experience no problem: sarà sufficiente andare lì, acquistare i biglietti ed entrare.
Per la casa di Anna Frank, invece, è stato un attimo più complesso perché, ad oggi, non è possibile comprare i biglietti in loco, facendo una comunissima fila. Si possono comprare i biglietti solo online, prenotando giorno e orario di visita e se non ti presenti, ritardi, hai un problema ti attacchi.
I biglietti erano esauriti praticamente per tutte le fasce orarie -pare che vadano tutti a vedere la casa di Anna- e abbiamo preso quello che abbiamo trovato, con immensa fatica visto che il sito faceva le bizze per farmi pagare. Alla fine ho comunque i preziosissimi biglietti in mano.

Siccome sono una persona a cui notoriamente piace avere tutto organizzato, almeno in queste occasioni, ho tentato di comprare online anche i biglietti dall'aeroporto di Schipol alla stazione centrale di Amsterdam (e viceversa) sul sito di NS, che altro non è che una compagnia di treni.
Ho scelto i miei biglietti, li ho messi nel carrello per scoprire che non potevo pagare con una carta di credito, ma potevo solo addebitare la spesa sul conto corrente di una qualsiasi banca olandese, solo che disgraziatamente un conto corrente olandese non ce l'ho, quindi niente da fare. Li prenderemo lì.

Come al solito, ho controllato il meteo -pare che non dovrebbe fare particolarmente freddo- e, se ve lo state chiedendo, non c'è fuso orario che, non so perché, ma ogni volta che vado da qualche parte, chiunque mi chiede se c'è differenza di fuso orario con l'Italia.

Insomma, staremo via qualche giorno. Al nostro ritorno, scriverò tutto, ma proprio tutto, anche se prima di tornare a Roma andrò a Sofia, stavolta non con il Marito, ma di questo ne parliamo con calma.


Se siete curiosi di leggere l' Heading to Stockholm, lo trovate qui.

36 commenti:

  1. Tanta ma tanta proprio tanta tanta invidia
    Nia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che non facevamo un viaggio in una capitale europea da cinque anni e mezzo (Marzo 2012) così passa 😘😘😘😘😘

      Elimina
    2. Abbiamo vinto, primo e unico nel 2011.. che vergogna..
      arriveranno tempi migliori và!!
      Buona vacanza a facci sapere
      Nia

      Elimina
    3. Effettivamente hai vinto :(
      E grazie 😘

      Elimina
  2. Mai letto un post più stupido di questo, a partire dall'attacco: "Ad Amsterdam ci si va, di norma, per drogarsi." e no, non è divertente, non è ironico, è solo terribile. E falso anche il fatto di dover pagare i biglietti in addebito su un conto corrente olandese: lei crede che siano indietro di millenni? Si può pagare con tutte le carte di credito mondiali, PayPal o Ideal. Si informi, prima di scrivere cose non veritiere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiega il procedimento per acquistare dal sito ufficiale https://www.ns.nl/ con carte di credito mondiali e pay pal? Perchè a me dal carello da la possibilità di pagare solo con addebito su conto corrente olandese. Grazie, mi farebbe un enorme favore visto che noi proprio non siamo riusciti a trovare queste opzioni sul sito :)

      Ps. Tra l'altro non so dove legge che sono indietro di millenni, io non l'ho mica scritto.

      Elimina
    2. Effettivamente quel sito accetta solo pagamenti tramite banca e propone solo una piccola lista di banche olandesi.
      Inoltre è pure possibile comprare biglietti per treni già partiti da alcuni minuti ho notato.

      Elimina
    3. Magari il signore/la signora conosce un modo per attivare in qualche modo la possibilità di pagamento con carta di credito/PayPal su quel sito che noi comuni mortali non conosciamo.
      A me sarebbe molto comodo fare i biglietti online sul sito ufficiale, quindi aspetto che mi spieghi come fare...

      Elimina
    4. Quanto è triste la gente che commenta solo per creare fastidio e lo fa in anonimato?

      Elimina
    5. Gilda lascia perdere, i biglietti dall'aeroporto li fai tranquillamente quando sei lì. Ci sono le biglietterie automatiche, io ho pagato addirittura col bancomat (che la carta ancora non ce l'avevo). Ci sono una marea di treni, ne perdi uno, ne passa uno dopo pochi minuti. Sai che sono la fissata per avere tutto organizzato, ma questo è davvero superfluo ^_^

      Elimina
    6. Simona grazie :)
      Noi abbiamo sia carte che bancomat, ma più che altro di solito cerco di avere i biglietti per evitare di cercare la biglietteria in aeroporto, ma se mi dici così sto serena.Grazie 😘

      Roberta più che altro se uno vuole proprio fare l'haters almeno prima controllare il sito di cui si parla ed essere sicuri di quello che si dice 😅

      Elimina
  3. Si in effetti vorrei anche io sapere delle dritte dal signor "anonimo" in quanto non risulta da nessuna parte che si possa pagare con determinati pos..attendo delucidazioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspettiamo fiduciosi, prima o poi ce lo spiegherà sicuramente!

      Elimina
  4. Ti aspetto qui con il resoconto del ritorno :D

    RispondiElimina
  5. Che bellooooo.
    La casa di Anna deve essere un'esperienza unica e toccante. Povera piccola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare che una parte sia rimasta fedelissima all'epoca (o almeno questo ho letto in giro). Chissà come sarà...

      Elimina
  6. Io il meteo comincio a controllarlo tipo un mese prima di partire!!!
    Mi chiedo come fai a non avere un conto in una banca olandese, comunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stavo pensando di aprirlo, poi ne ho scelto uno danese 😁😁😁

      Comunque io col meteo ho proprio una fissa ogni volta che vado da qualche parte 😅

      Elimina
  7. Bella Amsterdam! Io ci sono stata la prima volta a 25 anni e giuro che mi e' sembrato di essere l'unica ad andarci per il museo di Van Gogh (che adoro) e non per drogarmi XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il museo Van Gogh mi è piaciuto un sacco per altro 😁😁😁

      Elimina
  8. Io ad Amsterdam sono andata in biblioteca, col figlio che brontolava:"Vengono tutti qui per le canne e te mi porti in biblioteca..."
    Comunque ti consiglio di farci un giro,è nella zona della stazione davanti al mare, un posto così bello che ho dichiarato che dopo morta voglio andare lì, altro che paradiso
    Infesterò la biblioteca di Amsetrdam, sappiatelo

    Ciao

    Betty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ripartiamo stasera, ma se avanza un po' di tempo ci passo 😁😁

      Elimina
  9. ma sai che anche io e Mr D pensavamo di andarci un fine settimana con le bimbe? Di più non ci sarebbe possibile col lavoro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me un fine settimana potrebbe essere sufficiente, si gira facilmente ed è piccolina.
      Però magari andate a Maggio. 😁😁😁

      Elimina
  10. mai stato ad Amsterdam, che coglione!

    RispondiElimina
  11. Cara Gilda, belle veramente queste foto! Amsterdam una città meravigliosa.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina