mercoledì 5 luglio 2017

Una sposa non deve mai essere felice

Avevo fatto tante scoperte interessanti sul matrimonio e più passano i giorni, le settimane, i mesi più mi convinco che quella strana -evidentemente- sono io.
Una sposa non deve essere felice. MAI.
La sposa deve sempre essere incazzata perché il futuro marito non le chiede di sposarla inginocchiandosi. E guai a scherzare sul tema proposta di matrimonio o anello di fidanzamento. Non si fa. É un tema troppo delicato: finché non hai l'anello al dito, ricevuto possibilmente sulla cima del Monte Everest non sei nessuno.


La sposa deve incazzarsi anche dopo che il futuro marito le ha chiesto (in ginocchio sulla cima del Monte Everest) di sposarla perché le amiche, le zie, le cugine, le nonne, le vicine di casa, le colleghe non sono al suo servizio. Tutti devono essere al servizio della sposa, organizzare, aiutare, costruire coni portariso e decorare le strade della città con foto dei nubendi altrimenti significa che sono disinteressati all'evento dell'anno e vanno mandati a fanculo. Ah.
A me, per la cronaca, i coni portariso sono stati fatti uno per uno da una mia amica che si è offerta spontaneamente, io non sapevo manco servissero.

La sposa deve incazzarsi se i testimoni non organizzano il matrimonio al posto suo, ma incazzarsi di brutto, eh. E se non si occupano loro di tutto, cambiarli e cancellare il loro numero di telefono.
La sposa deve continuare ad incazzarsi con il futuro marito per tutta la durata dei preparativi perché lui non si mostra interessato alle bomboniere, preferendo la finale di Champion's League.
Che poi, voglio dire: anche io preferisco la finale di Champion's League alle bomboniere del matrimonio (e, per la cronaca, nel mio caso la decisione finale è stata presa dall' ormai Marito).

La sposa deve pretendere più matrimoni (sempre con lo stesso uomo, sia chiaro) se qualcosa nel matrimonio principale non è andato bene. Magari, che ne sai, il fotografo si ubriaca e si dimentica di fare le foto (tratto da una storia vera, eh).
Se non verranno celebrati più matrimoni -con rito finto, si intende- la sposa deve incazzarsi. Non so con chi.

La sposa, coadiuvata dal marito, deve pretendere la scorta della polizia la sera del matrimonio perché qualcuno potrebbe rubare le buste. 
Che io (ma anche voi immagino) pago le tasse -manco tanto volentieri, me le trattengono dallo stipendio, quindi non ho scelta- anche per pagare le forze dell'ordine non importa.
Loro (i poliziotti) sono al servizio della collettività e gli sposi sono la collettività.
Se la polizia si rifiuta, la sposa deve incazzarsi perché è un suo sacrosanto diritto avere la scorta.
Quindi dovrebbe essere un mio sacrosanto diritto rifiutarmi di pagare le tasse se i miei soldi vengono adoperati per ciò.

La sposa deve incazzarsi se gli invitati non le assicurano un buon tenore di vita per i due anni successivi. Io ero rimasta al fatto che gli invitati devono pagarsi cena, bomboniera e stampa dell'invito se no devono stare a casa (sappiate che non condivido), ma che addirittura dovessero pagare affitto o mutuo, spesa e bollette per due anni mi mancava.
La sposa, se vuole, può incazzarsi anche con me che ignoro questi dettami.

La sposa deve incazzarsi se nessuno si offre di farle il letto (da delle vergini, sia chiaro), se il fotografo e il dj pretendono di avere un bicchiere d'acqua al banchetto di nozze (morite di sete, stronzi!), se qualcuno dice che non potrà essere presente alla cerimonia dell'anno, se il sindaco non rinuncia agli impegni istituzionali per celebrare le sue nozze, se un fiore del bouquet si appassisce.

La sposa deve ovviamente essere incazzata anche il giorno del matrimonio. Per qualsiasi cosa.
Io, che sono strana, ero felice. Molto felice.

Noi ci siamo sposati esattamente due mesi fa ed è stato tutto bellissimo.
Se è vero che ogni scarraffone è bello a mamma sua, io ero estasiata per come è venuto fuori il nostro matrimonio.
Non mi sono arrabbiata, non mi sono offesa, niente di niente. Ero felice, eravamo tutti felici.
Abbiamo invitato chi desideravamo avere vicino, precisando che se non potevano venire non era un problema e che non ci serviva nulla, quindi non volevamo nessun regalo che tanto abbiamo tutto.
Alla fine, sono venuti tutti e di regali ne abbiamo ricevuti anche troppi, tanto che per settimane sono rimasti lì in attesa di trovare una degna collocazione.
Non abbiamo preteso mettendo il muso chiesto aiuto a nessuno, eppure di aiuto ne abbiamo ricevuto tanto. E ne siamo stati felicissimi.
Ho dormito nel mio letto, fatto da me e dall'ormai Marito come sempre.
Non ho un anello di fidanzamento, avevo due fedine, ma le ho perse entrambe.
Le buste -si, ne abbiamo ricevute, con sommo imbarazzo da parte nostra- le abbiamo date in custodia a mia madre -che è più feroce di qualsiasi poliziotto- e le abbiamo aperte dopo due settimane.
Io praticamente piangevo di commozione per qualsiasi cosa, tanto le persone che avevo intorno ci dimostravano affetto incondizionato. Evidentemente qualcosa di buono nella nostra vita lo dobbiamo avere fatto, ma non è questo il punto.
Il punto è che predo già tante arrabbiature ogni giorno, se dovevo incazzarmi anche il giorno del mio matrimonio facevo a meno di sposarmi.

18 commenti:

  1. Cara Gilda, è difficile darti ragione quando dici che la sposa non deve essere felice, io credo che dimostri di essere felice se anche è molto di più preoccupata, come andrà avanti dopo.
    Ciao e buona serata con un abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. dovresti diventare mamma SOLO per i post sulla gravidanza e la neomammitudine. Sarebbero senz'altro strepitosi
    Perchè quello che hai scritto delle spose non è NIENTE in paragone alle neomamme, a partire da quando cercano di restare incinte fino a quando il pargolo si avvia verso la fine delle elementari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggo anche le mammine pancine d'amore, ma non voglio credere che esista gente così, magari è solo una montatura :D
      (Sono un'illusa, vero? Sono vere quelle pancine amorose mi sa :P)

      Elimina
    2. il peggio che puoi pensare è sicuremente di meno della realtà ;)

      Elimina
  3. Hum... io non mi sono mai inkazzata O_O secondo me dipende davvero tantissimo dal carattere della sposa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Personalmente non conosco nessuna sposa che si è arrabbiata su tutto, al momento le ho trovate solo sui gruppi Facebook!

      Elimina
  4. Ahahahahahahah :D Vero..tutto vero!
    Rido per non piangere :D
    P.s: pensavo di conoscerle solo io persone così..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fortunatamente non le conosco personalmente, mi limito a leggere le loro perle su Facebook :D

      Elimina
  5. Post molto vero, ho visto un sacco di spose incazzate che io mi chiedevo "ma chi te lo fa fare?". O anche, quando ad un matrimonio non mi hanno dato da mangiare perche' il catering non aveva cose senza glutine (nonostante l'avessi detto), il sentire comune e' stato che io rompevo le scatole e non si doveva infastidire la sposa che gia' aveva troppi pensieri. Quando a quel punto sarebbe stato anche il caso di incazzarsi un po' con il catering, invece che con le damigelle che non sorridevano come voleva lei...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giupy, ho letto qualche giorno fa di spose incazzate (ho dimenticato di scriverlo, me lo ha ricordato una mia amica dopo aver letto questo post) perché degli invitati allergici o celiaci erano in difficoltà dovendo rimanere digiuni al matrimonio (E sfido io!!!): per loro è solo una scusa per distogliere l'attenzione dalla sposa. Pensa te come stanno!

      Elimina
  6. Io mi sono arrabbiata tanto ed ho minacciato fisicamente tutti quelli che pensavo potessero finire col frignare al mio matrimonio. Conta?

    RispondiElimina
  7. Che ridere che mi hai fatto.
    Io credo che mi incazzerei tantissimo con il non marito che, sono sicura, anche quel giorno dovrebbe passare un attimo al lavoro, giusto a vedere se va tutto bene.
    Quando aspettavo i bimbi visitavo spesso un forum per mamme, può essere utile a volte, e in effetti si, c'è tanta gente al mondo che non sta affatto bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che mio padre ha lavorato il giorno del suo matrimonio?
      Devo chiedere a mia madre come l'ha presa :D

      Elimina
  8. Quella cosa degli invitati non la sapevo O.o
    Comunque io sarei una sposa incazzatissima XD Ma penso che entrare nel giusto canale, godersi la giornata è la cosa migliore. Alla fine è solo un giorno rispetto ad una vita intera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pier nemmeno io la sapevo, mi sto facendo una cultura pazzesca sull'argomento :D

      Comunque vaglielo a spiegare che è solo un giorno. Bello ed emozionante per carità, ma pur sempre solo un giorno.

      Elimina