lunedì 15 maggio 2017

Succede che ti sposi e le tue amiche quasi non ci credono

Succede che ti sposi e le tue amiche storiche quasi non ci credono.
Tu, proprio tu, ti sei sposata. E adesso tutto è cambiato.
Ti chiedono quando farai dei figli o forse non te lo chiedono proprio, lo danno per scontato che adesso farai dei figli. Uno o forse due.
Ti chiedono dove andrai a vivere perché sanno che casa tua è troppo piccola per marito, moglie e  pargoli. 
Ti chiedono se prenderai un cane che fa tanto famiglia felice, se gli metterai il cappottino e gli comprerai un collare di Swarosky.
Ti chiedono se hai tirato fuori il corredo, se hai tolto di mezzo gli asciugamani fucsia e giallo limone, in favore di più adatte asciugamani in lino possibilmente bianchi o marroni. Con ricami bianchi, ovviamente.
Ti immaginano con il tailleur e le perle intorno al collo, anelli ingombranti ad occuparti tutte le dita delle mani e vistosi gioielli in oro giallo da abbinare alla fede.
Immaginano anche sabati pomeriggio passati dal parrucchiere a fare il colore perché adesso che sei sposata avrai sicuramente i capelli bianchi.
Intorno a te, tutti iniziano a chiamarti signora, utilizzano il cognome di lui per rivolgersi a te che un cognome ce l'hai ed è pure bellissimo e dal suono angelico.
Quando ti invitano danno per scontato che ci sia sempre tuo marito al tuo fianco perché ormai è tuo marito e siete una cosa unica e sola.
Se esci da sola ti chiederanno "E tuo marito?" con aria di disapprovazione se il marito è a casa o al lavoro o con i suoi amici. 
Ti chiederanno cosa penso tuo marito di questo o di quello, diranno talmente tanto "tuo marito" che tu inizierai a chiederti di chi stanno parlando perché ancora all'idea del marito non ti sei abituata.
Succede che ti sposi e ti ritrovi a scartare un regalo che ti ha fatto un'amica, anzi l'amica, quella che conosci da vent'anni, con cui hai fatto un sacco di cose stupide, ti sei divertita, hai pianto e chissà quante altre cose che neppure ti ricordi più.


E ti fermi a pensare alle parole che ti ha scritto il giorno del tuo matrimonio, quelle in cui ti ricordava di quando avevate quattordici anni e vi arrampicavate sul tetto della villa in cui sei cresciuta e pensi che su quel tetto si stava proprio bene a fissare il cielo azzurro, senza pensieri.
Ripensi a quando in piena notte, già in pigiama nella tua stanza da fuori sede a Bologna, vi guardavate in faccia, vi vestivate e uscivate alla ricerca di non si sa neppure bene cosa. e alla fine quel qualcosa lo trovavate anche, con somma soddisfazione di entrambe.
Ripensi a quando hai misurato con il tuo corpo la lunghezza del corridoio di casa sua chiedendoti quante te ci volessero per fare un corridoio e a quando, ad una festa di Capodanno a casa sua, qualcuno si è spaccato un dente sbattendo inspiegabilmente contro la vasca da bagno.
Smetti di pensare, apri il tuo regalo che in realtà non è uno, ma sono tre e ti rendi conto di quanto bene ti conosca dopo vent'anni -che poi in realtà sono diciannove- di amicizia. E guardi la carta con cui ti ha fatto impacchettare quei regali, con le farfalle, tu che te le sei persino tatuate le farfalle e ci hai riempito i muri di casa. 
Ed è a quel punto, mentre ti ricordi dei tatuaggi che ti sei fatta più di dieci anni prima, che ti rendi conto che fanno bene ad essere sorprese le tue amiche perché effettivamente neppure tu pensavi che ti saresti mai sposata perché voi due stavate bene così, dopo anni passati sotto lo stesso tetto come una famiglia.
E pensi anche che non cambierai casa, non adesso almeno e che continuerai a utilizzare i tuoi asciugamani fucsia e gialli, alternandoli con quelli con le vostre iniziali che ti hanno regalato, ma non perché ti sei sposata, ma perché sei megalomane e se fosse per te le tue iniziali le incideresti anche sulla porta di casa con lo scalpello degli scultori.
E pensi che non hai nessuna intenzione di fare un figlio, chissà cosa succederà prima o poi, ma non ti sei sposata per figliare. E non prenderai nessun cane perché ne ha già uno e ti basta e avanza visto che è un demonio e fa per quattro, a cui però il cappottino dovresti prenderlo davvero perché quando arriva il freddo sta sempre male perché è cagionevole come te.
Pensi anche che non smetterai di uscire da sola o con le tue amiche, di viaggiare, di avere una vita normale.
Pensi che il tuo unico tailleur resterà quello che indossavi alla tua laurea triennale dieci anni prima, che il colore ai capelli lo fai già da tre anni e ti disperi ogni volta.
Pensi che continuerai ad non indossare gioielli e ad andare in giro con jeans e Converse.
E pensi che continuerai ad odiare i ragazzini che quando ti fermano per strada ti chiamano signora.
E in fondo, pensi anche che sei la stessa che a quattordici anni si arrampicava sul tetto di casa e a venti misurava i corridoi altrui con il proprio corpo. E sei felice così.

24 commenti:

  1. Ahaha, beh... era scontato che qualcosa sarebbe cambiato, SIGNORA :)
    Ma anche tu volevi questo cambiamento, almeno un po', altrimenti non ti saresti sposata :p

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà giuro che ad oggi per noi due non è cambiato nulla, sarà che convivevamo da anni... per gli altri invece è cambiato tutto :D

      Elimina
  2. Le mie amiche sarebbero scioccate a morte se mai dovessi sposarmi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche le mie lo erano, ma sono sopravvissute :D

      Elimina
  3. Anche a me dicono che cambierà tutto, ma se convivo già da qualche anno non credo proprio che ci saranno cambiamenti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non cambia proprio nulla a mio avviso :)

      Elimina
  4. In realtà io non lo so... io prima sono diventata mamma e poi moglie per cui il grosso del cambiamento l'avevo già fatto :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh diventare mamma si che è un grosso cambiamento 😘

      Elimina
  5. ma certo che cambierà tutto. Tutto ciò che ti hanno detto è esatto. Cambierà in modo radicale tutto e tu ti guarderai indietro e ti pentirai amaramente di aver perso la possibilità di essere libera e di non dover essere costretta ad avere tanti anelli color oro.

    ah...scherzo
    Sei tu. Siete voi. Non cambierà nulla, ma per niente proprio. Anche perché già vivevate insieme poi...
    solo i pargoli cambiano tutto, questo si...e poi 'avoglia a tinte da fare
    forse l'unico cambiamento sarà una bella foto di matrimonio che in qualunque forma farà capolino come ricordo
    barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono talmente egocentrica che ho già predisposto -e non solo a casa mia- ampi spazi per le foto del matrimonio 😂

      Comunque concordo sul fatto che i figli cambiano tutto... sarà per quello che al momento non ne voglio sentire parlare?

      Elimina
  6. Ho appena inviato il link di questo post alla mia migliore amica l'amica di cui parli tu! Cambia solo che noi siamo amiche da 27 anni. L'anno scorso è lei che si è sposata e io sono rimasta talmente incredula che non so per quanto ho pianto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehehe anche la mia amica ha pianto. È normale credo: pensi a quando eri bambina e poi, puff, ti ritrovi con la fede al dito 😁

      Elimina
  7. La meraviglia è proprio il rimanere se stessi, nonostante tutto. Non perdersi mai.

    RispondiElimina
  8. Io mi son sposata giovanissima però son la stessa scema di quando avevo 16 anni, a detta degli altri. ;)

    RispondiElimina
  9. Non è il matrimonio che ti cambia.
    A dire il vero non sono nemmeno i figli.
    Io sono la stessa scema che stava sveglia 24 ore filate per vedere l'effetto che faceva, ho amici con cui ci prendiamo in giro nello stesso identico modo (grazie al cielo) e sono rimasta la stessa zitella acida nonostante 22 anni insieme allo stesso uomo (10 di matrimonio).
    Questo non significa che non si cambi, perchè fortunatamente si cambia eccome.
    Solo non è un cerchietto al dito che può produrre questo effetto.
    Le tue amiche avrebbero un'idea terribilmente piccolo borghese anni '50 del matrimonio, se non ti prendessero in giro svelando la loro paura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eppure sono molti a dire che con il matrimonio si cambia, anche se a me non è successo :D
      Coi figli invece ho idea chr qualcosa cambi, solo solo perchè se hai sfiga non dormi più 😂

      Elimina
    2. Cambiano alcune cose con i figli, ma non si cambia noi perchè si hanno figli.
      Se essere genitori donasse la maturità, sarebbe molto più semplice per tutti
      Al limite di cambia perchè si sceglie/cerca di averne, arrivare a quella decisione può essere segno di un bel cambiamento interiore.

      Elimina
    3. Non sono certa di essere d'accordo: buona parte delle persone che conosco che hanno avuto figli sono cambiate, non necessariamente in peggio ovviamente. Hanno esigenze diverse, priorità diverse e via dicendo rispetto a quando figli non ne avevano.
      Non so però dirti se è un caso o meno :)

      Elimina
  10. Infatti la nascita dei figli non cambia noi stesse e il nostro carattere, ma la nostra vita, cosa molto diversa.
    Ma dire che la vita rimane uguale dopo la nascita dei figli è ovviamente un'eccezione solo per pochi, perché ti devi occupare anche dei bisogni di qualcun altro.
    e non sempre in modo negativo. Inizialmente si le cose precipitano e si modificano in peggio. Poi invece che i figli te la migliorino notevolmente, la vita.
    invece per quanto riguarda il matrimonio è certamente ovvio che se una persona vive da 30 anni in famiglia e poi si trasferisce a km di distanza ed è pure la prima volta che cambia casa il cambiamento sarà drastico, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo: se "esci di casa" solo perchè ti sposi ovviamente il cambiamento sarà radicale, ma ammetto che conosco davvero pochissime coppie che già non convivessero quando si sono sposate o che comunque non fossero già fuori di casa per altri motivi :)
      Sui figli..sicuramente cambiano la vita, ma alla lunga modificano un pochino anche la persona... o almeno questo è quello che ho riscontrato io :)

      Elimina
  11. Quindi ora sei una signora....😁

    RispondiElimina