giovedì 13 ottobre 2016

Lo so che siete più fighi di me

Sono consapevole che siete tutti più fighi di me, che avete vite più interessanti della mia, un lavoro bellissimo e che nel caso il lavoro sia lo stesso voi siate più bravi di me, un compagno perfetto, un figlio che è il primo della classe e che si dedica con successo ad un trilione di attività extra scolastico, che siete più sapienti di me, che avete più soldi di me o siete più poveri di me, che siete più simpatici, più malati o più sani, più divertenti.
Io comunque non sono simpatica e divertente manco per niente.
So che avete vite più entusiasmanti della mia, che fate un sacco di viaggi oltreoceano che io probabilmente non farò mai (scusate, ma più di due ore su un aereo non riesco a starci), che avete un cane più educato del mio, un guardaroba più pieno e più variegato del mio, che avete capelli più lunghi dei miei.
Insomma, io so che le vostre vite sono belle e la mia non è niente di che. 
Capisco che questa consapevolezza vi porti a dire -quasi con disprezzo- che dovrei scrivere di voi su questo blog e probabilmente anche a casa, quando sono sul divano con il mio amato fidanzato, dovrei parlare degli altri.
So che nessuno può eguagliarvi, che non è vostro interesse parlare con chi non sa nemmeno la metà di quello che sapete voi. Ebbene si, lo so.
So anche che avete sempre ragione e mai torto.
Però vi do una dritta: non è che me ne freghi molto. E, perdonatemi se sono brutale e non mi inchino di fronte a tanta sapienza e perfezione, ma non parlerò di voi su queste pagine virtuali solo perchè me lo chiedete in modo manco tanto gentile.
Vi dirò di più: io non ci credo poi così tanto che avete vite così entusiasmanti se sentite il bisogno di ribadirlo continuamente. Oh, di certo, non ce l'ho nemmeno io una vita così favolosa, non sono mica la Principessa Sissi. Che poi, secondo me, nemmeno lei era poi così felice. In ogni caso, i suoi vestiti a meringa li invidio un pò.
E un fidanzato/marito perfetto non so se mi serve. A me basta averne uno che mi porta la colazione a letto la mattina. Si lo so, mi accontento di poco, ma provateci voi ad essere attivi e reattivi la mattina: io non lo sono e non sono nemmeno in grado di preparami il caffè da sola.
E non solo non ho un figlio perfetto da esibire, ma non sono manco poi così convinta che i corsi di mandarino, violino, tennis, karate, parapendio a 4 anni siano davvero così utili. La noia, ragazzi, che fine ha fatto la sacra noia a cui deve arrendersi un bambino?
Non mi interessa granchè se siete più malati -ma in fondo un pò mi dispiace- nè tanto meno più sani di me. Nel secondo caso, visto che sono tutta scassata, non è che ci voglia molto.
E quando cercate di convincermi che siete i mejo io vi posso solo consigliare solo di aprire un blog e raccontare al mondo la vostra vita patinata. Solo che poi dovete trovare il coraggio di non chiuderlo alla prima critica, al primo post che non viene visualizzato quanto voi vorreste e al primo che viene a raccontarvi -a gratis- che lui è meglio di voi.
Perchè, sapete, ci sarà sempre qualcuno che crede di essere migliore di qualcun altro.



Nb. Perchè questo post? Perchè sovente mi capita di parlare con qualcuno sui social network che, alla fine della discussione in cui cerca di dimostrarmi qualcosa, mi dice "scrivilo sul blog". Succede più spesso di quanto credete. E quando faccio notare che questo è un blog personale, in cui essenzialmente racconto i fatti miei e al massimo di qualcuno che mi è molto vicino a cui voglio per altro molto bene, si offendono pure. E io, niente, mi chiedo dove sia -in quel momento- la loro superiorità intellettuale di cui tanto parlano.

La foto del post è di Samira El Bouchtaoui

6 commenti:

  1. Cara Gilda, sei straordinaria, la foto è bellissima, ma quello che più mi piace è la tua chiarezza in quello che dici:) Ciao e buona giornata cara amica, con un abbraccio forte.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso, quanti complimenti che mi fai e devo confessarti che fanno molto piacere :)
      La foto l'ha scattata una mia carissima amica, le giro i tuoi complimenti :)

      Elimina
  2. Ma se la gente vuole che tu parli di loro sul blog, non possono aprirselo loro da soli, un blog? Cosi' possono parlare dei loro mariti/cani/bambini ed essere felici senza rompere a te...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dicevo la stessa cosa ieri alla mia amica...
      Comunque, parlando con alcune blogger mi hanno detto che è successo anche a loro che qualuno -velatamente- gli chiedesse di parlare di se nel blog O_o

      Elimina
  3. A me questa gente fa pena (lo so è brutto ma io, come te, sono una brutta persona... :) ) perché penso che come dici tu in realtà non ha per niente una vita interessante.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamolo a bassa voce però, altrimenti dobbiamo sorbirci i discorsi sui progressi al corso di cinese mandarino del bimbo prodigio XD

      Elimina