martedì 1 marzo 2016

Survivor

E' arrivato Marzo, Fidanzato sta bene, si sta riprendendo dall'intervento.
Marzo è un mese che mi piace, mi sembra di essere già in estate, anche se so che verrà la bufera di neve.
Febbraio è finito con Leonardo Di Caprio ha vinto l'Oscar, il primo della sua vita, ormai non ci credeva più nessuno e con Vendola che si è comprato un bambino che è una cosa che non mi è piaciuta molto, forse era quasi meglio quando i comunisti i bambini se li mangiavano.
Sono sopravvissuta a questo Febbraio perchè ho qualcosa che molti hanno.
Ha fatto i capricci Fidanzato, ho fatto fatica a sopportarlo, lui i capricci non li fa mai, ma stavolta li ha fatti. E io ho poca pazienza. Quando sono stanca, poi, non ne ho per niente.
Io però, in questi giorni difficili, ho avuto questo qualcosa che è vero che ho sempre, ma di cui mi accorgo soprattutto in momenti come questo.
Ho due genitori meravigliosi che, nonostante non siano più due ragazzini, hanno fatto armi e bagagli e sono venuti a casa nostra. Hanno fatto anche da arbitro in una lite -o qualcosa del genere- non dandomi ragione, nonostante io sia la figlia e quindi in teoria avrebbero dovuto darmi ragione per quello, ma amen.
Mia mamma ha cucinato cose buone, di cui da anni mi spiega la ricetta, ma che c'è poco da fare: a me non vengono uguali nemmeno se ci metto tutto il mio impegno e la mia buona volontà.
Mio padre si è mangiato le cose buone cucinate dalla mamma.
"Papi. E io?"
"Tu non hai fame".
"Ah".
Il cane si è goduto i nonni perchè se è vero che mia nonna, quando ero bambina, mi cucinava sempre l'uovo strapazzato con il tonno che mia madre si rifiutava di prepararmi, è altrettanto vero che Cane Gnappo, quando ci sono i nonni, si trasforma da aitante cane da caccia tutto muscoli, a palla di lardo canina ricoperta di pelo.
"Povero cucciolo, non vedi che ha fame?"
"Ti sembra giusto non dare il broccolo al cane? Lo sai che gli piace tanto"
"Ho comprato una fornitura di bastoncini per i denti per il cane"
Sarebbe cosa buona e giusta non dargliela tutta insieme la fornitura annuale di bastoncini, ma le nonne, si sa, non si contraddicono mai. E poi mia madre è come me: ha sempre ragione.
Lei un pò più di me, a dire il vero.
Senza i miei genitori non so come faremmo, non solo questa volta, ma sempre.
Loro ci sono, qualsiasi cosa accada. Non ci lasciano mai.

E poi ci sono gli amici.
Io ho degli amici meravigliosi, che sono venuti in ospedale a coccolare il Fidanzato, che mi hanno portato fuori il cane, che hanno assecondato il mio bisogno estremo di mangiare giapponese, che si sono presentati alla nostra porta con una bottiglia di crema di limoncello fatta in casa (che poi, la crema di limoncello che fa la mia amica Celeste è la più buona crema di limoncello che esiste al mondo), che mi hanno ascoltata, assecondata, sopportata.
Senza chiedere nulla in cambio.
Non mi chiedete dove li abbiamo trovati questi amici, sono arrivati ed io ringrazio -ogni giorno- che la cicogna li abbia lasciati davanti la porta di casa mia. O forse sono io che sono stata lasciata davanti la porta di casa loro.



Sono fortunata per tutto quello che ho.
Se sono sopravvissuta a questa ennesima difficoltà è merito di tutte le persone che mi circondano e che mi vogliono bene.
E quindi io vi ringrazio: perchè potreste volere bene a tantissime altre persone al mondo e invece avete scelto me.


2 commenti:

  1. due cose: non necessariamente tu debba avere ragione perché sei mia figlia, il più delle volte hai torto e poi quel caro cuccioletto. Lo lasci digiuno. Lascialo sorridere!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non lo lascio digiuno, lo faccio mangiare sano XD
      Arriva la nonna e il cane ingrassa venti kg!

      Elimina