sabato 30 gennaio 2016

Di incidenti, coatti e RCA

Stamattina io e Fidanzato siamo usciti per fare dei giri.
La parola giri provoca nel povero Fidanzato sudori freddi perchè significa che devo andare in cento posti, ovvero tutti quelli dove non sono riuscita ad andare nei giorni precedenti. Ogni giro porta via almeno un'ora se consideriamo che io sono un'indecisa epocale che ha bisogno di tempo pure per decidere che marca di tonno in scatola comprare.
L'ultimo giro era il supermercato vicino casa, ubicato in una deliziosa strada laterale di una strada veloce e pericolosa. Entriamo nella laterale e vediamo che una macchina si accinge ad uscire dal parcheggio, Fidanzato mette la freccia e io inizio a pontificare sul tonno in scatola. Davvero, eh.
La macchina esce dal parcheggio e arriva, sgommando, contromano un coatto a bordo di una Mini bianca. Parlava anche al telefono.
Ci viene praticamente contro, sempre contromano, e parcheggia al posto nostro.
Fidanzato, saggio uomo, mi dice di lasciare perdere.
Io scendo dalla macchina e gli do dell'incivile. Non per il parcheggio, visto che è una zona dove posti ce ne sono milioni, ma perchè, cribbio, sei contromano. E per giunta stai parlando al cellulare.
E la tizia che hai accanto ha tutta l'aria di essere una mignotta, se proprio vogliamo dirla tutta.
Risalgo in macchina e parcheggiamo tre metri più avanti. Il coatto ci era venuto dietro e ha detto a Fidanzato che con una come me non ci parla perchè ero io ad essere un incivile, a detta sua.
Come ho osato a dare dell'incivile a un coatto contromano, in effetti, non si sa.
Gli dico, rigorosamente dando del lei, che contromano non ci si va, a maggior ragione in una strada ad alto scorrimento e niente: sgomma e se ne va.

Qualche giorno fa, stessa storia: dentro il parcheggio all'aperto di un grosso centro commerciale arriva un coatto contromano e va per infilarsi prima nel posto dove stavamo parcheggiando noi, poi in quello dove stava parcheggiando una signora con un bimbo che poi ci ha chiesto se poteva entrare con noi perchè aveva paura, dato che gli aveva risposto male.
Un mese fa, sotto casa, una signora, mentre stavamo parcheggiando in retro marcia sotto casa, ci taglia la strada e si infila nel parcheggio dove stavamo entrando, rischiando di prenderci. Se non l'avessimo vista all'ultimo, addio macchina.
E la lista potrebbe essere infinita.
Io capisco che a Roma il problema del parcheggio esiste ed è reale, ma al punto che si va contromano per strada rischiando incidenti e di conseguenza di fare male a qualcuno, magari anche no.

Da quando vivo a Roma, ho fatto quattro incidenti che non sono tanti, ma nemmeno pochi.
Il primo, me lo ricordo ancora, una signora ci è venuta addosso e ci ha insultato perchè stavamo facendo attraversare un pedone sulle strisce.
Un altro incidente, il più divertente, era quello in cui un tizio ci aveva tamponato sotto la pioggia.
Ci aveva minacciato, dicendo di essere un finanziere. Io avevo preso la targa, avevo chiamate tutte le caserme della Guardia di Finanza di Roma, avevo scoperto che la targa era una targa di copertura di una targa militare, avevo spiegato l'accaduto e il tizio si era scusato dicendo che aveva la moglie malata ed aveva dato di matto. Ci avevano invitati in caserma, si erano scusati, offerto il caffè e chiesto se intendevamo sporgere denuncia contro questo tizio. Non avevamo denunciato, ma so che comunque aveva passato qualche guaio. Per abuso di potere, credo, o qualcosa del genere.
Un'altra volta un motorino mi aveva superata da destra, speronandomi e portandosi via l'intera fiancata, a traffico fermo. Mi aveva detto che se non lo pagavo in contanti per il danno (io avevo la macchina distrutta) e chiamavo i vigili, mi avrebbero fatto anche la multa perchè in Italia, secondo il codice della strada, si supera solo a destra. "Anche in autostrada?" avevo chiesto io. "Soprattutto in autostrada" era stata la sua risposta. Sul fatto che il traffico fermo vale anche per i motorini, non ero riuscita a convincerlo.
Avevo chiamato i vigili, perso una mattinata di lavoro, e alla fine, il tizio si era beccato anche la multa. Si era scusato con la coda in mezzo alle gambe.
L'ultimo è stato un tamponamento a catena. Ero ferma ad un semaforo e mi erano venuti addosso. La ragazza che aveva causato il tamponamento si era giustificata dicendo che le squillava il cellulare e si era chinata per cercarlo in borsa, non guardando la strada. Aveva detto che non voleva che si sapesse dell'incidente perchè i genitori si sarebbero arrabbiati. Non sapevo se ridere o piangere.


Alla scadenza della polizza assicurativa, qualche mese fa, la mia assicurazione storica mi ha detto che non mi voleva più come cliente perchè faccio troppi incidenti. Ho ribattutto che mai nella vita ho fatto un incidente con colpa, sono sempre stata tamponata e ho sempre avuto ragione al 100%. Non mi hanno mai tolto mezzo punto dalla patente, ma hanno smesso di darmi i due punti in più ogni due anni perchè ho raggiunto il limite di punti che posso avere. Non mi hanno mai ritirato la patente.
Non hanno voluto sentire ragioni.
Un cliente sfigato non lo vogliono. No davvero, hanno usato proprio il termine sfigato.
Volevo entrare nella sede dell'assicurazione con una mazza da baseball, ma Fidanzato e madre mi hanno convinta a lasciare perdere.
Mi hanno dato della sfigata perchè la gente non sa guidare e mi viene addosso.
Non che sia Tazio Nuvolari, eh. Io odio guidare, ma quelle due regole che mi hanno insegnato a scuola guida, quasi dodici anni fa, le rispetto.
Quindi, amico coatto con la Mini che vai contromano parlando al telefono, io ti auguro il peggio. Ti auguro di non trovare parcheggio per il resto della tua vita e di spendere tutto il tuo stipendio in benzina per girare a vuoto in cerca di un parcheggio. Che, appunto, non troverai.

4 commenti:

  1. A me una volta tamponarono, ero in fila, arriva sto tizio a tutta velocità e mi tampona; con l'urto tampono a mia volta la macchina davanti e la tizia di quest'ultima macchina me ne dice di tutti i colori...a me.....
    Comunque è assurdo che per colpa degli altri tu debba avere questo problema con l'assicurazione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiegavano l'altra sera, dopo aver letto il mio post, che escludono chi subisce tanti incidenti perchè "non ha fatto nulla per evitarli". Mi chiedo come si possa evitare un incidente se stai fermo ad un semaforo e ti vengono addosso, ma accetto la questione.
      Comunque, la gente è davvero tremenda!

      Elimina
  2. A proposito di parcheggi e di romani maleducati, ti racconto quello che è successo a me una volta.
    Otto di sera. In macchina col mio fidanzato, ci accingiamo a cercare un parcheggio il più possibile vicino casa visto che dobbiamo scaricare tre scatoloni e diverse buste della spesa. Ci infiliamo in una viuzza a senso unico, e ci accorgiamo che davanti a noi anche una Mercedes sta cercando posto (ce ne accorgiamo perché chi guida va a tre all'ora, come se dovesse spuntare all'improvviso un parcheggio e non fosse possibile infilarcisi anche andando ad una velocità umana); dopo aver percorso un paio di chilometri così, al rallentatore, e per di più in salita, con la macchina davanti a cui si spegne il motore ben due volte tanto va piano, il mio fidanzato si spazientisce e decide di dare un colpetto di clacson. Magicamente, la Mercedes trova posto (miracolo!!!) e noi pure un metro più in là.
    Scendiamo e iniziamo a scaricare le nostre cose, quando una voce stridula alle nostre spalle comincia ad urlarci: "Embé, voi avete suonato perché volevate rubarmi il posto???" e io "Ma se ce ne sono venti di posti!" e il mio fidanzato "Ma lei mica può andare a 10 all'ora su una strada urbana signora, lo sa??? E per di più a fari spenti di notte!". Al che la vecchiaccia irritata "Siete dei maleducatiiiiiii, non vi dovete permettereeeeeee...", e via tutti affacciati ai balconi a guardare. Non ci sto a farmi dare della maleducata per non aver fatto nulla, così le rispondo a tono ma pacatamente, il che la fa innervosire ancora di più e comincia ad avvicinarsi minacciosa "Adesso vedete che succede...". Senza parole ci allontaniamo, perché capiamo che è inutile combattere con persone così :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo hai ragione, è inutile combattere con persone così.. che tristezza :(

      Elimina