sabato 12 dicembre 2015

Una sorellina per Cane Gnappo

Siamo molto amanti degli animali in questa casa, forse troppo, in particolare dei cani, ma gli altri non li disdegniamo con un'eccezione per i rettili per i quali non riesco a provare amore e simpatia.
Da sempre, raccogliamo animali abbandonati e cerchiamo una soluzione che, in alcuni casi, è stata tenerceli noi e in altri chiedere un aiuto esterno.
Non siamo particolarmente fighi, è una cosa che fanno in tanti e alla quale -tra l'altro- mi piacerebbe dedicarmi di più, se solo avessi il tempo. Siccome il tempo non ce l'ho, avrei già bisogno di giornate di 48 ore così, faccio quello che posso.
Un pò come tutti, insomma, che il tempo ormai non ce l'ha quasi nessuno.
Visto che abbiamo questo amore smiurato per cani e affini -in particolare per il nostro cane perchè si sa, ogni scarrafone è bello a mamma sua- cercano sempre di farci adottare qualche cane che, per carità, è una bellissima cosa, se no non avremmo avuto in casa non uno, ma ben due trovatelli, ma a volte, se non si fa una cosa c'è un motivo. 
Io sono molto educata, spiego perchè adesso non è il momento -un pò come la questione figli.
Cane Gnappo merita una sorellina, lo sappiamo. Sappiamo che gli manca Cane Nero, così come manca anche a noi .
Ultimamente hanno provato ad appiopparci un cane buonissimo bravissimo stupendissimo, il miglior cane del mondo. Non lo metto in dubbio eh, ma in questa casa non bastano foto e belle parole. In questa casa, qualsiasi cane entrerà, non sarà mai scelto da noi, ma da Cane Gnappo. 
Dai, magari un pochino anche da noi.
Se lui non va d'accordo -e non è difficile che accada visto che ha un caratteraccio come la mamma umana- niente. 
Quando arrivò Cane Nero è stato lui a sceglierla e difatti è stato un amore fraterno di quelli che difficilmente ho visto in vita mia. Lui la voleva e quindi l'abbiamo voluta anche noi.
Si, lo so che ci sono tanti cani da salvare, ma visto che questa casa è anche di Gnappo, lui è parte integrante di queste scelte, nel limite canino della cosa.

E' successo che, va beh, posso anche anche pensarci a prendere una sorellina, con calma, con i dovuti modi e con le dovute accortezze.
Poi Cane Gnappo si è fatto male, è stato morso, gli hanno sfondato la calotta cranica ed io ero molto preoccupata. Aggiungiamo che era stato morso anche Fidanzato e che ero preoccupata anche per lui e il quadretto è completo.
Il giorno che Cane Gnappo è stato morso ho ricevuto messaggi molto insistenti da questi che volevano farmi adottare un cane e io, educata come sempre, ho risposto che ero fuori casa -ovvero in clinica veterinaria- e che non era il momento giusto per contattarmi. 
Ho spiegato che cane e Fidanzato erano stati morsi e che ero molto preoccupata, mentre i due, per altro, si contendevano le mie attenzioni in una sfida all'ultimo abbaio.
Si, abbaia anche Fidanzato a volte.
Insistenze su insistenze per avere i miei dati perchè loro devono organizzarsi.
Guarda, magari è meglio se ci risentiamo domani, oggi proprio no, sono tutti moribondi in questa casa, non mi sembra il caso di mollare un Fidanzato  e un cane malati per andare a casa, accendere un pc e inviarti due dati, ma niente.
E già lì, lo ammetto, mi sono stranita perchè se il fatto che un cane stia parecchio male non ti tocca minimamente, qualche domandina me la faccio.
Dopo qualche tempo, mi contatta telefonicamente una ragazza, dicendo che vuole venire a vedere casa mia per vedere se è adatta ad un cane.
Le spiego che, mio malgrado, non sono a Roma e starò via per qualche giorno, ma che tornerò il giorno X e  che se vuole possiamo sentirci per quella data. Sparisce. 
Poi mi ricontatta dicendo che deve venire di corsa a casa nostra -per vederla- così mi danno un cane da adottare.
Guarda, io ho orari particolari, dobbiamo accordarci, io posso darti la mia disponibilità e se vuoi ci vediamo. 
Mi chiama continuamente, a tutte le ore, in modo insistente. 
Le spiego che, in certe situazioni -tipo al lavoro- non si può stare attaccati al cellulare e mi chiede costantemente di chiedere un giorno di ferie nel giorno che dice lei e poi di chiedere altre ferie per andare a prendere un cane a quasi 1000 km dopo un paio di giorni.
Contatto delle persone che conosco, che avevano dato il mio numero a questa ragazza e spiego che non è esattamente così che si fa, che non si può chiedere ad una persona insistentemente di mettersi in ferie, magari durante un periodo lavorativamente complesso e che soprattutto bisogna quanto meno venirsi incontro. 
La tizia insiste, il giorno che voleva prendessimo le ferie, mi manda un sms con scritto che dopo un'ora sarebbe stata a casa nostra. E ovviamente a casa nostra non c'era nessuno, nemmeno Gnappo che ha una vita sociale molto più figa della mia.
Le dico che io sarò a casa per la tal ora. Ovviamente sparisce.
Forse ha capito che questa insistenza e questa poca professionalità mi sta indisponendo.

Cane Gnappo non avrà una sorellina. 
Non avrà di certo una sorellina procurata chissà dove da persone che non hanno a cuore la salute degli animali, nè tanto meno una sorellina catapultata in casa nostra senza nemmeno aver fatto qualche prova di compatibilità con lui. Anche perchè se disgraziatamente non vanno d'accordo, che faccio? Butto la sorellina? O butto Cane Gnappo? Li lego al guard rail in autostrada? O, nel caso, li lascio sbranare in casa? Così eh, per sapere.
La curiosità per casa nostra la capiamo anche: abbiamo una casa fighissima ed è giusto così, ma magari non è la priorità. 
Ovviamente, chiedevano dei soldi. 
E io che sono contraria a comprare i cani -salvo esigenze davvero particolari-  non è un segreto.
Se l'insistenza è dovuta a quello, non lo so. 
Se il poco interesse per i cani stessi è dovuto a ciò che muove il mondo non lo sapremo mai.


E quindi niente sorellina per lui che ancora non si è ripreso del tutto dal trauma di aver visto morire la sua di sorellina. 
E' un cane unico, come d'altronde io sono figlia unica e sono sopravvissuta benissimo alla questione. 
E, in fondo, sono quasi convinta che a lui piaccia essere cane unico: Cane Nero gli rubava la pappa dalla ciotola, lo buttava giù dal divano per hobby, lo cazziava di brutto se faceva qualcosa non di suo gradimento, gli scippava l'osso dalla bocca. Lui adorava lei (e lei, in fondo, adorava lui), roba che probabilmente ho il cane con la sindroma di Stoccolma e non ne sono a conoscenza.
Sicuramente, Cane Gnappo è un cane scemo ed è per questo che da Cane Nero si faceva fare davvero qualsiasi cosa e lei, come tutte le femmine, se ne approfittava in modo  indegno.



4 commenti:

  1. Qui paghi anche per i cani che prendi al canile, comunque! Ci sto pensando ad un cane perche` li adoro davvero...e voglio essere mamma di nuovo ( e per essere mamma di un piccolo umano la sveglia biologica e` suonata... sono fuori tempo massimo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al canile di Roma il passaggio di proprietà/contributo adozione è di 3€ ( a cui ovviamente, se si vuole, si può aggiungere una donazione).. per curiosità:lì quanto si paga?
      Comunque, un cane riempie davvero la casa e non ti lascia mai sola, ma allo stesso tempo è un grande impegno. Tu poi dovresti pensare a dove lasciarlo (o a portarlo con te) quando vieni in Italia...
      Per il figlio biologico, al di là dell'età, ma dici che Francesca la prenderebbe bene? Io potrei impazzire se mia mamma mi facesse un fratellino XD

      Elimina
  2. Sono speranzosa, una sorellina la si troverà per Cane Gnappo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me, piuttosto, prenderemo un gatto!

      Elimina