venerdì 25 settembre 2015

La verità,vi dico,sugli uomini

Quando andavo alla scuola media, durante la ricreazione, i miei compagni andavano in comitiva in bagno portandosi dietro la riga da 60 cm che usavamo durante le ore di educazione tecnica.
Visto che io ero stupida, ci ho messo degli anni a capire a cosa serviva quella riga. Era una sfida, una gara, una tristezza infinita insomma.
Ecco, lavorare con i maschi è così. Una sfida, una gara, una tristezza. 


Una sfida con i nervi, una gara di sopravvivenza e una tristezza perchè, come non mi sarei mai aspettata il vero motivo per cui i miei compagnetti brufolosi si portavano dietro la riga, non mi sarei mai nemmeno aspettata che anche gli uomini avessero il ciclo. Uomini con le mestruazioni. Potrei scrivere un libro e chiamarlo così, sai che roba.
E poi potrei proseguire con Uomini sull' orlo di una crisi di nervi, Primiuomini e Ti prego:fulminali. Così, per dire.
Io amo tutti i colleghi che ho avuto, eh (e il naso si allungò come manco Pinocchio). Grazie a loro mi sono fatta una cultura sulle peculiarità della mente maschile così grande che un giorno mi daranno una laurea ad honorem in maschiologia.
Tre emissioni e direi, ad occhio e croce, una cinquantina di colleghi in totale. Forse di più se ci aggiungo i colleghi della regia e i supervisori e capi vari. Di tutte le età, sposati, single, cornificatori seriali, fedelissimi, padri, belli, brutti. Tutti con la fissa di tette e culi che ormai ho una cultura che non avete idea.
Tutti profumati, pure troppo. E poi dicono che l' uomo ha da puzzà. 
Litigiosi, tutti. Ma non litigiosi da cazzotti in faccia. Litigiosi da ti tiro i capelli non dalle punte, ma dall' attaccatura che fa più male, metodo infallibile che mi insegnò la picchiatrice ufficiale del mio liceo (ma che, grazie al cielo, non ho mai messo in atto).
Dispettosi, come manco le scimmie nei loro giorni migliori.
Pettegoli. Che in confronti quindici ventenni appena mollate dal fidanzato per un'altra sono delle principianti.
E chiacchierano, mamma mia quanto chiacchierano. Hanno sempre un sacco di cose da raccontare, tanto che a fine giornata sanguinano le orecchie.
Mestruati tutto l'anno. Almeno le donne hanno le mestruazioni cinque giorni al mese e poi passa la paura, Loro no: 30 giorni di mestruazioni a Novembre con Aprile, Giugno e Settembre e tutti gli altri mesi 31 giorni di mestruo (ah, ovviamente a Febbraio, il flusso mestruale dura solo 28 giorni). MA mestruo di quello pesante, eh. 
E non sono scemi. Davvero, io non so chi è che ha messo in giro la voce che gli uomini sono scemi e te li puoi rigirare come vuoi. Sono degli strateghi, ragionano (a volte anche troppo) per i miei gusti).
E quando dicono che non hanno niente, occhio che non è vero. Quello vale solo per il proprio Fidanzato. 
E poi ti tengono il muso. Perchè loro sono offesi per qualcosa di cui voi non avete idea e, state tranquille che non ve lo diranno. Non lo dicono mai. Dovete immaginarlo e attenzione che se sbagliate si offendono ancora di più.
E poi chi è che ha detto che gli uomini non sono vanesi? Anni che lavoro solo con uomini e anni che sono quella vestita peggio: tute, abbinamenti a casaccio, strati di vestiti perchè io ho freddo e chi se ne frega se non sono elegante come Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany.
Loro no: loro sono sempre perfetti e si portano persino il cambio dietro. Metti una macchia? Una pioggia di meteoriti?
E non parliamo di quando devono andare da qualche parte dopo il lavoro: ho assistito a vere e proprie sfilate, roba che manco Versace. 
E notano tutto: quando mi trucco -quelle rare volte- mi guardano con occhi sgomenti:"Ma ti sei truccata?","Ma hai messo l'ombretto? O sono pigmenti?".
Scusa, ma tu che ne sai?
"Eh beh, mia moglie/fidanzata/sorella..."
Notano persino se ho fatto la manicure. E mi forniscono pareri accurati sullo smalto che porto.
E danno anche consigli che non li trovato nemmeno su Cosmopolitan.
E soprattutto: guardate che vi ascoltano. Loro sanno tutto quello che vi piace, che usate, che vi serve, che volete. Però fanno finta di niente. Perchè loro sembrano disattenti, ma non lo sono.
Fingono. Sono degli attori.

E se volete sapere se guardano le altre, ve lo dico: si le guardano. E commentano anche. E si, ci vanno giù pesante.
Ma toglietegli tutto, ma non la donna che hanno accanto. Fidatevi.
E se non ce l'hanno, nel 90% dei casi la cercano. E si lagnano pure del fatto che trovano solo persone che non vogliono impegnarsi. 


Nb. Ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale (giuro che è vero).
Combatto con l'universo maschile da anni, di colleghi uomini ne ho avuti a decine e ho preso un pò da tutti loro per questo post.


La foto del posto è di Beata Lenkiewicz.


9 commenti:

  1. ma no! non son d'accordo...io lacoro con uomini prevalentemente (edilizia)e con gli uomini son sempre andata super d'accordo! le donne sono più permalose e più pettegole e aiuto! gli uomini se sei anche solo un po' carina vanno in brodo di giuggole e si sentono sempre un po' paparini.......... le donne genericamente si sfidano, vanno in bestia se ti metti qualcosa di più carino di loro, non farebbero comunella nemmeno in una gara di giochi senza frontiere! con che uomini lavori?
    Con affetto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti io vado d'accordissimo con gli uomini e, ti dirò, preferisco di gran lunga avere tutti colleghi uomini he donne (Anche se mi è difficile fare un reale paragone visto che da anni ho solo colleghi uomini in un ambiente un pò particolare) :)
      Però su di loro ci sono molti luoghi comuni che ho voluto smentire, nel bene o nel male :)

      Elimina
  2. Sto morendo dal ridere e concordo con ogni tua parola!!!

    RispondiElimina
  3. quando ho lavorato con uomini sono stata sempre bene, ma mi hai fatto morire dal ridere con la tua descrizione e specialmente sul fatto che siano pettegoli. E` VERISSIMO!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molti più pettegoli delle donne. Non c'è paragone!

      Elimina