sabato 22 agosto 2015

Proprietà intellettuale e copyright

Ieri ho scritto questo post: una lettera a Ignazio Marino che, di fatto, Ignazio Marino non leggerà mai.
E' un post che è piaciuto, ha ricevuto parecchi complimenti e condivisioni e di questo, ovviamente, sono stata felicissima.
Quando qualcuno mi fa un complimento per il blog, io vado in brodo di giuggiole.
Quando leggo un commento che sia qui o sulla pagina Fb del blog mi fa un enorme piacere. E credo sia normale. Perchè se è vero che il blog l'ho aperto per me stessa, è altrettanto vero che se non volevo essere letta avrei scritto su un diario segreto da chiudere col lucchetto a forma di cuore, ma tant'è.
Ieri una pagina Fb collegata ad un blog, per altro abbastanza seguita, ha copiato paro paro il testo del mio post e l'ha pubblicato, spacciandolo per proprio.
Quando me ne sono accorta, sia io sia mia madre sia alcune amiche,  abbiamo fatto presente al copione che quel testo era mio ed era stato pubblicato su questo blog.
Il copione invece, che so, di scusarsi, mi ha dato della maleducata perchè sia mai che mi permettevo di reclamare la proprietà intellettuale di un mio post. E mentre io chiedevo che il tutto fosse rimosso sia dal loro blog che dalla loro pagina Fb, hanno continuato ad insultarmi.
A mia madre, che gli aveva scritto, hanno poi detto che loro avevano rimosso il post perchè l'autrice era maleducata. Non hanno mica detto che l'avevano rimosso perchè gli avevo fatto presente che o lo toglievano subito (no, a quel punto, non mi interessava nemmeno che aggiungessero i crediti) o segnalavo la violazione del copyright, anche perchè, dovete sapere che Google ultimamente sta dando molta importanza alla cosa e per capire chi è il reale autore di un post si basa su un fattore molto semplice, ovvero va a vedere -non chiedetemi come- chi ha pubblicato per primo quel contenuto.
Forse, la cosa si può tentare di aggirare cambiando qualche parola qua e là, ma a parte che il copione non si era nemmeno disturbato a farlo, pare che Google ti sgami anche se metti una parola al posto di un'altra.

Dietro questo blog non c'è chissà quale lavoro: della parte che riguarda l'html e robaccia simile se ne occupa Luca, una persona che non ringrazierò mai abbastanza perchè ad ogni mia richiesta è sempre disponibile, nonostante anche lui abbia un lavoro che lo tiene abbastanza impegnato e che, quando gli ho manifestato l'intenzione di stravolgere il blog per farlo diventare un pò più professionale (siate clementi e passatemi il termine) ha risposto presente, io ci sono, sono a tua disposizione (anche se per questo stravolgimento bisognerà attendere ancora un pò); poi c'è mia madre che è la correttrice ufficiale delle bozze visto che, credetemi, è indispensabile che qualcuno legga quello che scrivete visto che di molti errori di ortografia o di sintassi non ve ne renderete subito conto e c'è Fidanzato che, spesso e volentieri, per permettermi di scrivere i post,  mi lascia tranquilla sul divano (non da quando siamo lontani ovviamente, ma presto gli toccherà ancora) e si occupa lui di tutto il resto.
E ovviamente ci sono io. Ogni singola parola di ogni singolo post è frutto della mia fantasia, delle mie esperienze, della mia testa.
A volte capita che mentre sono in macchina o da qualsiasi altra parte, la mia testa cominci a immaginare i contenuti di un post che, una volta acceso il pc, vengono trascritti nero su bianco.
Non scrivo mai qualcosa perchè qualcuno me lo impone, non credo che riuscirei a farlo.
Insomma, i testi sono tutti di mia proprietà. Proprietà intellettuale, che vuol dire tutto e niente, ma pur sempre di mia proprietà.
Non ho mai impedito a nessuno di utilizzare un mio testo -ed è capitato diverse volte che qualcuno me lo chiedesse- e ho sempre detto che non ci sono problemi, a patto e condizione di citare sempre e comunque la fonte, ovvero NonPuòEssereVero. E dietro NonPuòEssereVero c'è una persona in carne ed ossa, che sono io. Semplice, veloce, indolore.
Vedere copiare un mio testo, mi ha fatto salire il sangue al cervello, mi sono arrabbiata tantissimo e, vi assicuro, non sono stata l'unica, visto che, diverse persone che conosco, si sono avvilite per me.
Alla minaccia di segnalare la cosa, il sedicente copione ha rimosso tutto (dopo un quarto d'ora abbondante a dirla tutta, giusto il tempo di ricevere oltre quaranta condivisioni, ma tant'è).

Mi è capitato di avere l'ispirazione per un post leggendo il post di qualcun altro e, quando è successo, ho sempre scritto, in testa al post stesso, che l'idea mi era venuta leggendo il blog di Tizio o di Caio con tanto di link al blog stesso. Lo stesso hanno fatto alcune blogger con me. Addirittura Ero Lucy una volta ha scritto un post dopo che le avevo chiesto che fine avesse fatto un suo ex e lei, nel post, aveva detto che quel post nasceva dal fatto che io le avessi chiesto che fine avesse fatto questo tizio. Non era obbligata a farlo, ma l'ha fatto e ne sono stata felice.
Mi è capitato di utilizzare delle fotografie per questo blog, in particolar modo per i Mercoledì della Ginnastica, e prima di utilizzarle ho sempre chiesto il permesso di farlo. Ad onor del vero, nessuno mi ha mai detto che non potevo utilizzarle, anzi, sono sempre stati tutti molto disponibili e ho sempre ritenuto corretto, oltre che doveroso, inserire alla fine del post il nome del fotografo (o dei fotografi) con tanto di link che rimandasse al loro sito, alla loro pagina Fb o, in assenza di questi, al profilo personale da cui avevo preso le foto. Le foto, per altro, hanno quasi sempre i crediti sopra e mai nella vita ho anche solo pensato di rimuoverli tagliando la foto ad hoc. MAI.

Il copyright è una cosa seria e violarlo, oltre che perseguibile, è una cosa davvero sconcertante.
Non avere rispetto del lavoro altrui è vergognoso.
E soprattutto mi chiedo: che piacere si prova a ricevere i complimenti per un post che, in realtà, non è farina del proprio sacco?
Chi ha copiato il mio post probabilmente pensava che avrebbe aumentato le visualizzazioni del proprio blog, ma di fatto, sappiate che le visualizzazioni le vedete solo voi. Il pubblico non ha idea di quante visualizzazioni abbia un vostro post e, onestamente, credo che non gliene freghi un granchè.
Di fatto, il copione mi ha detto che non ha bisogno di copiare nulla, ma se l'ha fatto, in fondo, un motivo ci sarà. Mi piacerebbe saperlo quale sia questo motivo, davvero.


14 commenti:

  1. Accidenti che storia! Come dicevo, in risposta alle tua domande quando mi hai "dato il premio Lieber Award", internet permette maleducazione, falsita` e spocchiosita`...questo e` stato proprio uno di quei casi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Liebster....non Lieber...cosa dicevi a proprosito di errori di battitura??? ;-)

      Elimina
    2. Hai ragione da vendere. Probabilmente ormai siamo tutti "leoni da tastiera" e pensiamo di poter dire quello che vogliamo da dietro un pc o essere maleducati, cosa che non dovrebbe assolutamente esistere!
      Sugli errori di battitura, mamma mia, anche io ne faccio tantissimi,ma credo proprio sia un limite del pc, visto che ricordo che quando andavo a scuola i miei temi non avevano mai nessun errore di battitura... e dire che in teoria ho il correttore,ma ce ne sono sempre e comunque tantissimi!

      Elimina
    3. il mio computer vuole parlare inglese a tutti i costi! mi va bene cosi` perche` rischio di piu` a fare errori in inglese, ma l'autocorrect mi massacra perche` mi leggo prima di lasciare lo spazio dopo la parola, e non vedo l'autocorrect. quindi Domani diventa sempre domain e collega, college... altro che mille occhi ( PS: mia mamma mi legge, ogni tanto mi dice che scrivo parole che in italiano non esistono, ohmammamia non so piu` scrivere: scrivo in italianish!)

      Elimina
    4. Italianish è stupendo!!
      Cmq sai che capita che alcune amiche italianissime che vivono negli States con cui mi scrivo su Whatsapp abbiano il T9 in inglese e i loro messaggi siano pieni di "errori" come quelli che dici te :P
      Tra l'altro mi viene un dubbio: tu hai la tastiera americana, vero? Io l'ho avuto per un pò a lavoro (non dove lavoro adesso) ed era un incubo, sbagliavo tutto perchè avevo memoria della tastiera in un altro modo!

      Elimina
    5. io ho imparato sulla tastiera americana ed ho il problema degli accenti! quando uso word so come fare, ma scrivendo sul blog non funziona allo stesso modo e l'accento viene cosi` ..ecco come in cosi` che e` proprio brutto

      Elimina
    6. Ti spedisco una tastiera italiana???? :P

      Elimina
  2. Io 'sta gente che ruba i post di altri proprio non la capisco, sono di una povertà dentro allucinante e hanno anche un'opinione bassa della gente, pensano che i lettori siano degli emeriti idioti. per fortuna qualcuno ti ha segnalato la cosa e te ne sei accorta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti nemmeno io capisco. Tra l'altro, ho pensato in questo caso specifico (ma vale per chiunque copi qualcosa) che adesso che so che l'hai fatto una volta, mi viene il dubbio che nessuno dei tuoi post pubblicati a nome tuo sia realmente tuo...

      Elimina
  3. Una volta a me copiarono un post. Non me ne resi conto finché una ragazza mi segnalò la cosa ma nel frattempo il tizio o la tizia aveva rimosso il post...che tristezza comunque!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che post era, per curiosità?
      Comunque, mi sto rendendo conto che è una prassi abbastanza comune quella di copiare i post. Non riesco proprio a spiegarmi la cosa!

      Elimina
  4. Bellissimo post! Hai perfettamente ragione...e la cosa che mi più arrabbiare è il fatto che la gente copia senza appunto chiedersi cosa ci sia dietro quelle parole. E poi un furto è un furto: ma nessuno lo considera tale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo hai ragione: non è considerato un furto, anche se di fatto lo è :(

      Elimina