sabato 8 agosto 2015

Agosto

E anche quest'anno è arrivato Agosto, il mese dell'agonia e del tormento.
Io ho sempre vissuto in città, poco importa che fosse Palermo, Bologna, Roma o Milano, sempre città era ed è noto che le città ad Agosto -ebbene si anche Palermo che è una città di mare- si svuotano.
Adesso un pò meno rispetto gli scorsi anni, ma la gente diminuisce sempre di più per poi smaterializzarsi il week end che precede la settimana di Ferragosto per ri materializzarsi al mare, in montagna, in Cina, in Texas o dove pare a loro.
A me questo va benissimo, non facciamo le ferie ad Agosto proprio perchè a noi piace la città vuota.

Specialmente a Roma, vuoi mettere la soddisfazione di fare 10 km in meno di quattro ore e trentacinque minuti causa traffico? E la soddisfazione di non beccare uno sciopero o una manifestazione che ti costringono ad abbandonare la macchina per cercare senza riuscirsi di arrivare a destinazione senza impiccarsi?
Il rovescio della medaglia è che ad Agosto, se ti serve qualcosa, sei fregato. Tutto chiuso, tutti in ferie.
Gli sbattimenti da svuotamento delle città per me sono due.

Il primo è che Fidanzato, povero lui, è nato a ridosso di Ferragosto, quindi ciao, il compleanno non si festeggia perchè tanto con chi lo vuoi festeggiare? Non c'è nessuno, stanno tutti al mare, anche gli sfigati che non hanno un euro per fare le vacanze, a Ferragosto vanno via e si sa, a noi italiani le cose piace farle bene, quindi Ferragosto comincia il 12 Agosto e finisce il 16 come minimo.
Poi va beh, con la stessa cifra con cui ti fai quattro giorni a Bagnacavallo a Ferragosto ci potevi fare un mese nelle Filippine se sceglievi un altro periodo dell'anno, ma toccatemi tutto, ma non il mio Ferragosto, quindi va bene così.
Quando ho conosciuto Fidanzato, gli ho chiesto -avete presente quelle domande che si fanno per fare conversazione?- qualcosa tipo:"Come hai festeggiato i tuoi 18 anni?".
"Li ho festeggiati a Settembre".
In che senso, scusa?
A me se chiedi di festeggiare, non so, la sera prima e brindare a mezzanotte, vengono gli attacchi di panico. Non esiste proprio, il mio compleanno si festeggia quando sono nata e io, pigra sin da allora, sono nata a mezzogiorno passato, non posso mica festeggiare la sera prima.

E poi, c'è il problema che a casa mia, ad Agosto, sta sempre male qualcuno.
L'anno scorso io avevo la gastroenterite che già è una piaga in tempi normali, figuriamoci ad Agosto.,
Stavo malissimo, ma proprio tanto tanto male, al punto che Fidanzato mi ha raccontato che il mio primo giorno in fin di vita sul letto lui è tornato in pausa pranzo per controllare che stessi bene, portare fuori i cani e portarmi le medicine e io non l'ho nemmeno visto, non avevo la più pallida idea che fosse passato da casa e lui invece continuava a sostenere che io gli avevo anche detto qualche parola.
Dottoressa in ferie, farmacie in ferie, pronto soccorso dove a momenti non è rimasto nessuno e ti devi fare il triage da solo, io volevo solo morire.
E poi c'è stata quella volta che dovevo fare una piccola operazione a Settembre, ma è stato necessario farla prima e la clinica dove dovevo operarmi aveva chiuso il reparto di chirurgia perchè ad Agosto, si sa, i reparti di chirurgia si chiudono.
La sala operatoria era bella che funzionante, ma in chirurgia non potevano ricoverarmi, quindi gli è venuta l'illuminazione: ricoveriamola in oncologia e poi da lì la portiamo in sala operatoria.
Se pensate che un reparto vale l'altro per essere ricoverati, sappiate che non è così perchè chirurgia è una cosa, oncologia è un'altra. Oncologia è un reparto dove si respira -giustamente, direi- un'aria molto pesante, la gente sta male, a volte è distrutta dalla chemio, spesso è a pezzi anche psicologicamente ed è difficile.
E potrei continuare all'infinito, perchè davvero qui ci tocca sempre stare per ospedali ad Agosto e forse è un pò la maledizione di chi rimane in città. Tutti a casa mia stanno male o si operano ad Agosto che fa anche ridere perchè se racconti in giro che hai passato il Ferragosto in ospedale la gente pensa che lo prendi in giro, ma tant'è.

8 commenti:

  1. No dai, in ospedale a Ferragosto no!!!!
    Comunque anch'io mai andata in vacanza in agosto, ho sempre preferito lavorare perché la città era vuota e in giro per le strade il traffico era inesistente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A casa mia sempre: a volte io,a volte uno dei miei, a volte Fidanzato.
      Un anno eravamo contemporaneamente in tre in ospedale: io, mio padre e mia cugina. I parenti sani non sapevano dove dividersi prima!
      Cmq, la città vuota è stupenda!

      Elimina
  2. Anche a me agosto è un mese che non piace per niente! Non che mi sia mai successo qualcosa di spiacevole ma non mi piace, forse perché penso che viene prima di settembre, quando – in mentalità scolastica – tutto ricomincia :-)

    RispondiElimina
  3. Metto il carico da undici: una mia cara amica è morta il 12 agosto scorso e siccome appunto c'era ferragosto di mezzo, il funerale si è dovuto fare una settimana dopo. Chiaramente non c'era quasi nessuno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, una cosa simile per fortuna mi manca...

      Elimina