mercoledì 10 giugno 2015

Soddisfazioni ovvero quando ho convertito il mondo

Ecco, forse suona un pò arrogante.
Magari non ho convertito il mondo intero, ma ci sono delle soddisfazioni nella vita. E vanno raccontate.
Questo è un anno importante, un anno in cui io - e non solo io, credetemi- sono particolarmente ansiosa, come tutti gli anni in cui c'è il mondiale qualificante. Brutte annate quelle del Mondiale qualificante: vedo fratture e distorsioni ovunque. vedo paesi che prima non avevo nemmeno considerato tirare fuori ginnaste che fanno cose che voi umani.... avete capito, no?
Cioè, ma tu chi sei? Da dove salti fuori? E soprattutto cosa vuoi?
Insomma, è un momento difficile.
Nazionale Italiana - Torino 2015
E di solito, la questione è anche fastidiosa perchè c'è chi non capisce.
Ma quest'anno è diverso: vuoi che, per cause di forza maggiore, ho visto gli Europei in una situazione estrema. circondata da gente che mi chiedeva:"Ma abbiamo una nazionale italiana di ginnastica?".
Vi prego, fulminateli subito.
"Ehm, si abbiamo una nazionale di ginnastica artistica"
In realtà, abbiamo nazionale maschile femminile, junior, senior, ma non sprecherò il mio fiato.  Se non lo sai, è un problema tuo.
Ma, vuoi che ci siamo giocati fino alla fine due medaglie, vuoi che evidentemente so essere convincente, alla fine sono arrivate le prime domande timide:"Ma come funziona?"
Vuoi saperlo davvero? E allora io te lo spiego, partendo dall'inizio.
"Ma, aspetta, è lo sport di Nadia Comaneci?"
"Si, esatto, è quello" (allora c'è una speranza per tutti)
"Ma Nadia Comaneci era italiana?" (però a volte la speranza non va data proprio a tutti tutti)

Corso avanzato di ginnastica artistica in sei lezioni, tenuto dalla sottoscritta. Figo, eh?
I miei studenti erano un pò titubanti, devo essergli sembrata proprio pazza, ma alla fine bisogna tirare fuori le armi giuste. Video su video: ovviamente video in cui vinciamo un sacco di medaglie.
Partiamo dal 2006 che abbiamo vinto un sacco di cose. Poi andiamo avanti.
Passiamo alle rapine a mano armata.
Alessia Leolini - Torino 2015
Guardare video, imparare nomi di ginnaste -anche quelle che si sono ritirate che male non fa, imparare nomi degli elementi. Va beh dai, magari questa è difficile, cominciamo a imparare la differenza tra, che ne so, un salto teso e uno avvitato che non mi pare una cosa troppo complessa.
Poi impariamo a contare gli avvitamenti.
Finchè i miei studenti, che a quel punto erano gasatissimi, erano pronti per vedere i video interi delle finali olimpiche, una per una.
"Ma perchè piangono?"
"Eh, perchè non hanno vinto"
"Ma se sono sul podio, come fai a dire che non hanno vinto?"
"Cioè, hanno vinto (momento di panico vero, ho iniziato a sudare freddo, ma non hanno vinto la medaglia che volevano, quelle che piangono hanno vinto un argento"
"Ma è una medaglia olimpica"
Ok, forse vedere tutte le finali olimpiche per intero in un'unica giornata è troppo per un novellino, ma non ci avevo pensato.
"Passiamo alle finali mondiali? Per intero ovviamente!"
Ci sono cose per cui, evidentemente, i miei studenti non sono ancora pronti.
E poi è arrivata la domanda fatidica: i miei studenti - e giuro che non ho costretto nessuno, sono loro che hanno chiesto -  in realtà un minimo di conoscenza della ginnastica ce l'hanno, anche se evidentemente non ne erano consapevoli.
"Ma queste ginnaste sono quelle di Ginnastiche?"
A parte che sarebbe Ginnaste e non Ginnastiche, ma questo è un dettaglio su cui volendo posso soprassedere, a quel punto tocca spiegargli un pò di cose. E prenderli a pugni nelle gengive spiegare pacificamente che non tutte le ginnaste della nazionale sono presenti in Ginnaste e non tutte le ginnaste di Ginnaste sono in nazionale. Questo è stato un pò un tasto dolente, ma credo di esserci riuscita.
E volete mettere la grande, enorme, gigantesca soddisfazione quando li ho trovati a documentarsi da soli?
Adesso attendiamo con ansia i Giochi Olimpici Europei di Baku, manca poco e qui siamo tutti pronti.



Le foto del post sono di Silvia Vatteroni





2 commenti:

  1. Io da piccola ho fatto ginnastica artistica...naturalmente non a livelli "alti"...anzi...era più stile "giochi della gioventù" :p Però è uno sport che adoro...sapevo fare un sacco di cose!!! E ammetto che seguivo il programma "ginnaste", e pure parecchi giochi olimpici... *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ginnaste in realtà lo vedo anche io ;)
      E si,è uno sport bellissimo! Che invidia: avrei voluto farlo anche io..a pensarci prima ...

      Elimina