sabato 30 maggio 2015

Tornare a casa

Finalmente sono a casa per un lasso di tempo superiore alle 36 ore.
Sono felice? Diciamo che, se fossi stato un cane, avrei fatto litri di pipì per la contentezza.
Ecco cosa ho trovato:
-Cane Gnappo è diventato completamente anarchico: prima dormiva sul letto accoccolato sui piedi di Fidanzato. Adesso dorme completamente sbracato sulla mia metà di letto e quando ho provato a spostarlo -sai com'è Cane Gnappo, questa è la mia parte di letto- non mi ha dato granchè retta.
Prima, a colazione, aspettava paziente che gli venisse dato un biscotto. Adesso apre il barattolo dei biscotti a musate e si serve da solo.
-La portiera del palazzo -che è una signora davvero tanto carina- quando mi ha vista stamattina con Cane Gnappo al seguito mi ha detto:"Ciao, come stai? Volevo dirti che tuo marito è stato bravo, non è venuta nessuna donna".
Grazie davvero, sono commossa da tanta devozione. Solo che, a parte che noi non siamo sposati (ma questo è un dettaglio perchè a Roma sono tutti marito e moglie, anche se hanno sedici anni e stanno insieme da ieri), la portiera c'è solo la mattina, quindi Fidanzato avrebbe potuto tranquillamente portarsi dietro dozzine di donne quando lei va via. Vero è che il palazzo è video sorvegliato, ma non so se lei ha visto pure le registrazioni. Questo non me l'ha detto.
-Quando sono partita la scorsa volta, avevo lasciato una tovaglia da tavolo rossa stesa, raccomandandomi con Fidanzato di rientrarla non appena fosse stata asciutta.
La tovaglia fino a stamattina era data per dispersa. Poi l'ho trovata conservata, piegata in modo estremamente accurato, tra un lenzuolo e gli asciugamani da bidet. E va beh.


-Il cesto della biancheria sporca viveva di vita propria.
Pur di non spiegare a Fidanzato come funziona la nostra lavatrice gli avevo detto che a quella ci pensavo io quando rientravo a casa e, nonostante lui avesse insistito, io l'avevo ignorato.
Domani è previsto un corso intensivo di utilizzo della lavatrice. Usufruiranno del corso sia Fidanzato, sia Cane Gnappo: su quest'ultimo ripongo buona parte delle mie aspettative.
-La nostra dispensa conteneva decine e decine di merendine, biscotti, patatine e altra roba assolutamente inutile.
Di commestibile per il pranzo c'erano solo uova e croccantini per cani.
Frutta e verdura ormai si rifiutano di entrare in questa casa.
-La casa era estremamente pulita e profumata, pure troppo.
In mia assenza, Fidanzato ha dato sfogo alle sue manie e pulito otto volte al giorno evidentemente.


Continua....

Ps. Roma continua a essere, almeno per me, la città più bella del mondo.

6 commenti:

  1. e Palermo, l'hai dimenticata?

    RispondiElimina
  2. Dai almeno la casa era profumata e pulita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di quello (e volendo,anche di un sacco di altre cose) non mi posso proprio lamentare :P

      Elimina
  3. oddio, che blog adorabile ;) penso passerò spesso da te!
    Il ritratto di casa tua è uguale a quello della mia quando mia madre per qualche motivo va via di casa per un giorno, e casa nostra si trasforma in un accampamento, con l'unic differenza che mio padre è arcisalutista e niente merendine di sorta ;:)
    se ti va, passa da me!
    Minerva

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dei complimenti ;)
      Do subito un'occhiata!!!

      Elimina