martedì 27 gennaio 2015

Non sarò mai magra (ma sono bellissima)


 Faccio parte di quella cerchia di persone che magra non lo sarà mai. Magari nemmeno grassa,ma comunque non magra. E sono estremamente felice!


Il Tizio che non mangia salame aveva come donna ideale Geppi Cucciari quando l'ho conosciuto, quindi capite bene che non dovevo combattere contro chissà quale ideale di donna 90-60-90. Certo, ho avuto anche io i miei periodi di sconforto più o meno durati dai 15 anni ai 15 e mezzo, ma ho imparato col tempo ad apprezzare i miei pregi e valorizzarli. Quando ho imparato ad amare il mio corpo, lo hanno amato anche gli altri. Certo, magari non tutti lo hanno trovato bello, magari qualcuno lo avrà trovato addirittura orribile, ma la mia idea non è cambiata.
Ho imparato ad avere un mio stile, probabilmente a volte  un pò kitsch: ho avuto la fase dei fiocchi, la fase dei fiori in testa, la fase del "mitruccocomeCleopatra", la frase del "non esco di casa se non ho almeno dodici colori diversi addosso" e molte altre che fortunatamente ho rimosso dalla mia mente e dagli archivi fotografici.


Quello che dicono, ovvero che bisogna piacersi prima di piacere, credo sia vero. Credo anche che non esista una persona oggettivamente bella e credo che tutti dovremmo imparare a valorizzarci e a volerci bene.

La modella delle foto è Mafalda Elisa La Gala, una modella curvy che personalmente trovo bellissima.
Le foto del post sono di Sergio Ghetti

2 commenti:

  1. ma chi l'ha detto che bisogna essere trasparenti? Michelangelo e Botticelli dovrebbero insegnarci qualcosa. Certo non bisogna esagerare, ma le forme sono gradevoli.

    RispondiElimina
  2. Purtroppo viviamo in una società che fa passare il messaggio "magro è bello", cercando sul web ho trovato cose davvero inquietanti sul mondo dell'anoressia e sui consigli per diventare magre non mangiando.

    RispondiElimina